Rush, Benjamin

Rush, Benjamin. (1746–1813). Medico, firmatario. Pennsylvania. Sei anni dopo la laurea a Princeton, è entrato all'Università di Edimburgo per completare i suoi studi di medicina. Nel giugno 1768 si laureò in medicina e andò a Londra per un tirocinio. A Edimburgo e Londra mostrò un vivo interesse per quelle che in seguito sarebbero state chiamate scienze sociali. Il giovane dottor Rush tornò a Filadelfia nel 1769 e presto fu nominato professore di chimica al College of Philadelphia, la prima cattedra del genere fondata in America. Ha anche sviluppato una pratica medica di successo e ha trovato il tempo per associarsi con leader patrioti come Thomas Paine, John Adams e Thomas Jefferson. A Londra era stato in rapporti amichevoli con Benjamin Franklin. Nel giugno 1776 prese un ruolo guida nel movimento verso l'indipendenza e il mese successivo divenne un delegato al Congresso continentale. Ha firmato la dichiarazione di indipendenza il 2 agosto 1776.

Rush si era offerto volontario nel 1775 per il servizio nell'esercito e potrebbe essere stato un chirurgo dell'esercito nel 1775-1776. L'11 aprile 1777 divenne chirurgo generale del dipartimento di mezzo. La sua carriera militare fu breve. Non trovando l'amministrazione del servizio medico di suo gradimento, ha accusato il dottor William Shippen di inefficienza, ma un'indagine del Congresso ha confermato Shippen. Il dottor Rush ha quindi concluso che la gestione delle questioni militari da parte di Washington era insoddisfacente. Dopo aver contribuito ad avviare quella che divenne nota come Conway Cabal, Rush scrisse in modo anonimo a Patrick Henry da Yorktown il 12 gennaio 1778 per raccomandare che Washington fosse sostituita da Gates o Conway. Il governatore Henry ha inoltrato la lettera a Washington; quest'ultimo riconobbe l'eccellente calligrafia di Rush e lo confrontò con questa prova di slealtà personale. Rush si dimise il 30 aprile 1778.

Ritornando alla sua pratica, Rush divenne un chirurgo presso il Pennsylvania Hospital, una posizione che mantenne fino alla sua morte. Si specializzò nella cura dei malati di mente e divenne noto come il "padre della psichiatria americana". Stabilì il primo dispensario gratuito in America (1786), divenne presidente della prima società antischiavista del paese, chiese riforme penali, sostenne l'abolizione della pena capitale e sostenne l'istruzione pubblica gratuita. A lui si deve l'istituzione del Dickinson College (1783). Nell'arena politica sollecitò l'accettazione della Costituzione federale e fu premiato dal presidente Adams con l'incarico di tesoriere della Zecca degli Stati Uniti (1797-1813). Nel campo della medicina ha sviluppato un "sistema" rivoluzionario che, in termini più semplici, è stato costruito intorno all'ipotesi che tutte le malattie derivassero da una stimolazione nervosa eccessiva o insufficiente e che tutte potessero essere trattate allo stesso modo: drastiche emorragie drenanti a quattro quinti del sangue del paziente) e lo spurgo. Questo approccio fu presto condannato come idiota, ed è una fortuna che Rush non abbia avuto né il tempo né la voglia di testare la sua ipotesi.

Rush è accreditato come pioniere in numerosi campi medici, tra cui fisiologia sperimentale, carie dentale e formazione veterinaria. I suoi saggi medici hanno guadagnato la distinzione letteraria.