Scammell, alexander

[Immagine non disponibile per motivi di copyright]

Scammell, alexander. (1747–1781). Ufficiale continentale. Massachusetts. Venendo da Portsmouth, in Inghilterra, i suoi genitori si stabilirono a Mendon (poi Milford), nel Massachusetts, intorno al 1737. Il padre di Alexander era un medico importante e benestante che morì quando il ragazzo aveva sei anni. Laureatosi ad Harvard nel 1769, Alexander insegnò a scuola, lavorò come geometra e poi studiò legge nell'ufficio di John Sullivan a Durham, nel New Hampshire. Nel dicembre 1774 si unì a Sullivan nell'incursione a Fort William e Mary per ottenere polvere per la milizia locale. Fu nominato maggiore della milizia del New Hampshire nell'aprile 1775 e maggiore di brigata della brigata di Sullivan il 21 settembre 1775, prestando servizio a Bunker Hill, nel Boston Siege e in Canada. Tornò a New York City con Sullivan, fu nominato suo aiutante di campo il 14 agosto 1776 e come aiutante di campo a Washington commise un errore che avrebbe potuto perdere la guerra d'indipendenza per gli americani. Alle 2 del mattino del 30 agosto Scammell riferì al generale Thomas Mifflin quello che intendeva essere l'ordine di Washington di spostarsi immediatamente sulle barche in attesa di traghettare le forze di Mifflin da Brooklyn Heights a Long Island a New York City a Manhattan. Ciò fece sì che le forze di Mifflin fossero in anticipo rispetto alla sua evacuazione programmata, sconvolgendo Washington, ma, cosa più importante, lasciando anche pericolosamente esposti gli avamposti che gli uomini di Mifflin avevano sorvegliato. Ciò non ha rallentato il suo avanzamento militare; il 29 ottobre fu nominato maggiore di brigata nella divisione di Charles Lee, e l'8 novembre 1776 assunse la carica di colonnello del terzo reggimento del New Hampshire e fu con Washington ai valichi del Delaware nel dicembre 1776 e gennaio 1777. Ritorno al dipartimento settentrionale in seguito alle battaglie di Trenton e Princeton, era presente quando St. Clair evacuò Ticonderoga il 5 luglio 1777 e guidò il suo reggimento nelle due Battaglie di Saratoga; in una di queste ultime azioni è stato leggermente ferito.

Il 5 gennaio 1778 successe a Timothy Pickering come aiutante generale di Washington, in cui era suo dovere arrestare Charles Lee e, curiosamente, giustiziare la sua controparte britannica, John André. Fu durante questo periodo che Scammell lavorò con Steuben per standardizzare le scartoffie dell'esercito e l'amministrazione generale. Il 16 novembre 1780 Scammell presentò le sue dimissioni da aiutante generale per prendere il comando del First New Hampshire, ma fu solo il 1 ° gennaio 1781 che effettivamente lasciò lo staff di Washington. Comandò 400 fanteria leggera nelle operazioni preliminari contro Manhattan nel luglio 1781. Durante l'assedio di Yorktown, Scammell stava ispezionando la sua linea quando fu sorpreso da un dettaglio del nemico. Nonostante la sua resa, ha subito una ferita da arma da fuoco. Liberato e portato a Williamsburg nella speranza di guarigione, vi morì il 6 ottobre 1781. Non ci possono essere dubbi sulla sua popolarità; molti diaristi e scrittori di lettere della fine del diciottesimo secolo commentarono il triste evento. Il New Hampshire ha nominato un ponte significativo vicino a Portsmouth in suo onore.