Rowan, carl t.

11 Agosto 1925
23 settembre 2000

Nato a Ravenscroft, nel Tennessee, figlio di un operaio di legname, giornalista e funzionario governativo Carl Thomas Rowan, è cresciuto in povertà. Dopo essersi diplomato in scuole locali nel 1942, ha risparmiato abbastanza soldi per frequentare la Tennessee State University. Mentre era al Tennessee State, Rowan fu arruolato e selezionato per un programma speciale per addestrare ufficiali afroamericani nell'allora segregata US Navy. Nel 1945, dopo aver completato il servizio militare, Rowan si iscrisse all'Oberlin College in Ohio; si è laureato nel 1947. Determinato a diventare giornalista, si è trasferito a Minneapolis e ha conseguito un Master presso l'Università del Minnesota nel 1948.

Nello stesso anno Rowan fu assunto come copywriter dalla società bianca Tribune di Minneapolis ed è stato nominato reporter nel 1950, diventando uno dei primi reporter afroamericani per un grande quotidiano urbano. L'anno successivo Rowan visitò gli stati del sud, riferendo sulla discriminazione razziale. I suoi articoli (che sono stati raccolti nel libro A sud della libertà nel 1952) gli valse l'attenzione nazionale. Rowan ha continuato come giornalista per il Tribune per dieci anni e ha vinto diversi premi giornalistici per la sua copertura di temi come quello della Corte Suprema degli Stati Uniti Brown contro. Board of Education caso di desegregazione scolastica nel 1954, la Conferenza di Bandung delle nazioni non allineate in Indonesia nel 1955 e la guerra civile del 1960 nell'ex Congo belga. Nel 1956 Rowan fece un secondo viaggio nel sud e fu uno dei primi giornalisti nazionali a coprire il boicottaggio degli autobus di Montgomery. Ha raccontato il suo viaggio in Vai a sud verso il dolore (1957). Alla fine degli anni Cinquanta scrisse altri due libri: Il pietoso e l'orgoglioso (1956), un rapporto sulla società e la cultura in India, e Aspetta fino al prossimo anno (1960), una biografia della star del baseball Jackie Robinson.

Nel 1961 Rowan fu nominata vice segretario di stato aggiunto dal presidente John F. Kennedy. Ha trascorso due anni nella posizione, dirigendo la redazione di documenti di posizione. Rowan ha anche assistito il vicepresidente Lyndon B. Johnson, accompagnandolo in un tour in Medio Oriente, India e Vietnam. Nel 1962 fu assegnato alla delegazione statunitense alle Nazioni Unite. Nel gennaio 1963 Kennedy nominò Rowan ambasciatore degli Stati Uniti in Finlandia. Rowan è stato uno dei primi afroamericani mai assegnati come ambasciatore in un paese in gran parte bianco.

Nel dicembre 1963 il presidente Lyndon B. Johnson nominò Rowan a capo della United States Information Agency (USIA), in sostituzione di Edward R. Murrow. Come direttore dell'USIA, Rowan ha ricoperto di gran lunga la più alta posizione nel ramo esecutivo ricoperta da un afroamericano fino a quel momento. Ha anche partecipato alle riunioni di gabinetto ed è stato consigliere politico. Rowan rimase nell'agenzia per poco più di un anno prima di rassegnare le dimissioni a causa degli attriti con Johnson sul Vietnam e su altre politiche.

Nel 1965 Rowan fu assunto come editorialista e docente dal Field Newspaper Syndicate, diventando il primo afroamericano con una colonna sindacata a livello nazionale. Durante i successivi tre decenni Rowan rimase uno dei giornalisti più visibili e rispettati negli Stati Uniti. Oltre alla sua colonna di giornale, Rowan è stato un commentatore radiofonico sindacato sul programma quotidiano Il rapporto Rowan, in qualità di membro regolare / commentatore del programma televisivo sindacato Agronsky & Company (1976-1988) e come frequente relatore su Incontra la stampa. Negli anni '1970 ha scritto Solo tra noi neri (1974), un libro di saggi su argomenti razziali e Race War in Rhodesia (1978). Nel 1987 è stato nominato presidente annuale del prestigioso gruppo di giornalisti, il Gridiron Club. Nel 1991 Rowan ha pubblicato Rompere le barriere: un ricordo. L'anno successivo ha fondato il programma Project Excellence, un fondo per borse di studio universitario da un milione di dollari. In riconoscimento dei suoi sforzi educativi, nel 1993 la Lynch Annex Elementary School di Detroit è stata ribattezzata Carl T. Rowan Community School in suo onore.

Rowan era un integrazionista impegnato e un liberale mainstream che attaccava sia i conservatori che i nazionalisti neri. Lui e i suoi scritti rimasero controversi. Nel 1988 Rowan, a lungo un sostenitore della legislazione sul controllo delle armi, ha attirato i titoli dei giornali nazionali dopo aver sparato e ferito un uomo bianco che era entrato nella sua casa di Washington, DC. È stato minacciato di arresto con l'accusa di possesso di una pistola illegale, ma le accuse sono state successivamente ritirate. Rowan ha affermato di essere stato vittima di un procedimento giudiziario politicamente motivato guidato dal sindaco Marion Barry, la cui amministrazione aveva attaccato nella sua colonna.

Nel 1986 Rowan ha scritto e prodotto Thurgood Marshall: The Man (1986), due documentari televisivi sulla carriera di Marshall. Nel 1987 iniziò a collaborare alle memorie di Marshall, ma il progetto fu abbandonato quando Marshall si rifiutò di discutere i suoi casi alla Corte Suprema. Rowan ha poi scritto una biografia, Dream Makers, Dream Breakers: The World of Justice Thurgood Marshall, Che è stato pubblicato in 1993.

Sebbene afflitto da problemi di salute, che alla fine hanno richiesto l'amputazione di una gamba, Rowan ha continuato a scrivere la sua colonna ea parlare di questioni razziali. Nel 1995 ha denunciato la Million Man March come razzista. Nel 1996 ha pubblicato L'imminente guerra razziale in America, in cui metteva in guardia sul potenziale di violenza se il pregiudizio bianco e la negazione delle pari opportunità non fossero stati affrontati.

Rowan è morta per cause naturali all'età di settantacinque anni.

Guarda anche Barry, Marion; ; Giornalismo; Robinson, Jackie

Bibliografia

Rowan, Carl T. Rompere le barriere: un ricordo. Boston: Little, Brown, 1991.

greg robinson (1996)
Aggiornato dall'editore 2005