Simon nelson patten

L'economista americano Simon Nelson Patten (1852-1922) predisse che con la tecnologia moderna e un'adeguata pianificazione sociale gli Stati Uniti e l'Europa avrebbero potuto passare da un'economia di scarsità a un'economia di abbondanza.

Simon Patten è nato il 1 ° maggio 1852 a Sandwich, Illinois. Lì ha assorbito una profonda convinzione nell'etica protestante e nell'efficacia di realizzare riforme sociali attraverso istituzioni consolidate e conservatrici come il partito repubblicano e la chiesa presbiteriana. Frequentò l'Università di Halle (1876-1879), dove passò sotto l'influenza della Younger Historical School, un gruppo di economisti che riteneva che gli studiosi dovessero usare la loro esperienza per aiutare a risolvere i problemi sociali moderni. La sua esperienza tedesca ha rafforzato la sua fede nelle riforme sociali e nel cambiamento pianificato, ma in un contesto americano, cioè cambiamento e riforma attraverso un'azione volontaria con un controllo governativo minimo.

Dopo diversi anni di apprendistato nelle scuole primarie e secondarie, Patten nel 1887 fu nominato professore di economia presso la Wharton School dell'Università della Pennsylvania. Ha ricoperto questo importante incarico fino al 1917, quando le sue vigorose opinioni contro la guerra lo hanno messo nei guai e fu costretto al pensionamento prematuro.

Patten era un insegnante potente e uno scrittore prolifico. Negli anni ha pubblicato 22 libri e diverse centinaia di articoli, sia accademici che popolari. Non un pensatore veramente convincente o profondo o sistematico, Patten era costituzionalmente incapace di sintetizzare le sue idee in un'opera magnum. Le nuove basi della civiltà (1907), una conseguenza delle lezioni tenute nel 1905 alla New York School of Social Work, fu il suo lavoro più importante. Ha attraversato otto edizioni tra il 1907 e il 1923. Tuttavia ha rivelato solo alcuni elementi delle sue teorie.

Fondamentalmente, Patten sembrava lavorare a una teoria del comportamento sociale per l'umanità che fondesse i principi del Nuovo Testamento con la tecnologia di una moderna società industriale. Credeva che con la nuova tecnologia le risorse della terra fossero adeguate per fornire un'economia dell'abbondanza per il mondo occidentale; cioè, c'era abbastanza ricchezza disponibile in modo che tutti potessero ottenere una dieta adeguata, un buon alloggio e vestiti di base e un'istruzione che soddisfacesse i requisiti di lavoro dell'industria. Quello che mancava era l'azione sociale di gruppo per raggiungere questi obiettivi desiderati. Un tale ritardo culturale potrebbe essere superato con le riforme, ma per Patten queste riforme non potevano andare molto al di là di quelle sostenute dai politici progressisti del tipo Robert La Follette. Di conseguenza, gli Stati Uniti non avevano ancora raggiunto l'economia dell'abbondanza di Patten quando morì il 24 luglio 1922 a Browns Mills, NJ.

Ulteriori letture

La biografia standard di Patten è Daniel M. Fox, La scoperta dell'abbondanza: Simon N. Patten e la trasformazione della teoria sociale (1967), che fornisce una buona discussione sulla carriera di Patten e una solida analisi delle sue idee di base. □