Shearer, hugh

18 Maggio 1923
Luglio 5, 2004

La vita politica di Hugh Lawson Shearer ha attraversato i primi cinquant'anni del moderno sistema politico giamaicano. Durante la sua carriera, ha rispettato la democrazia elettorale, difeso i diritti dei lavoratori, praticato il bipartitismo e sostenuto la convergenza tra i due principali partiti politici della Giamaica, il Partito nazionale del popolo (PNP) e il Partito laburista della Giamaica (JLP). Shearer ha svolto un ruolo decisivo nel consolidare i sistemi parlamentari e partitici della Giamaica nei loro anni di formazione dal 1944, e alla fine è diventato primo ministro della Giamaica.

Shearer ha iniziato la sua vita pubblica nel sindacato industriale Bustamante (BITU) nel 1941 all'età di diciotto anni, quando il sindacato aveva due anni. È rimasto il più grande sindacato della Giamaica. Ha fatto il suo debutto politico nelle elezioni del governo locale del 1947, le prime elezioni locali a suffragio universale degli adulti. Shearer ha vinto un seggio come consigliere del Jamaica Labour Party. Ciò ha migliorato il suo status di giovane leader del BITU. Già nel 1947 Shearer era considerato il protetto di Alexander Bustamante e l'erede apparente del BITU. Bustamante era leader sia del BITU che del JLP.

L'ascesa di Shearer nel BITU è andata più agevolmente della sua ascesa nella politica rappresentativa. Ha perso il suo primo concorso elettorale generale nel 1949 a Ken Hill (PNP), lui stesso un organizzatore del lavoro. Tuttavia, Shearer ebbe successo nel 1955. Il JLP perse quelle elezioni e Shearer divenne una grande risorsa per Bustamante quando il JLP entrò nell'opposizione.

Dal 1955 al 1958 Shearer fece molte proposte in legislatura per fornire indennità di licenziamento ai lavoratori con un lungo servizio licenziato o licenziato e per ferie retribuite per i lavoratori domestici. Ha messo i diritti dei lavoratori al di sopra della politica sostenendo gran parte della legislazione sul lavoro del PNP. Ciò includeva la legislazione che istituiva l'Autorità per le pensioni, il Fondo pensione per i lavoratori dello zucchero, gli emendamenti alla legge sulle ferie con retribuzione e la legge sulle controversie commerciali (arbitrato e inchiesta).

In questi anni all'opposizione, Shearer divenne uno dei membri in prima linea del JLP nella legislatura giamaicana. Si è affrettato a indicare quelle politiche PNP che hanno sostenuto l'emergente mercato del settore privato e quelle a favore del lavoro, come prova della convergenza tra le due parti. Il JLP rappresentava una combinazione di libera impresa e diritti dei lavoratori, e il PNP, un partito socialista, favoriva un ruolo più ampio per la pianificazione statale e la difesa del lavoro.

Shearer e una generazione più giovane di leader JLP hanno anche fornito consigli premurosi all'anziano Bustamante e hanno rappresentato una nuova guardia di parlamentari JLP più professionisti. Nonostante ciò, Shearer perse il seggio nelle elezioni del 1959. Questa perdita ha ridotto la rappresentanza sindacale del partito nella legislatura. Ha segnalato un passaggio a più dirigenti professionali e imprenditoriali della classe media nel partito.

Shearer ha potuto concentrarsi maggiormente sulle questioni sindacali. Nel 1959 divenne Island Supervisor del BITU. In questi primi giorni si sviluppò un'amicizia politica unica tra lui e Michael Manley, in seguito primo ministro della Giamaica. Come disse il biografo di Manley, Darrell Levi, "Shearer e Manley hanno condiviso un'amicizia che è sopravvissuta a un'unione a volte aspra e a lotte politiche" (1989, p. 16).

