Skateboarding

Dalla sua invenzione alla fine degli anni '1950, lo skateboard ha avuto diverse ondate di popolarità separate. Lo stile di ogni ondata potrebbe essere stato leggermente diverso, ma tutti condividono una cultura giovanile di ribellione e imprese eleganti di abilità fisica e audacia. Sebbene alcuni genitori e allenatori abbiano provato a fare dello skateboard un file Little League (vedi voce sotto gli anni '1930 - Sport e giochi nel volume 2) lo sport negli anni '1970 e altri hanno provato ad avere

fuorilegge, i "pensionanti" sono un gruppo altamente indipendente che ha resistito ai tentativi di privarli del loro sport. Marty McFly, dalla serie di film degli anni '1980 Ritorno al futuro, e il monello dei cartoni animati Bart Simpson di I Simpson (1989–; vedi voce sotto gli anni '1980 — TV e Radio nel volume 5), sono due dei più noti skateboarder appariscenti dei media.

I primi skateboard furono realizzati in California da surfisti che attaccavano le ruote dei pattini a rotelle a tavole corte e impararono a manovrarle. Cavalcano i loro skateboard nello stesso modo in cui cavalcano le loro tavole da surf tra le onde, spostando il loro peso corporeo e muovendo i piedi lungo la tavola. Ben presto, le tavole furono prodotte e vendute ai bambini come giocattoli, ma il pericolo di rotolare ad alta velocità sui marciapiedi di cemento fece sì che lo skateboard fosse vietato nella maggior parte delle città entro la fine degli anni '1960. Gli anni '1970, tuttavia, videro un miglioramento nel design della tavola originale. Le ruote in uretano hanno dato ai boarder un maggiore controllo e una nuova generazione di giovani si è unita alla mania dello skateboard, eseguendo imprese più acrobatiche che mai.

La popolarità dello skateboard è aumentata di nuovo negli anni '1980 e negli anni '1990, quando ogni nuova generazione di atleti ribelli è salita sulle tavole. Dagli anni '1970, molte comunità hanno cercato di migliorare la sicurezza dello skateboard costruendo parchi per lo skateboard dove i boarder possono esercitarsi nei loro movimenti lontano sia dal traffico che dai pedoni. Tuttavia, alcuni skateboarder sono ribelli che spesso scelgono di infrangere le regole per i pattini a tarda notte sulle rampe di cemento dei parcheggi vuoti e delle piscine. Questi pensionanti sono visti dalla polizia come piantagrane.

Forse come risultato, gli skateboarder hanno creato la propria sottocultura, con il proprio slang, l'uniforme e le riviste. "Thrashers", come si chiamano gli skateboarder, indossano pantaloncini larghi, maglietta (vedi voce sotto gli anni '1910 - Moda nel volume 1) e scarpe da ginnastica alte, e leggono Thrasher, ordito, con Skateboarder.

Negli anni '1990, lo skateboard e altri sport estremi (vedi voce sotto gli anni '1990 - Sport e giochi nel volume 5) come lo snowboard, ha avuto uno sbocco professionale in competizioni come gli X-Games, creati da Espn (vedi la voce sotto gli anni '1970 - TV e radio nel volume 4), dove i thrashers competere in gare di discesa libera, slalom e freestyle.

—Tina Gianoulis

Per maggiori informazioni

Burke, LM Andare con lo skateboard! Naviga sul marciapiede. New York: Rosen Publishing, 1999.

Cazzi, Jay. "The Irresistible Lure of Grabbing Air". Tempo (6 giugno 1988): pp. 90–95.

Martin, Michael. Storia dello skateboard: dal cortile al grandeTempo. Mankato, MN: Capstone High-Interest Books, 2001.

Thatcher, Kevin J. e Brian Brannon. Thrasher: The Radical SkateboardLibro. New York: Random House, 1992.