Sibelius, jean (1865-1957)

Compositore finlandese.

Jean Christian Julius Sibelius nacque l'8 dicembre 1865 in una famiglia della classe media di lingua svedese a Hämeenlinna (Tavastehus), una città di provincia a nord di Helsinki. A quel tempo, la Finlandia era un granducato dell'Impero russo. Il padre di Sibelius morì di tifo nel 1868 e sua madre lo allevò. Le loro estati sono state trascorse al porto baltico di Loviisa. Sibelius iniziò le lezioni di violino con il bandmaster locale ad Hämeenlinna nel 1880, e la sua prima composizione sopravvissuta, un duetto per violino e violoncello chiamato Gocce d'acqua (Waterdrops) risale a questo periodo.

Sibelius si iscrisse all'Università di Helsinki per leggere la legge nel 1885, ma abbandonò rapidamente gli studi e prese posto all'Helsinki Music Institute, fondato da Martin Wegelius (1846-1906) nel 1881. Tra gli insegnanti del personale c'era il pianista italo-tedesco e il compositore Ferruccio Benvenuto Busoni (1866-1924). Sibelius si laureò nel 1889 e trascorse il successivo anno accademico a Berlino, studiando contrappunto con Albert Becker (1834–1899). Dopo il ritorno in Finlandia, si recò a Vienna nel 1890 per studiare con Robert Fuchs (1847-1927) e Karl Goldmark (1830-1915). Il suo anno a Vienna ha lasciato una profonda impressione musicale sul giovane compositore. Ha ascoltato la Terza Sinfonia di Anton Bruckner (1824–1896) e, ispirato dalla lettura del poema epico nazionale finlandese, Kalevala, ha iniziato a comporre la sua prima opera orchestrale su larga scala, l'originale sinfonia corale Kullervo. Al suo ritorno in Finlandia, ascoltò la cantante delle rune Larin Paraske (1833-1904) e incorporò figure musicali stilizzate basate sul suo canto in parti di Kullervo. L'opera fu presentata per la prima volta il 28 aprile 1892, lo stesso anno in cui Sibelius sposò Aino Järnefelt, figlia di un'importante famiglia di alta classe con tendenze fortemente nazionaliste.

Per tutto il 1890 le tensioni erano aumentate tra le autorità russe e le richieste popolari per uno stato finlandese indipendente. Molte delle opere di Sibelius di questo periodo furono associate alla lotta per l'identità nazionale e attingono a temi o personaggi del Kalevala. La prima sinfonia fu presentata in anteprima il 26 aprile 1899, seguita da Finlandia, una delle composizioni più popolari di Sibelius, il 4 novembre. La sinfonia fu successivamente eseguita all'Esposizione Universale di Parigi nel 1900, quando gli orizzonti musicali di Sibelius diventarono sempre più internazionali. La Seconda Sinfonia (1900-1901), spesso sentita come un appello patriottico alla liberazione finlandese, è stata effettivamente scritta in Italia.

La Seconda Sinfonia ricevette la sua prima esecuzione americana a Chicago nel 1904. Nello stesso anno Sibelius si trasferì da Helsinki in una villa in campagna, chiamata Ainola. Il cambio di scena coincise con un significativo spostamento del focus estetico dal ricco romanticismo delle prime due sinfonie verso uno stile musicale più snello e concentrato. La Terza Sinfonia del 1907 è straordinariamente compressa: il terzo movimento combina le funzioni di scherzo e finale telescopiche in un unico arco musicale ininterrotto. La Quarta Sinfonia (1911) è ancora più epigrammatica e da allora si è guadagnata la reputazione di essere una delle opere sinfoniche di Sibelius più difficili e moderniste.

Sibelius viaggiò negli Stati Uniti nel 1914, su invito di Carl Stoeckel (1858-1925), per dirigere la prima del suo poema tonale Gli Oceanides al Norfolk Festival nel Connecticut. Lo scoppio della prima guerra mondiale, tuttavia, isolò Sibelius dai mercati musicali internazionali, specialmente in Germania, e potrebbe aver provocato un periodo significativo di rivalutazione compositiva che sfociò nella prima versione della Quinta Sinfonia (1915, rev. 1916-1919). Durante la guerra civile finlandese del 1918, le simpatie di Sibelius erano per l'Armata Bianca guidata dal barone Carl Gustav Emil Von Mannerheim (1867–1951), piuttosto che per i comunisti. Le successive voci del diario di Sibelius, e spesso la sua musica, sono contrassegnate da uno stato d'animo sempre più potente di interiorità e ritiro. James Hepokoski ha sostenuto che le ultime due sinfonie (1923 e 1924, rispettivamente) e il poema Tapiola (1926) possono essere ascoltate come meditazioni concentrate su aspetti del mondo naturale nordico. Sebbene Sibelius abbia lavorato a un'Ottava Sinfonia negli anni '1930, parti della quale sono state copiate professionalmente, probabilmente ha bruciato il manoscritto e non sono apparse nuove opere importanti dopo il completamento di Tapiola nel 1926. La reputazione di Sibelius nel Regno Unito e nel Nord America era al suo apice, ma cercava sempre più di ritirarsi dalla vista del pubblico. Sibelius morì il 20 settembre 1957.

La ricezione critica di Sibelius ha seguito una traiettoria ciclica attraverso la musica del ventesimo secolo. Celebrato inizialmente in Finlandia come un eroe nazionale, le sue sinfonie furono successivamente sostenute come modello per un modernismo progressista post-beethoveniano. Le sue connessioni politiche di destra percepite e la presunta associazione con l'ideologia del nazismo del sangue e del suolo, in parte spiegarono il declino della sua reputazione dopo la seconda guerra mondiale, principalmente per mano di scrittori come Theodor Adorno (1903-1969) e René Leibowitz (1913-1972). La fine del ventesimo secolo, tuttavia, vide un rinnovato interesse per Sibelius e il suo approccio innovativo alla struttura e alla forma musicale da una vasta gamma di studiosi e compositori, dai membri della scuola spettrale francese come Tristan Murail alle luci principali della musica contemporanea britannica. e minimalisti americani come John Adams.