Shearer fu nominato senatore quando il JLP vinse le elezioni generali nel 1962. Diventò ministro nel primo governo della Giamaica all'indipendenza. È stato ministro degli affari esteri. Parlando alle Nazioni Unite nel 1963, propose che il 1968 fosse designato Anno internazionale dei diritti umani, e così fu.

Shearer è stato nuovamente eletto al parlamento giamaicano nel 1967. Dopo il ritiro di Bustamante e la morte improvvisa del primo ministro Donald Sangster in quell'anno, Bustamante ha guidato la successione della nave del primo ministro a favore di Shearer al fine di preservare l'ala operaia. del partito dall'invasione da parte dell'ala degli affari.

Shearer è diventato il terzo primo ministro della Giamaica, in carica dal 1967 al 1972. Aveva quarantatré anni ed era il più giovane primo ministro del Commonwealth britannico. Durante questo periodo, la Giamaica ha raggiunto il suo più alto tasso di crescita continua e ha raggiunto la maturità come economia manifatturiera. Ha spiegato che il successo della Giamaica dovrebbe essere basato sul "duro lavoro, non sulla fede, sulla speranza e sulla carità straniera" (Neita, 2004).

Nonostante un certo successo economico, il divario tra ricchi e poveri si è ampliato e il governo è stato attaccato per questo durante le rivolte di Rodney Black Power del 1968. Il governo di Shearer ha affermato che potrebbe essere sovrastimato e reagito in modo eccessivo limitando i diritti di marcia e censurando i radicali letteratura.

Il governo di Shearer fu escluso nel 1972 e si dimise da leader del JLP nel 1974. Ma nel periodo ideologicamente polarizzato degli anni '1970, Shearer rimase l'unica figura di spicco del JLP che Michael Manley, primo ministro dal 1972 al 1980, poteva raggiungere a per comprensione bipartisan.

Shearer è tornato al governo come vice primo ministro e ministro degli affari esteri e del commercio negli anni '1980. Mentre il Primo Ministro Edward Seaga si concentrava sulle relazioni, la finanza e gli investimenti Giamaica-USA, Shearer mantenne l'amministrazione impegnata nella politica del terzo mondo della Giamaica attraverso le Nazioni Unite; il movimento dei non allineati; il gruppo dei 77; l'organizzazione dell'Africa, dei Caraibi e del Pacifico; e la comunità caraibica, una politica estera sostenuta da Michael Manley ma in modo più militante.

Il JLP ha perso le elezioni del 1989 e Shearer ha perso il seggio parlamentare nel 1993. Si è poi ritirato dalla politica di rappresentanza. Tuttavia, uno dei suoi più grandi risultati è stato quello di detribalizzare il movimento operaio attraverso i suoi sforzi negli anni '1990 per costruire la Confederazione Congiunta dei Sindacati (JCTU), un'associazione dei principali sindacati giamaicani. Shearer è rimasto presidente della JCTU fino alla sua morte nel 2004. È morto come l'anziano statista del movimento operaio giamaicano ed è stato ampiamente elogiato per il suo stile di leadership conciliante. Shearer è stato insignito dell'Ordine della Nazione, la seconda più alta onorificenza della Giamaica, nel 2002.

Guarda anche Jamaica Labour Party; Partito nazionale del popolo

Bibliografia

Ashley, Paul. "La politica estera della Giamaica in transizione". In I Caraibi nella politica mondiale: correnti incrociate e sfaldamenti, a cura di Jorge Heine e Leslie Manigat. New York e Londra: Homes and Meier, 1988.

Eaton, George. Alexander Bustamante e Modern Jamaica. Kingston, Giamaica: LMH, 1995.

Levi, Darrell. Michael Manley: The Making of a Leader. Kingston, Giamaica: Heinemann Caribbean, 1989.

Neita, Hartley. "Ricordando Hugh Lawson Shearer, 1923-2004: Shearer il Primo Ministro." Giamaica Gleaner (Luglio 7, 2004).

robert maxwell buddan (2005)