Sala Radclyffe

Radclyffe Hall (1880-1943) è meglio conosciuto come l'autore del controverso romanzo lesbico, The Well of Loneliness. I casi giudiziari hanno portato al divieto del libro sia nel Regno Unito che negli Stati Uniti. Il verdetto americano fu ribaltato in appello, ma il libro rimase inedito nel Regno Unito fino al 1949.

Radclyffe Hall è nata Marguerite Radclyffe Hall il 12 agosto 1880 a Christchurch, Bournemouth, in Inghilterra. In seguito è stata chiamata John dai suoi amici e M. Radclyffe Hall o semplicemente Radclyffe Hall nei suoi libri. Sua madre, Marie, era americana e suo padre, Radclyffe Radclyffe Hall, o Rat, era inglese. I suoi genitori divorziarono nel 1882 e Marie si risposò con un musicista, Albert Visetti, che a Radclyffe Hall non piaceva.

Il primo attaccamento romantico di Hall fu per una cantante di nome Agnes Nicholls, che andò a pensione con sua madre. Dopo essere diventata maggiorenne ed ereditato la considerevole fortuna di suo nonno, Hall visitò la sua famiglia americana e sviluppò strette amicizie con i suoi cugini Jane Randolph e Dorothy Diehl. Hall ha affermato di non essere mai stata minimamente attratta dagli uomini.

Hall ha scritto poesie fin dalla tenera età. Il suo primo volume di poesie, 'Twixt Terra e Stelle, fu pubblicato nel 1906. Tuttavia, a quel tempo, i suoi interessi principali erano la caccia e il viaggio. Il 22 agosto 1907, alle terme tedesche di Homburg, Hall incontrò Mabel Batten, una donna sposata di 50 anni con una figlia adulta. Mabel, o Ladye come la chiamavano i suoi amici, era stata una rinomata bellezza ed era un'entusiasta cantante amatoriale. Divennero amanti e Batten influenzò notevolmente Hall, incoraggiandola a perseguire la sua scrittura di poesie. L'anno 1908 vide la pubblicazione del secondo libro di Hall, che includeva "Ode to Sapho". Il suo terzo volume è uscito un anno dopo. Quando il marito di Batten morì nel 1910, le due donne si stabilirono insieme. La quarta antologia di poesie di Hall è stata dedicata a Batten. Seguirono altri volumi di poesie.

Batten ha introdotto Hall alla società lesbica e al cattolicesimo. Hall iniziò a sviluppare un'immagine maschile, indossando giacche su misura e colletti rigidi. Entrambi rimasero in Inghilterra durante la prima guerra mondiale (1914-18) a causa della cattiva salute di Batten. Hall iniziò a provare a scrivere narrativa.

Primi guai

Nel 1915, Hall incontrò Una Troubridge e le due donne iniziarono una relazione che sarebbe durata il resto della sua vita. Troubridge era un artista professionista con una giovane figlia di nome Andrea ed era sposato con un capitano della marina, Ernest Troubridge. Questa vicenda ha causato una situazione di disagio tra Batten, Troubridge e Hall, fino alla morte di Batten nel 1916.

Dopo la morte di Batten, Hall e Troubridge svilupparono un interesse per lo spiritualismo e iniziarono a frequentare sedute con una medium, la signora Osborne Leonard. Credevano che lo spirito di Batten avesse dato loro dei consigli. Sir Oliver Lodge, membro della Royal Society ed ex presidente della Society for Psychical Research (SPR), ha incoraggiato le due donne a scrivere un documento di ricerca sulle loro sedute. Tuttavia, la figlia di Batten si è lamentata con l'SPR che il rapporto delle donne ha influenzato i loro metodi di ricerca.

Nel 1919, Troubridge e suo marito accettarono una separazione legale, consentendo a lei e Hall di organizzare accordi domestici più consolidati. Hall tornò alla scrittura di romanzi, iniziando il libro che sarebbe stato pubblicato come La lampada spenta. Tuttavia, i problemi di Hall non erano finiti. Nel 1920, George Lane Fox Pitt, un membro della SPR, accusò Hall e Troubridge di aver scritto un articolo "immorale" dopo aver parlato con il marito di Troubridge. Hall e Troubridge fecero causa per calunnia e vinsero una vittoria ravvicinata.

