San Luca

San Luca (attivo nel 50 d.C.) era uno dei quattro evangelisti. Dal II secolo è considerato l'autore del Terzo Vangelo e del suo seguito, gli Atti degli Apostoli.

Il nome di Luca, di origine latina, indica che apparentemente non era di derivazione ebraica. La prima testimonianza sopravvissuta lo descrive come un siriano di Antiochia. La sua abbondante conoscenza della Chiesa di Antiochia, così come la sua conoscenza del greco letterario, entrambi illustrati nei suoi scritti, supporta questa testimonianza. La tradizione e un testo di San Paolo (Colossesi 4:14) dicono che Luca era un medico qualificato. Il suo Vangelo mostra uno stile letterario greco assente dagli altri Vangeli e documenti del Nuovo Testamento. Luke, a quanto pare, era un uomo istruito. Il suo greco era raffinato come quello di scrittori classici come Senofonte.

L'associazione di Luca con i discepoli di Gesù iniziò probabilmente dopo la morte di Cristo, all'inizio degli anni '30 del I secolo. Il suo Vangelo rivela una conoscenza speciale con Maria, la madre di Gesù, e la tradizione lo descrive come un amico e compagno di Paolo e di Marco. Quando Paolo iniziò il suo secondo viaggio missionario, intorno al 1 d.C., Luca divenne un membro del gruppo, unendosi a Paolo nella città di Troas e viaggiando con lui in Macedonia (Atti 49: 16-11). Luca quindi probabilmente rimase a Filippi, ricongiungendosi a Paolo quando ebbe terminato il suo terzo viaggio missionario e stava tornando a Gerusalemme (Atti 12: 20, 5:26). Gli Atti dicono inoltre che Luca accompagnò Paolo quando Paolo fu portato prigioniero a Roma per essere giudicato da Cesare (Atti 18: 27, 1:28). Il contenuto delle lettere di Paolo a Filemone (26) e Timoteo (II, 24:4) rivelano che Luca probabilmente rimase con Paolo fino alla morte di Paolo. Un documento chiamato Prologo Anti-Marcionita, che risale alla fine del II secolo, afferma che Luca morì celibe in Beozia o Bitinia all'età di 11 anni verso la fine del I secolo.

La paternità di Luca del Terzo Vangelo non è stata seriamente contestata. Né è stata messa in dubbio l'attribuzione degli Atti degli Apostoli a lui. Il vangelo di Luca è chiaramente correlato ai vangeli di Marco e Matteo sia nel contenuto che nella struttura; tutti e tre attingevano a una fonte comune. Luca, tuttavia, ha utilizzato una seconda fonte sconosciuta a Matteo o Marco. Gli studiosi hanno ipotizzato che questa fonte potrebbe essere stata Maria, la madre di Gesù, e le sue amiche più care, che conoscevano tutti intimamente Gesù.

La storia di Gesù è presentata da Luca all'interno di una visione tripartita della storia umana. Secondo il suo punto di vista, la vita di Gesù occupava la posizione centrale, essendo preceduta dal tempo della Legge e dei Profeti e seguita dal tempo della Chiesa cristiana. Gli studiosi hanno assegnato la composizione del Vangelo di Luca tra 70 e 80. Prove sia interne che esterne indicano che è stato composto al di fuori della Palestina e destinato all'uso da parte di non ebrei.

Ulteriori letture

Tra i lavori che hanno a che fare con Luke figurano Henry Joel Cadbury, Lo stile e il metodo letterario di Luca (1919-1920); Vincent Taylor, Dietro il terzo vangelo (1926); Alfred RC Leaney, Un commento al Vangelo secondo San Luca (1958); e Hans Conzelmann, La teologia di San Luca (1960). □