Sara josephine baker

Sara Josephine Baker (1873-1945) era un medico che lavorava per migliorare l'assistenza sanitaria pubblica e ridurre sostanzialmente i tassi di mortalità infantile a New York City.

Sara Josephine Baker è stata una pioniera nel campo della salute pubblica e un'attivista nel movimento delle donne. È stata la prima donna a ricevere un dottorato in sanità pubblica. In qualità di capo della nuova divisione dell'igiene infantile del Dipartimento della Salute, ha ridotto il tasso di mortalità infantile di New York City al più basso di tutte le principali città del mondo. Dal 1922 al 1924 ha rappresentato gli Stati Uniti nel comitato sanitario della Società delle Nazioni.

Nata il 15 novembre 1873 a Poughkeepsie, New York, Baker era figlia di genitori benestanti. Suo padre quacchero, Orlando Daniel Mosser Baker, era un avvocato e sua madre fu una delle prime donne a frequentare il Vassar College. La zia Quaker Abby di Baker la stimolò intellettualmente e le instillò il coraggio di essere un'anticonformista. Questo background ha influenzato la sua decisione di entrare in medicina e stabilire programmi innovativi di salute preventiva, in particolare in ostetricia (parto) e pediatria (trattamento dei bambini).

Diventa dottore

Quando Baker aveva 16 anni sia suo padre che suo fratello morirono in un'epidemia di tifo. Devastata, ha abbandonato i piani per frequentare Vassar e ha deciso di andare direttamente al New York Women's Medical College. Era determinata a diventare un medico per aiutare a sostenere sua madre e sua sorella. Nel 1898, dopo quattro anni di studio intensivo, Baker si diplomò seconda in una classe di 18 anni. Si internò, o acquisì esperienza pratica in medicina, presso il New England Hospital for Women and Children, una clinica ambulatoriale che serve i residenti in uno dei peggiori bassifondi. a Boston, nel Massachusetts. Successivamente si è trasferita a New York City con la sua coinquilina e collega stagista, dove hanno aperto uno studio vicino a Central Park West. Incapace di sbarcare il lunario, Baker ha accettato un lavoro come ispettore medico per il Dipartimento della Salute di New York City. Ha esaminato i bambini malati nelle scuole e ha lavorato per controllare la diffusione di malattie contagiose.

Diventa la prima donna ufficiale sanitaria

Nel 1902 Baker ricevette l'incarico di cercare bambini malati a Hell's Kitchen. Situato vicino alle banchine del West Side di Manhattan, Hell's Kitchen era una baraccopoli dove 1,500 bambini morivano ogni settimana di dissenteria (una malattia che causa grave diarrea e disidratazione). Nel 1908 il Dipartimento della Salute istituì una divisione per l'igiene dei bambini, con Baker come direttore. È stata la prima donna negli Stati Uniti a ricoprire una posizione esecutiva in un dipartimento sanitario. Lì ha plasmato politiche per una riforma sanitaria innovativa e ha affidato al governo la medicina preventiva e l'educazione sanitaria. Mentre il programma di Baker ha salvato la vita di innumerevoli bambini, ha rivoluzionato l'assistenza sanitaria pediatrica negli Stati Uniti e anche in altre nazioni.

Avvia progetti innovativi

Uno dei progetti di Baker era la creazione di "stazioni del latte" in tutta la città, dove le infermiere esaminavano i bambini, distribuivano latte di alta qualità a basso costo e controlli programmati. Solo nel 1911 15 stazioni di latte hanno prevenuto più di 1,000 morti e l'anno successivo sono state aperte altre 40 stazioni. Un altro dei programmi di Baker era la formazione e il rilascio di licenze per ostetriche o persone che assistono le donne durante il parto. Poiché molte donne immigrate erano abituate all'ostetricia, erano riluttanti a permettere che i loro bambini venissero consegnati da medici maschi negli ospedali. Le ostetriche erano spesso non qualificate, tuttavia, e il tasso di mortalità infantile era elevato. Baker ha istituito un programma di licenza obbligatorio con risultati così positivi che è stata in grado di dimostrare che i tassi di infezione per le consegne a domicilio erano inferiori a quelli degli ospedali.