Successo letterario

Nel 1923, Hall acquisì un'agente letteraria, Audrey Heath. Ha iniziato a lavorare The Forge, che è stato pubblicato da Arrowsmith nel 1924. Questo ha venduto bene e Cassell ha accettato di pubblicare La lampada spenta. Una vita da sabato, il suo terzo romanzo, fu pubblicato il 1 aprile 1925, con una giacca disegnata da Troubridge. Hall ha iniziato a scrivere Adam's Breed, che è stato pubblicato da Russell Doubleday negli Stati Uniti

Razza di Adam fu rilasciato il 4 marzo 1926 e ricevette recensioni favorevoli. All'inizio di luglio, Hall ha completato il racconto "Miss Ogilvy Finds Herself", che trattava dell'omosessualità. Dodici giorni dopo iniziò a scrivere Stefano, il romanzo che è diventato Il pozzo della solitudine.

Il pozzo della solitudine

Il pozzo della solitudine, un tragico romanzo sulla vita di una lesbica, trasmette il messaggio che le lesbiche non possono fare a meno di essere ciò che sono e sono ingiustamente perseguitate dalla società. Hall ha studiato le teorie scientifiche sull'omosessualità, in particolare quelle di Havelock Ellis, uno psicologo inglese che credeva che l'omosessualità fosse "congenita". Ha avuto problemi a trovare un editore, alla fine ha convinto Jonathan Cape a rilasciarlo nel Regno Unito e Alfred Knopf negli Stati Uniti.

Il pozzo della solitudine apparve nel 1928. Le vendite iniziali e le recensioni furono buone. Poi domenica 19 agosto, il Domenica espresso ha stampato un articolo dannoso etichettandolo come immorale; "Preferirei dare a un ragazzo sano oa una ragazza sana una fiala di acido prussico piuttosto che questo romanzo. Il veleno uccide il corpo, ma il veleno morale uccide l'anima". Il libro divenne una notizia da prima pagina e le vendite aumentarono vertiginosamente. Mercoledì 22 agosto, il ministro dell'Interno ha incaricato Cape di fermare il libro o di affrontare procedimenti legali per oscenità. La pubblicazione nel Regno Unito si interruppe, ma Cape iniziò a stamparla a Parigi. Tuttavia, gli editori americani inquieti hanno interrotto l'uscita prevista per ottobre negli Stati Uniti.

Il 4 ottobre, i funzionari della dogana di Dover hanno sequestrato una spedizione del romanzo diretto a Londra. Pubblicarono i libri il 18, ma solo in modo che la Polizia Metropolitana potesse usare l'Oscene Publications Act di Lord Campbell del 1857 per confiscare e distruggere copie nei negozi e nell'ufficio di Capeford Square a Cape.

I tribunali erano pieni di gente per il processo. A Hall non è stato chiesto di stare nel banco dei testimoni e il magistrato presiedente ha negato tutto tranne il primo perito per la difesa sulla base del fatto che le opinioni non erano prove. Ha deciso per l'accusa, dicendo che l'argomento del libro era osceno. Un appello di dicembre non è riuscito a ribaltare il verdetto.

Tuttavia, il libro ha continuato a vendere bene in Francia. In America, l'impronta Covici Friede è stata sequestrata in modo simile dalla polizia di New York e le accuse intentate. Il verdetto del primo processo è stato che il libro era osceno, ma un appello ha ribaltato il verdetto.

Nonostante la sua delusione, Hall iniziò a lavorare a un nuovo romanzo, pubblicato nel 1932 come Il padrone di casa. La scrittura di Hall è stata fortemente influenzata dal cattolicesimo; in questo romanzo l'eroe muore per crocifissione. Stranamente, mentre lo scriveva, Hall affermò di aver sviluppato stimmate nelle sue mani. Il libro inizialmente fu venduto bene, ma le recensioni furono deludenti. Nel 1934 fu chiamata una raccolta di racconti La signorina Ogilvy trova se stessa è stato rilasciato, ma le recensioni sono state leggermente deludenti.

In quel periodo Hall incontrò Evgenia Souline, un'infermiera russa assunta quando Troubridge contrasse l'enterite durante le vacanze. Hall e Souline intrapresero una relazione che durò fino a poco prima della morte di Hall. Questa relazione causò infelicità a Troubridge, che rimase comunque con lei. La salute di Hall peggiorò nel 1943 e un esame rivelò che aveva un cancro del retto. Le operazioni non hanno avuto successo ed è morta a Londra il 6 ottobre, dopo diversi mesi dolorosi. È stata sorvegliata da Troubridge, il suo fedele compagno fino alla fine.

Ulteriori letture

Baker, Michael. I nostri tre sé: una vita di Radclyffe Hall. Hamish Hamilton Ltd., 1985.

Troubridge, uno. La vita e la morte di Radclyffe Hall. Hammond e Hammond 1961. □