Salomone, patrick

12 aprile 1910
26 Agosto 1997

Patrick Solomon, ministro del governo, diplomatico e membro del Movimento nazionale del popolo, è nato a Port of Spain, Trinidad. Ha mostrato un intelletto superiore da bambino e in seguito si è distinto agli esami di mostra del college, piazzandosi primo tra tutti gli studenti delle scuole primarie, tra cui Eric Eustace Williams (1911-1981), il futuro primo ministro di Trinidad e Tobago. Nella scuola secondaria al St. Mary's College, vinse una prestigiosa borsa di studio dell'isola nel 1928, che gli permise di proseguire gli studi di medicina all'University College di Londra e alla Queen's University di Belfast, nell'Irlanda del Nord.

Tra il 1934 e il 1939, Solomon praticò la medicina in Galles, Scozia e Irlanda. Tornò quindi nei Caraibi, dove prestò servizio nel servizio medico delle Isole Sottovento fino al 1942. Nel 1943 Solomon tornò a Trinidad e ottenne un impiego presso il Port of Spain General Hospital. Quell'anno segnò anche il suo ingresso in politica, entrando a far parte del West Indian National Party (WINP), fondato nel sud di Trinidad dal Dr. David Pitt (1913-1994). Solomon ha formato una filiale del WINP a Port of Spain e ha fatto parte del suo comitato di gestione. Nel 1943 ha sostenuto il WINP nel boicottaggio delle elezioni suppletive della contea di Victoria, un tentativo di costringere le autorità coloniali a sciogliere la legislatura e tenere elezioni generali. Alla prima conferenza del partito del WINP il 19 marzo 1944, Solomon fu eletto al Comitato esecutivo centrale del partito. Tre mesi dopo, in una riunione del Consiglio Generale WINP, Solomon fu eletto per servire come terzo vice presidente.

All'interno del movimento operaio, Solomon ha svolto un ruolo fondamentale ma ha lasciato un'impressione passeggera. Nel 1946 il sindacato dei marinai e dei lavoratori sul lungomare (SWWTU) fece appello al loro datore di lavoro, l'Associazione marittima, per un nuovo contratto. L'associazione ha rifiutato e gli operai del lungomare hanno deciso di scioperare. Solomon è intervenuto, e non solo ha marciato con i lavoratori scontenti, ma ha ventilato la loro situazione nel Consiglio Legislativo a Trinidad e Tobago. Lo sciopero alla fine si è concluso a causa della crescente fame dei lavoratori, che con riluttanza sono tornati al lavoro.

Nel 1946 Trinidad e Tobago ha tenuto le sue prime elezioni con suffragio adulto. Il Fronte Unito è stato uno dei partiti politici di recente formazione che hanno contestato le elezioni. Questa era una coalizione di individui e organizzazioni, tra cui il WINP e il Consiglio nazionale indiano. Gli obiettivi del Fronte Unito erano: (1) pieno autogoverno interno; (2) nazionalizzazione delle industrie dello zucchero e del petrolio; e (3) istruzione di massa. Solomon è stato segretario del Fronte Unito ed è stato scelto per contestare il seggio a nord di Port of Spain. In una battaglia elettorale acutamente contestata, Solomon e altri due candidati del Fronte Unito hanno vinto le elezioni del 1946.

L'urgenza di aumentare il numero di membri eletti fu uno dei principali fattori che portarono alla formazione del Comitato per la riforma costituzionale nel 1947. Solomon presentò un rapporto di minoranza che criticava il sistema di nomina e fece appello per una camera unica pienamente eletta (eletta sulla base di suffragio adulto), un esecutivo eletto dal e dal legislatore e un consiglio esecutivo per essere responsabile davanti al legislatore. Tuttavia, i suggerimenti di Salomone furono ignorati dalla Gran Bretagna. Quando la nuova costituzione fu annunciata il 19 gennaio 1949, i cambiamenti degni di nota furono la maggioranza eletta di una persona nel consiglio esecutivo e la diminuzione dell'elemento nominato da sei a cinque persone. L'Assemblea doveva essere presieduta da un oratore scelto tra i membri eletti.

All'indomani delle elezioni del 1946, l'alto livello di razzismo spinse Solomon a fondare l'Istituto culturale indo-caraibico il 22 agosto 1949. Tuttavia, a causa delle accuse di promozione del razzismo indiano, questa impresa crollò rapidamente. Solomon formò il Partito socialista caraibico per contestare le elezioni del 1950, ma lui e il partito furono nettamente sconfitti alle urne. Solomon si è poi ritirato brevemente dalla politica, ma è stato convinto da Eric Williams a tornare sull'arena politica come uno dei membri fondatori del People's National Movement (PNM). Questa è stata una mossa saggia perché Solomon apparentemente aveva un genuino interesse per lo sviluppo politico del paese, e come professionista era considerato una risorsa per il PNM. Successivamente Solomon è stato eletto membro del Parlamento per Port of Spain South (1956) e Port of Spain West (1961). Il 25 settembre 1959, Solomon presentò una mozione al Consiglio legislativo che cercava il pieno autogoverno interno. Questo storico appello si concretizzò finalmente il 31 agosto 1962, quando il paese ottenne l'indipendenza.

In qualità di membro del PNM, Solomon ha servito fedelmente in vari ruoli. Ha servito come ministro dell'istruzione e della cultura (1956-1960), ministro degli affari interni (1960-1964) e primo ministro facente funzione, vice primo ministro e ministro degli affari esteri (1962-1966). A livello internazionale, Solomon è stato scelto come vice presidente dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 1966 e come Alto Commissario per Trinidad e Tobago a Londra tra il 1971 e il 1976.

Nel 1978 Solomon ricevette la Trinity Cross, il più alto riconoscimento di Trinidad e Tobago per il servizio distinto. Negli anni '1980 non era più impegnato in politica e divenne un giornalista settimanale per il Domenica espresso, un quotidiano locale.

Guarda anche Movimento nazionale dei popoli; Williams, Eric

Bibliografia

Solomon, Patrick. Solomon: An Autobiography. Trinidad: Inprint Caribbean, 1981.

Williams, Eric. Storia del popolo di Trinidad e Tobago. Port of Spain, Trinidad: PNM, 1962. Ristampa, New York: A&B, 2002.

Jerome Teelucksingh (2005)