Siemens, Werner von

Siemens, Werner von (1816–1892), ingegnere e uomo d'affari tedesco.

Il brillante inventore e scienziato Werner Siemens (il "von" fu aggiunto nel 1888) era anche un imprenditore visionario. Cambiamenti rivoluzionari, compresa l'industrializzazione, hanno segnato tutte le sfere della vita durante l'era Siemens. La Germania si è trasformata, soprattutto nella seconda metà del secolo, da paese ancora prevalentemente agricolo in uno dei principali paesi industriali del mondo. Anche se le condizioni politiche ed economiche dell'epoca fornivano un ambiente fertile per l'espansione di successo della giovane società Siemens & Halske, anche le invenzioni di Werner von Siemens e l'attività economica dell'azienda da lui fondata hanno plasmato la loro età.

Werner von Siemens nacque come quarto di quattordici figli il 13 dicembre 1816 da un fittavolo e sua moglie a Lenthe vicino ad Hannover. L'istruzione scolastica tipica dell'alta borghesia non era accessibile alla sua famiglia e Siemens lasciò la scuola senza sostenere gli esami finali nel 1834 per entrare nell'esercito prussiano e accedere così alla formazione ingegneristica. Il suo futuro lavoro nel campo dell'ingegneria elettrica è stato dato una solida base dai suoi tre anni presso la scuola di artiglieria e ingegneria di Berlino.

Una comunicazione rapida e affidabile era importante per i militari. Nel 1847 Siemens costruì un telegrafo puntatore che rappresentò un grande miglioramento rispetto alle apparecchiature precedenti. Dopo questo successo iniziale, Siemens e il maestro meccanico Johann Georg Halske fondarono la Siemens & Halske Telegraph Construction Company a Berlino nel 1847. Siemens lasciò l'esercito nel 1849 per dedicarsi all'azienda.

Siemens & Halske, che ha iniziato ad operare a livello internazionale subito dopo la sua fondazione, è passata da piccola officina di ingegneria di precisione a una delle aziende elettriche leader a livello mondiale in pochi decenni. Siemens & Halske ricevette il suo primo grande e prestigioso appalto statale, per la costruzione di una linea telegrafica tra Berlino e Francoforte sul Meno, nel 1848. Quando il suo rapporto con l'Amministrazione telegrafica prussiana si deteriorò, la giovane società si concentrò sui mercati esteri in per sopravvivere. Gli affari migliorarono nel 1851 quando Siemens e Halske ricevettero una commissione per costruire la rete telegrafica russa. Anche i contratti inglesi hanno supportato il continuo successo dell'azienda. Siemens ha costantemente cercato il riconoscimento mondiale delle sue invenzioni e imprese, dimostrando che aveva una visione internazionale rara tra i suoi contemporanei.

Siemens si è dedicato alla ricerca scientifica mantenendo l'attività della sua azienda. Probabilmente il suo contributo più importante all'ingegneria elettrica arrivò nel 1866 quando scoprì il principio dinamo-elettrico, che aprì la strada all'uso dell'elettricità come fonte di energia. Prima che la macchina dinamo apparisse sulla scena, la produzione di grandi correnti dipendeva da batterie che si scaricavano rapidamente o da macchine magnetoelettriche con magneti permanenti di limitata efficienza. Siemens riconobbe immediatamente il potenziale impatto economico della sua scoperta e nel 1867 registrò brevetti in Germania e Inghilterra per assicurarsi che trarrebbe profitto dalla sua attuazione. L'ingegneria ad alta corrente si sviluppò a un ritmo mozzafiato sulla base delle sperimentazioni di Siemens: i primi lampioni elettrici furono installati a Berlino e la prima ferrovia elettrica fu presentata alla Fiera di Berlino nel 1879, il primo ascensore elettrico fu costruito a Mannheim nel 1880, e il primo tram elettrico al mondo entrò in servizio a Berlino-Lichterfelde nel 1881. elettrico, l'espressione per l'ingegneria elettrica coniata da Siemens, divenne sinonimo del nome del suo inventore.

Oltre alle sue innovazioni tecniche e alle imprese audaci, Siemens adottò iniziative sociali che gli diedero la reputazione di progressista. Ha introdotto il bonus di inventario nel 1866, molto prima dei suoi tempi. Con questo sistema ha dato ai dipendenti di Siemens & Halske una quota dei profitti raggiunti congiuntamente in aggiunta ai loro guadagni regolari. Nel 1872, più di un decennio prima dell'introduzione dei requisiti legali che disciplinano le disposizioni per le pensioni e i superstiti, fondò un regime pensionistico aziendale. Ha visto tali misure come un mezzo per rafforzare la lealtà dei dipendenti verso l'azienda e ha descritto questo misto di responsabilità paternalistica e calcolo imprenditoriale come "sano interesse personale".

Siemens era anche un politico, servendo come membro dell'assemblea statale prussiana dal 1862 al 1866 come rappresentante eletto del Partito progressista tedesco (Deutsche Fortschrittspartei). Divenne membro dell'Ufficio Brevetti del Reich nel 1877 per garantire la protezione continua dei brevetti. La Società di ingegneria elettrica, che ha contribuito a fondare nel 1879, ha incoraggiato le università tecniche a introdurre programmi di ingegneria elettrica.

Siemens è stato un imprenditore di successo non solo perché ha scoperto i principi tecnici fondamentali, ma anche perché ha considerato l'intero processo, dall'invenzione al prodotto commercializzabile e alle soluzioni di sistema. Siemens fu spesso onorato per i suoi servizi alla scienza e alla società durante la sua vita e fu elevato alla nobiltà dall'imperatore Federico III (r. 1888) nel 1888. Sebbene si ritirò ufficialmente dall'attività nel 1890, Siemens ebbe ancora un'importante influenza su la sua azienda fino alla sua morte il 6 dicembre 1892.