Sei whale

Balaenoptera boreale

Stato In via di estinzione
elencati Giugno 2, 1970
Per la Famiglia Balaenopteridae (Baleen Whale)
Descrizione Grande balena fanciulla, per lo più grigio acciaio con una testa snella e pinne strette e appuntite.
Habitat Pelagico.
Cibo Euphausiidi, copepodi e piccoli pesci.
Riproduzione Un vitello ogni due o tre anni.
Minacce Predazione umana.
Range Oceanico

Descrizione

La balena sei (pronunciato DIRE), Balaenoptera boreale, è una balena grande e aerodinamica che varia in lunghezza da 45-69 piedi (14-21 m). Il peso maturo è di circa 30 tonnellate. Il dorso, i fianchi e il ventre posteriore sono di colore grigio scuro con una sfumatura bluastra. Le scanalature della gola sulla superficie inferiore sono bianche o grigio chiaro. La testa è snella con una fronte leggermente arcuata. Le pinne sono strette e appuntite. La pinna dorsale è eretta, fortemente falciforme, e posta a poco meno di due terzi della lunghezza del dorso. Il dorso e i fianchi sono spesso punteggiati da cicatrici bianche causate da lamprede e altri parassiti.

La balenottera boreale è anche conosciuta come balenottera comune, rorqual di Rudolphi o finner giapponese.

Comportamento

Uno dei nuotatori più veloci tra le balene, la balenottera azzurra è in grado di esplodere a velocità fino a 30 mph (48 km / h). Si nutre di euphausiidi, copepodi e piccoli pesci, che filtra attraverso i fanoni. Dopo un periodo di gestazione di 11 o 12 mesi, nasce un singolo vitello lungo circa 15 piedi (4.6 m). Le mucche allattano per circa sette mesi. Le balenottere marine di solito viaggiano in gruppi da due a cinque animali, anche se a volte un numero maggiore si riunisce nei luoghi di alimentazione.

Habitat

La balenottera azzurra si trova in tutti gli oceani. Come molte altre balene, migra verso le acque temperate settentrionali in estate e ritorna nei caldi terreni di riproduzione tropicali in inverno. Predilige acque con una temperatura superficiale di 46-77 ° C (8-25 ° F).

Distribuzione

Trovato in tutto il mondo, la balenottera boreale una volta contava centinaia di migliaia. Con il declino di altre specie di balene, i balenieri si sono rivolti a questo forte nuotatore, impoverendo pesantemente la popolazione all'inizio del XX secolo.

La balenottera boreale continua a essere trovata in tutto il mondo, ma in numero notevolmente ridotto. In estate, nel Pacifico settentrionale, le balene boreali si trovano dal Mare di Bering alla California a est e al Giappone e alla Corea a ovest. Nell'Atlantico settentrionale, le balenottere bianche si verificano al largo della Nuova Scozia, del Labrador e della Groenlandia a ovest, e dalla Norvegia alla Spagna e all'Africa nord-occidentale a est. Nell'emisfero australe le balenottere marine migrano dalle zone di alimentazione estiva nell'Oceano Antartico per concentrarsi al largo delle coste di Brasile, Cile, Sud Africa e Australia.

Le stime attuali collocano la popolazione totale a meno di 51,000. Si ritiene che circa 14,000 si verifichino nell'emisfero settentrionale, 37,000 o meno nell'emisfero meridionale. Nel 1989 la Commissione internazionale per la caccia alle balene (IWC) ha presentato i risultati di un'indagine sulle balene in estate nell'Antartico. L'indagine ha rilevato solo 1,500 balenottere bianche in un'area in cui si prevedeva di trovarne forse 10,000, sollevando preoccupazione tra i biologi.

Minacce

Per molto tempo la velocità della balenottera boreale l'ha resa meno minacciata dalla caccia commerciale rispetto alle altre balene. Tuttavia, ha subito la caccia commerciale alle balene, in particolare dopo che gli stock di balene più lente si erano esauriti. Fino a 20,000 balenottere sono state catturate in un solo anno dalle flotte baleniere antartiche.

Conservazione e recupero

Il numero di balenottere è rimbalzato solo leggermente (se non del tutto) da quando la maggior parte della caccia alle balene è stata fermata dal trattato internazionale. Portare la balenottera boreale nel Pacifico settentrionale è vietato dal 1971.

La cattura di balene in tutto il mondo è amministrata dall'IWC, che fissa le quote per i paesi membri. Nel 1986, i membri votarono una moratoria completa sulla caccia alle balene in preparazione della sua eliminazione graduale. L'agenzia purtroppo non ha alcuna autorità legale né alcun mezzo per far rispettare il divieto di caccia alle balene, a parte la pressione dell'opinione pubblica. Diversi paesi, tra cui Giappone, Islanda e Repubblica di Corea, continuano a prendere le balene per "scopi scientifici", sfruttando una scappatoia nel trattato internazionale. Il Giappone rimane il più grande mercato per i prodotti derivati ​​dalle balene.

Nelle acque territoriali degli Stati Uniti, la supervisione della balenottera comune è di competenza del National Marine Fisheries Service, una subagenzia del Dipartimento del Commercio.

Nel giugno 1993, Still Wagon Bay, al largo della costa del New England, è stata designata come un santuario marino protetto. Le specie di balene che si trovano lì includono balenottere, megattere, balene settentrionali, balenottere minori e sei balene.

Contatti

Ufficio delle risorse protette
Servizio nazionale per la pesca
1315 autostrada est-ovest
Silver Spring, Maryland 20910

US Fish and Wildlife Services
Divisione delle specie minacciate di estinzione
Mail Stop 420ARLSQ
1849 C St., NW
Washington, DC 20240

Referenze

Baker, ML 1987. Balene, delfini e focene del mondo. Doubleday, Garden City.

Evans, PG 1987. La storia naturale di balene e delfini. Facts on File Publications, New York.

Ridgway, SH e RH Harrison, eds. 1985. Manuale dei mammiferi marini; Vol. 3, I Sireni e le balene. Academic Press, Londra e New York.