Slutsky, yevgeny yevgenievich

(1880-1948), matematico statistico ed economista.

Il più profondamente originale di tutti i contributori russi alla teoria economica, Yevgeny Slutsky è nato a Yaroslavl e ha studiato matematica in Ucraina. Le sue prime importanti pubblicazioni furono nel campo della statistica e dell'importanza delle cooperative. Nel 1915 pubblicò un articolo fondamentale sulla teoria del comportamento dei consumatori. Ciò ha dimostrato come la conseguenza di una variazione di prezzo sulla quantità di un bene domandato possa portare ad una variazione residua della domanda, anche con un compenso aumento del reddito. John Hicks riscoprì questo lavoro in Occidente negli anni '1930, nominando l'equazione di Slutsky "Equazione fondamentale della teoria del valore". Dopo il 1917 Slutsky lavorò sull'analisi degli effetti dell'emissione di moneta cartacea, sui fondamenti assiomatici della teoria della probabilità e sulla teoria dei processi stocastici. Ciò ha prodotto una nuova concezione del limite stocastico.

Di conseguenza, nel 1925 Nikolai Kondratiev chiese a Slutsky di unirsi al Conjuncture Institute di Mosca, per il quale scrisse il suo articolo innovativo sulla generazione casuale dei cicli economici. Ciò ha aperto una nuova strada alla ricerca sul ciclo ipotizzando che la somma di fattori di probabilità reciprocamente indipendenti potrebbe generare l'apparenza di periodicità in una serie casuale. Negli anni '1920 Slutsky lavorò anche sui fondamenti prasseologici dell'economia, ma con la chiusura del Conjuncture Institute nel 1930 tornò alla statistica. Successivamente ha lavorato presso l'Istituto Centrale di Meteorologia, presso l'Università di Mosca e presso l'Istituto di Matematica Steklov. Qui Slutsky ha calcolato le funzioni delle variabili, che hanno portato alla pubblicazione postuma di tabelle per la funzione Gamma incompleta e la distribuzione di probabilità del chi quadrato. Morì per cause naturali nel 1948.