Ronald gideon ngala

Ronald Gideon Ngala (1923-1972) era un politico keniota. La sua carriera è stata segnata da un approccio realistico alla politica e da una devozione al Kenya che gli ha permesso di mettere la stabilità del suo Paese al di sopra della propria ambizione politica.

Ronald Ngala è nato nella città costiera di Kilifi nella colonia britannica del Kenya. Ha studiato alla Alliance High School e al Makerere University College, dove ha conseguito un diploma in insegnamento. Iniziò quindi la carriera di insegnante (1949-1954), salendo agli incarichi di preside della Buxton School (1955-1956) e di supervisore di scuole (1957-1958).

Durante gli anni '1950, i partiti politici nazionali furono banditi nella colonia britannica, ma i partiti regionali furono ammessi in alcune aree. Gruppi africani e non africani erano in competizione per avere la possibilità di influenzare il futuro del Kenya. Ngala iniziò la sua carriera nazionale venendo eletto al Consiglio legislativo nel 1957. Nel 1959, il Kenya National Party, un gruppo multirazziale, fu formato con Ngala il suo segretario. Il partito è stato generalmente osteggiato dai membri più radicali della comunità africana.

Alla conferenza della Lancaster House del febbraio 1960, gli africani inviarono una delegazione unita sotto la guida di compromesso di Ngala. La conferenza è stata un tentativo degli inglesi di controllare l'evoluzione del Kenya verso l'indipendenza. Ma le rivalità tra i politici africani sono rimaste. I leader del consiglio legislativo si sono divisi in due partiti, il Kenya African National Union (KANU) e il Kenya African Democratic Union (KADU). Ngala fu scelto come tesoriere del KANU, ma era insoddisfatto di quella carica minore e andò a KADU, e ne fu eletto presidente.

Nelle elezioni del 1961 il KANU, sotto la guida di Oginga Odinga, vinse il voto popolare ed elesse il maggior numero di legislatori. La maggior parte dei kenioti considerava ancora il leader del movimento per l'indipendenza Jomo Kenyatta come il loro leader anche se gli inglesi lo tenevano in detenzione. Dopo negoziati segreti, gli inglesi diedero a KADU l'opportunità di formare un governo con la promessa che Kenyatta sarebbe stato rilasciato entro quattro mesi. Ngala è stato nominato leader degli "affari del governo". Ma con l'uscita di Kenyatta, Ngala fu presto relegato in secondo piano. Sia KANU che KADU hanno cercato di ottenere l'approvazione di Kenyatta. Ngala ha tentato di scendere a compromessi per preservare l'unità africana, ma si è dimostrato incapace di controllare il suo partito e Kenyatta è diventato presidente del KANU.

Una nuova costituzione nel 1962 portò alle elezioni, vinte dal KANU, e nel maggio 1963 Kenyatta divenne primo ministro del Kenya. Ngala era il leader dell'opposizione, ma quando i membri del KADU iniziarono ad attraversare il KANU per lealtà verso Kenyatta, divenne chiaro che KADU non aveva futuro. Nel 1964, Ngala sciolse il partito e si unì al KANU in quello che divenne uno stato monopartitico. Ngala è diventato ministro delle cooperative e dei servizi sociali nel governo di Kenyatta. Non ha mai più giocato un ruolo importante nella vita politica del Kenya, ma è stato ricordato come uno dei suoi leader nella lotta per l'indipendenza.

Ulteriori letture

Di AJ Hughes, Africa orientale (1963). □