Baker ha anche avviato un programma chiamato Little Mothers League per addestrare le ragazze alla cura dei bambini, dal momento che molte ragazze sono state incaricate dei loro fratelli più piccoli mentre le loro madri lavoravano. Attraverso questo programma gli infermieri hanno istruito le studentesse sull'alimentazione, l'esercizio fisico, la vestizione e la cura generale dei bambini. Un metodo ancora più significativo per ridurre la mortalità infantile è stato un sistema di affidamento fondato da Baker per dare ai bambini orfani un ambiente migliore di quello disponibile negli istituti. I suoi sforzi hanno contribuito a ridurre i tassi di mortalità da metà a un terzo dei bambini nati in un anno. Ha anche introdotto il concetto di assistenza prenatale per prevenire la mortalità infantile durante e dopo il parto.

Contribuisce al sistema sanitario pubblico della nazione

Tra gli altri risultati di Baker c'erano un sistema di ispezione scolastica e l'organizzazione e lo snellimento delle procedure di tenuta dei registri per i dipartimenti sanitari, che è stato adottato a livello nazionale. Ha aperto cliniche specializzate e ha istituito la formazione dei genitori da parte di infermieri della sanità pubblica. Nel 1912 fondò il Federal Children's Bureau e pianificò la creazione di una divisione per l'igiene dei bambini in ogni stato. Oltre ad essere una leader nel campo medico, Baker era in prima linea nel movimento delle donne alle prime armi. Nel 1915 fu invitata da funzionari della Scuola di Medicina della New York University (NYU) a tenere lezioni sull'igiene dei bambini per un nuovo corso che portò a una laurea di dottore in sanità pubblica. Poiché lei stessa non aveva una laurea in materia di sanità pubblica, si è offerta di insegnare in cambio dell'opportunità di conseguire il diploma. Quando Dean William Park ha rifiutato la sua richiesta sulla base del fatto che la scuola di medicina non ammette donne, Baker ha rifiutato l'appuntamento.

Park cercò invano per un anno un altro istruttore, alla fine si arrese e ammise Baker e altre donne al programma. L'accoglienza di Baker da parte di alcuni studenti maschi è stata ostile, ma ha continuato a insegnare alla NYU per 15 anni. Insieme ad altre cinque donne Baker fondò la College Equal Suffrage League, un'organizzazione che si batteva per il diritto di voto delle donne, e lei marciò nella prima parata annuale per il suffragio della Fifth Avenue.

Nominato rappresentante della Società delle Nazioni

Durante il suo mandato come rappresentante degli Stati Uniti nel comitato sanitario della Società delle Nazioni dal 1922 al 1924, Baker è stata nominata direttrice consultiva per la maternità e l'igiene infantile dell'Ufficio dei bambini degli Stati Uniti. Dopo il pensionamento ha partecipato a più di 25 comitati dedicati al miglioramento dell'assistenza sanitaria ai bambini. Ha anche servito un mandato come presidente dell'American Medical Women's Association. Baker morì di cancro il 22 febbraio 1945 a New York City. Il suo lavoro ha gettato le basi per procedure sanitarie preventive che hanno salvato la vita di centinaia di migliaia di bambini, con un conseguente miglioramento dei tassi di mortalità da uno su sei nel 1907 a uno su 20 entro il 1943.

Ulteriori letture

Peavy, Linda e Ursula Smith, Donne che hanno cambiato le cose, Figli di Charles Scribner, 1983, p. 122.

Morantz-Sanchez, Regina Markell, Simpatia e scienza: Women Physicians in American Medicine, Oxford University Press, 1985.

Morantz, Regina Markell, Cynthia Stodola Pomerleau e Carol Fenichel, eds., Nelle sue stesse parole: storie orali di donne medico, Yale University Press, 1982, pag. 30. □