Secolare architettura coloniale spagnola

Stile. Oltre a costruire missioni indiane, i coloni spagnoli nel Nuovo Messico costruirono anche loro insediamenti permanenti. Il Palazzo dei Governatori a Santa Fe, New Mexico, è il più antico edificio pubblico degli Stati Uniti. Un classico esempio di stile ispano-pueblo, fu costruito nel 1610-1611 poco dopo che il governatore della colonia, Pedro de Peralta, fondò Santa Fe come capitale, in sostituzione della prima capitale di Juan de Oñate a San Gabriel. Situato sulla piazza principale della capitale della colonia, il palazzo divenne la sede ufficiale del governo del Nuovo Messico e la residenza del governatore. L'organizzazione della città murata attorno a una piazza principale ha avuto origine nei progetti urbanistici spagnoli. Durante la Rivolta dei Pueblo del 1680 il palazzo fungeva da fortezza per proteggere i coloni spagnoli.

Palazzo dei Governatori. Come le missioni del Nuovo Messico, il Palazzo dei Governatori è stato costruito in adobe dai nativi americani. Una serie di ali organizzate intorno a cortili interni, la sua facciata lunga un blocco, originariamente lunga quattrocento piedi, si affacciava sulla piazza. Un camminamento coperto sostenuto da colonne e mensole di legno correva lungo il portale sud. Tipico dell'architettura adobe, aveva poche finestre. Nel suo stato originale le stanze residenziali e la cappella erano situate all'estremità orientale. L'estremità occidentale ospitava le guardie dei soldati, le scuderie, l'armeria e una prigione. Dal 1912 al 1914 l'edificio fu ampiamente ristrutturato. Un nuovo portale e un nuovo angolo torri, o torri, furono aggiunte. Tuttavia, il Palazzo dei Governatori è uno degli edifici coloniali spagnoli meglio conservati negli Stati Uniti e conserva gran parte del suo aspetto originale.

Città del Messico. Sebbene si trovi ai margini dell'impero spagnolo, il palazzo del governatore di Santa Fe aderisce al piano standard spagnolo per l'architettura del palazzo di ali organizzate attorno a cortili aperti. Una disposizione simile può essere vista nel monumentale Palazzo del Governatore di Città del Messico, che risale allo stesso periodo. In contrasto con questa classica struttura in pietra, il Palazzo dei Governatori di Santa Fe mostra lo stile architettonico ibrido pueblo-spagnolo tipico del New Mexico.

Ribellione. Il Palazzo dei Governatori è famoso soprattutto per il suo ruolo nella rivolta degli indiani Pueblo del 1680, la rivolta indigena di maggior successo nel Nord America. Questa ribellione ben organizzata, guidata dall'uomo di medicina di San Juan Popé, unì quasi tutti i Pueblos in un attacco ben orchestrato ai colonizzatori spagnoli. Quando la rivolta iniziò il 10 agosto 1680, più di mille spagnoli fuggirono nel palazzo e furono assediati una volta dentro. Quando tutto finì, sei giorni dopo, nel New Mexico non rimase nemmeno uno spagnolo vivente. Tutti i coloni e frati spagnoli furono uccisi o furono costretti a ritirarsi a El Paso del Norte (oggi Ciudad Juárez, Messico). Gli indiani distrussero tutte le case spagnole e la maggior parte delle chiese (Ácoma è l'eccezione più significativa), uccisero tutti i frati e rifiutarono fermamente il cattolicesimo. Il Papa dichiarò sciolti tutti i matrimoni cattolici, ordinò che tutti i battesimi fossero "lavati via" e rifiutò tutti i nomi cristiani. Lo spagnolo ha cessato di essere parlato. Gli indiani Pueblo presero quindi il controllo del palazzo e lo occuparono per dodici anni, trasformandolo in abitazione. Hanno trasformato la cappella in un kiva.

La riconquista. Gli spagnoli furono tenuti fuori dalla regione per dodici anni, fino al 1692, quando iniziò la riconquista del New Mexico sotto la guida di Diego de Vargas Zapata Lujan Ponce de León. Lui e le sue forze arrivarono a Santa Fe nel settembre 1692 per trovare i Pueblos che vivevano nel palazzo. Gli spagnoli assediarono il palazzo, costringendo i Pueblos a evacuare. La riconquista spagnola del resto del New Mexico fu compiuta rapidamente, in gran parte a causa delle lotte intestine dei nativi americani. I Pueblos avevano subito una grave siccità e incursioni degli Apache nei dodici anni precedenti.