Senato governativo

Il Senato Governativo fu fondato nel 1711. La sua responsabilità primaria iniziale era quella di governare l'impero quando l'imperatore era impegnato in campagne militari. L'istituzione del Senato faceva anche parte di una riorganizzazione del governo intrapresa da Pietro I (1689-1725) che desiderava rendere la struttura del governo più rispondente ai suoi desideri e più efficace nell'utilizzare le risorse della società per scopi militari. Nel 1722 fu trasformato da organo superiore di governo a superiore organo di vigilanza preposto alla risoluzione delle controversie legali e amministrative. Caterina II (1763–1796) ha ulteriormente sistematizzato il Senato dividendolo in sei dipartimenti con responsabilità istituzionali relativamente chiare relative al controllo amministrativo.

Le riforme governative intraprese da Alessandro I (1801-1825) cambiarono radicalmente il ruolo del Senato. Secondo i suoi decreti del 1801 e del 1802 il Senato aveva il diritto al controllo e alla supervisione giudiziaria dei più alti organi governativi, compresi i ministeri di nuova costituzione. Nessun disegno di legge potrebbe diventare legge senza l'approvazione del Senato. Tuttavia, un anno dopo un nuovo decreto privò il Senato di questi poteri. La fondazione del sistema ministeriale e del Consiglio di Stato (1810) indebolirono fatalmente il ruolo concreto del Senato. Per il resto del diciannovesimo secolo ha svolto il ruolo di High Court of Review e insieme ad altre istituzioni ha esercitato un controllo amministrativo limitato. Fino al 1905 il Senato, i cui quaranta o cinquanta membri erano scelti dallo zar, si riuniva raramente, tranne che in occasioni cerimoniali. Sei dipartimenti che si occupavano di una miriade di questioni giudiziarie, sociali e politiche hanno continuato a lavorare sotto la supervisione del Senato.

Dopo la rivoluzione del 1905 il ruolo del Senato cambiò ancora una volta. È diventata l'Alta Corte penale che si occupa di corruzione nella burocrazia. Il suo primo dipartimento ha svolto un ruolo nei preparativi per la formazione della prima Duma, mentre il suo secondo dipartimento è diventato la corte d'appello suprema per le questioni legate alla terra.