Sinclair, upton beall, jr.

Upton Sinclair (1878-1968) è stato un famoso scrittore e critico sociale, uno scrittore di muckraker (esponendo la corruzione politica e commerciale) durante la prima metà del ventesimo secolo. Durante i sessant'anni della sua vita, Sinclair si è concentrato su temi della vita quotidiana americana ordinaria, che credeva implicasse violazioni della decenza e della democrazia. Il suo libro più famoso, The Jungle, ha contribuito a cambiare la natura dell'industria di trasformazione alimentare in America avviando una protesta pubblica che ha portato a una forte legislazione governativa che regola la lavorazione degli alimenti e l'imballaggio pulito della carne. Socialista nella sua politica, si schierava regolarmente dalla parte dei normali consumatori americani e si batteva costantemente per le libertà civili dei lavoratori.

Upton Beall Sinclair, Jr. è nato il 20 settembre 1878 a Baltimora, nel Maryland, l'unico figlio di Upton e Priscilla Sinclair. Era nato in una famiglia del sud distinta ma impoverita. All'età di dieci anni Sinclair andò con la sua famiglia a vivere a New York, dove trascorse otto anni di scuola in soli tre anni, e all'età di quattordici anni entrò nel City College di New York, dove si laureò in letteratura inglese. Mentre era al college, Sinclair iniziò a vivere da solo, sostenendosi scrivendo regolarmente per giornali a fumetti, riviste pulp e altre riviste di storie d'avventura dell'epoca.

Nel 1897, all'età di diciannove anni, si laureò al college con un Bachelor of Arts ed entrò alla Columbia University per un lavoro universitario, dove studiò francese, tedesco e italiano. Sinclair ha continuato a pubblicare i suoi scritti mentre era a scuola, sostenendo se stesso e, in seguito, sua madre.

Disilluso dall'atmosfera materialistica di New York all'inizio del XX secolo, Sinclair abbandonò la città nel 1900 e andò a vivere in una baracca nei boschi vicino al Quebec, in Canada. Lì incontrò e sposò la sua prima moglie, Meta Fuller, nel 1901. Il suo primo e unico figlio nacque un anno dopo.

Dal Canada Sinclair si trasferì a Princeton, nel New Jersey, uno dei centri intellettuali e accademici della costa orientale americana. Ha continuato a scrivere, ma si è concentrato sugli ideali socialisti e sul muckraking. Il suo romanzo, The Jungle, lo ha reso famoso, esponendo in dettaglio le spaventose condizioni di lavoro nell'industria del confezionamento alimentare. In questo libro ha anche rappresentato graficamente le condizioni antigeniche dell'industria americana del confezionamento e della manipolazione della carne.

La pubblicazione di The Jungle ha risvegliato il pubblico americano sulle pratiche pericolose di un'industria alimentare non regolamentata che è stata sfruttata per enormi profitti da uomini d'affari disattenti. Nel 1906 il presidente Theodore Roosevelt (1901-1909) invitò Sinclair alla Casa Bianca. Dopo essersi consultato con Sinclair, il presidente ha ordinato un'indagine sulle industrie di lavorazione della carne e degli alimenti, che ha portato all'approvazione delle prime leggi governative sul cibo puro in America.

Durante questo periodo Sinclair ha continuato a pubblicare libri che espongono i problemi sociali dell'America e la sua scrittura ha continuato ad avere un forte impatto sui suoi lettori. Nel suo stile muckraking ha esposto gli stili di vita scadenti e superficiali dell'alta società di New York, così come le pratiche non etiche e illegali di alcuni finanzieri di Wall Street.

Le preoccupazioni politiche di Sinclair riguardavano i crescenti problemi della democrazia che cercava di sopravvivere nel mezzo della rivoluzione industriale. Questo, combinato con i suoi sentimenti morali, portò Sinclair a sfruttare appieno l'era progressista. Mirava a istruire gli americani, molti dei quali immigrati, su come venivano ingannati. Sinclair ha anche incoraggiato i suoi lettori a unire le forze. Ha sostenuto la formazione di corporazioni, organizzazioni per la democrazia e sindacati al fine di combattere coloro che hanno intrapreso affari solo come profittatori risoluti. Lo stesso Sinclair fu uno dei primi fondatori, insieme a Clarence Darrow (1857–1938) e Helen Keller (1880–1968), della Civil Liberties Union (ACLU), un'organizzazione che fornisce supporto legale in questioni riguardanti le libertà civili.

Gli ultimi anni di Sinclair continuarono ad essere attivi. Era vegetariano e mantenne una buona salute e vitalità fino all'età avanzata. Sinclair è rimasto coinvolto nel Partito Democratico, sebbene si sia sempre considerato un socialista e un anticomunista. Upton Sinclair morì nel 1968. I suoi scritti e la sua difesa continuano a vivere nella società che credeva di poter cambiare in meglio.