Santuari marini

Santuari marini, creati dal titolo III del Marine Protection, Research, and Sanctuaries Act del 1972, e modificati e autorizzati nuovamente ogni quattro anni a partire dal 1980. Il Congresso stava rispondendo in gran parte alle pressioni del crescente movimento ambientalista per la protezione ambientale. Libri come Il mare intorno a noi (1951, rev. 1961) di Rachel Carson e documentari televisivi dell'esploratore sottomarino francese Jacques Cousteau incantarono un vasto pubblico popolare con descrizioni di organismi marini. I loro lavori hanno trasmesso il messaggio che l'impatto umano sugli ecosistemi marini influisce direttamente e negativamente sulla salute umana. La legislazione del 1972 non solo ha fornito il meccanismo per proteggere gli ecosistemi della costa degli Stati Uniti attraverso i santuari oceanici, ma ha anche imposto un programma federale di ricerca marina e ha consentito all'Agenzia per la protezione ambientale di regolamentare lo smaltimento industriale e municipale dei rifiuti in mare.

Trent'anni dopo, il National Marine Sanctuary System, amministrato dalla National Oceanic and Atmospheric Administration, comprende tredici santuari designati, comprese aree uniche e minacciate sia in località costiere che offshore. Sette dei santuari designati sono stati incorporati nel sistema dal 1990 e insieme i santuari comprendono quasi 18,000 miglia quadrate di area protetta, un'area grande quasi quanto il Vermont e il New Hampshire insieme. Si trovano dalle Samoa americane alla California alla Florida e proteggono un'ampia gamma di fenomeni ecologicamente sensibili, dai corridoi per la migrazione delle balene ai canyon di acque profonde, alle barriere coralline e ai relitti storicamente significativi. Sebbene il governo regoli l'uso dei santuari, incoraggia molti usi diversi, tra cui la ricreazione, la navigazione e persino la pesca commerciale.

Bibliografia

Hays, Samuel P. Bellezza, salute e permanenza: ambientaleLa politica negli Stati Uniti, 1955–1985. New York: Cambridge University Press, 1987.

Shabecoff, Philip. Un feroce fuoco verde: il movimento ambientalista americano. New York: Hill e Wang, 1993.

DennisWilliams/cw