Sette saggi

Uomo saggio . I sette saggi erano rinomati saggi della Grecia del VII e VI secolo. Il primo elenco dei Sette Saggi, in quello di Platone Protagora (circa 387 a.C.), include Talete, Pittacus, Bias, Solon, Cleobolus, Myson e Chilon. La maggior parte degli altri scrittori sostituisce Periander a Myson. Talete, Bias, Solon e Pittacus sono comuni a tutti gli elenchi; a volte compaiono Anacharsis, Pherecydes, Epimenides e Pisistratus. Plutarco drammatizza un (mitico) incontro dei Sette a Corinto ospitato da Periander. Molte delle massime che compaiono a Delfi sono attribuite ai Sette Saggi, incluso Meden Agan ("Niente in eccesso") e Gnothi Sauton ("Conosci te stesso). I saggi erano noti per la saggezza nel suo senso più generale, che comprendeva tutto, dalla poesia e dalla politica alla previsione delle eclissi. La conoscenza delle loro effettive attività, detti e idee non è ampia ed è spesso difficile distinguere i ritratti reali da quelli immaginari.

Bias di Priene . Poco si sa di Bias di Priene, nato intorno al 570 a.C. È accreditato di diverse poesie, canzoni e detti saggi ed è stato attivo nella sua città, tenendo discorsi su casi legali e decisioni politiche. Fu lodato da Eraclito, che lo definì meglio degli altri che rivendicavano saggezza, forse per aver detto che la maggioranza degli uomini era cattiva.

Chilon di Sparta . Un eforo spartano nel 536 che contribuì ad aumentare il potere e l'influenza della sua città, Chilon aveva una reputazione di saggezza, ma pochi dettagli che lo riguardano sono sopravvissuti.

Cleobolus di Rodi . Il figlio di Euagora, Cleobolus di Rodi, fiorì intorno al 600 aC e scrisse molte poesie e canzoni. È anche accreditato di diverse massime famose. Sua figlia, Cleoboline, scrisse versi in esametro. Poco si sa della sua vita.

Periandro di Corinto . Il figlio di Cypselus, Periander (morto 588 aC) succedette a suo padre come tiranno di Corinto. Ha eretto un tempio ad Apollo e altri edifici pubblici. Nonostante sia stato descritto come aver ucciso sua moglie, lo era

rispettato come diplomatico e mecenate delle arti. Durante il suo regno e quello di suo padre, Corinto fondò diverse importanti colonie ed era un leader nella produzione di ceramiche pregiate.

Pittacus di Mitylene . Vivendo tra il 650 e il 570 a.C., Pittacus era un famoso soldato e comandante che governò come dittatore eletto di Mitilene per dieci anni, durante i quali riformò le leggi della città. Gli vengono attribuiti diversi saggi detti.

Solone di Atene . Un aristocratico ateniese, Solon visse intorno al 630-560 aC e scrisse poesie elegiache e giambiche su argomenti politici e morali. Fu eletto arconte per la prima volta ad Atene intorno al 594 ed era responsabile di molte riforme democratiche della costituzione ateniese. Ha introdotto misure per vietare ai debitori di essere venduti come schiavi, conio riformato e cittadinanza estesa agli artigiani immigrati. Forse la sua riforma più significativa è stata quella di far dipendere l'eleggibilità al voto dalla ricchezza (con quattro diverse classi di proprietà con diversi livelli di ammissibilità per vari uffici) piuttosto che dalla nascita, rompendo così il monopolio politico degli aristocratici.

Talete di Mileto . I dettagli effettivi della vita e del lavoro di Talete sono così mescolati con ulteriori accrescimenti che è difficile separare la verità dalla finzione. Visse intorno al 600 aC a Mileto, dove presumibilmente diede saggi consigli su questioni politiche e di altro tipo e predisse un'eclissi solare. I suoi interessi principali erano l'astronomia e la geometria. Aristotele afferma che Talete credeva che tutte le altre sostanze (comprese le creature viventi) derivassero in qualche modo dalle trasformazioni dell'acqua. Due affermazioni a lui attribuite sono che tutte le cose sono piene di dei e che il magnete aveva vita o anima perché poteva muovere il ferro. Secondo una storia piuttosto improbabile, morì inciampando e cadendo in un pozzo, mentre guardava le stelle.