Sir alexander morris carr-saunders

Il demografo, sociologo e amministratore accademico inglese Sir Alexander Morris Carr-Saunders (1886-1966) è stato il pioniere nell'analisi dei problemi della popolazione e delle strutture sociali. Ha contribuito in modo significativo allo sviluppo dell'istruzione superiore nelle colonie britanniche.

Figlio più giovane di un ricco sottoscrittore di Milton Heath, Dorking, Alexander Carr-Saunders ha studiato al Magdalen College di Oxford, dove nel 1908 ha ottenuto il massimo dei voti in zoologia. Come Naples Biological Scholar, è stato istruttore di laboratorio a Oxford per un anno, ma è diventato sempre più incerto sulla sua professione. Indipendentemente ricco, ha perseguito l'alpinismo e l'amore per l'arte e ha studiato biometria all'Università di Londra.

A Londra prima della prima guerra mondiale Carr-Saunders era segretario del Comitato di ricerca della Eugenics Education Society; subwarden a Toynbee Hall, la casa dell'insediamento universitario; un membro eletto dello Stepney Borough Council; e un membro del bar. Durante la guerra fu incaricato nel corpo del Royal Army Service e di stanza nel deposito di Suez. Tornò quindi al dipartimento di zoologia di Oxford, divenne un agricoltore e nel 1921 partecipò alla spedizione di biologia marina a Spitsbergen. Nel 1922 ricevette grandi consensi di critica per la pubblicazione del suo Problema della popolazione: uno studio sull'evoluzione umana, e l'anno successivo fu nominato primo Charles Booth professore di scienze sociali all'Università di Liverpool. Nel 1937 divenne direttore della London School of Economics, rimanendovi fino al 1956.

In qualità di membro della Commissione Asquith per l'istruzione superiore nelle colonie (1943-1955), Carr-Saunders ha lavorato per promuovere università coloniali di alto livello. Ha presieduto il Colonial Social Science Research Council (1945-1951); la Commissione per l'istruzione universitaria in Malaya (1947); il Comitato per l'istruzione superiore per gli africani in Africa centrale (1953); e dal 1951 l'Inter University Council, che ha aiutato l'istruzione superiore a Malta, Hong Kong e Malaya. Ha anche fatto parte della Commissione reale sulla popolazione (1944-1949) ed è stato presidente del suo Comitato statistico. Fu nominato cavaliere nel 1946.

I primi lavori di Carr-Saunders applicavano le tecniche e le percezioni delle scienze naturali ai problemi sociali. Il problema della popolazione ha sviluppato il concetto di numero ottimale in relazione alla struttura sociale di un paese e ha discusso il controllo delle nascite come un problema nell'eugenetica. In Eugenetica (1926) Carr-Saunders sostenne che uno "stato sociale più soddisfacente" dipendeva dal miglioramento "della dotazione innata della razza" così come dall'ambiente fisico e sociale. Il suo Popolazione mondiale: crescita passata e tendenze attuali (1936) anticipò il controllo del governo sulle tendenze demografiche e sollecitò la raccolta e l'analisi di dati demografici come base per tale politica.

Il lavoro successivo di Carr-Saunders include analisi sociologiche delle professioni, discussioni delle università al di fuori della Gran Bretagna e una varietà di studi sui problemi sociali. Alla fine della sua vita, alla Rathbone Memorial Lecture all'Università di Liverpool, Scienze naturali e scienze sociali (1958), Carr-Saunders espresse la sua convinzione che la scienza sociale, intrinsecamente imprecisa nel metodo e nello scopo umanistico, non potesse più essere studiata attraverso le scienze naturali, come aveva fatto in precedenza.

Ulteriori letture

Non esiste una biografia di Carr-Saunders e nessuno studio del suo lavoro. Le informazioni di base sono in Alfred N. Loundes, Il sistema educativo britannico (1955). □