Rockefeller, john davidson (1839-1937)

Industriale, filantropo

Inizi. Uno dei più famosi baroni rapinatori della fine del XIX secolo nacque nel 1839, figlio di un commerciante e venditore di brevetti, nella regione dei Finger Lakes a New York. Nel 1853 si trasferì con la sua famiglia a Cleveland e nel 1856, all'età di sedici anni, entrò in attività come contabile presso la ditta Hewitt & Tuttle di Cleveland. Qui Rockefeller ha mostrato per la prima volta gli istinti conservatori e meticolosi che avrebbero governato il resto della sua carriera. Dopo alcuni anni si interruppe e si mise in proprio con un socio, Maurice B. Clark, di una drogheria all'ingrosso. Il business esplose durante gli anni della Guerra Civile ei partner si espansero nella raffinazione del petrolio nel 1863 con il nome di Andrews, Clark & ​​Company (Rockefeller preferiva mantenere il suo nome fuori dagli occhi del pubblico). Questa attività iniziò come attività secondaria, ma nel 1865 Rockefeller rilevò Clark e spostò la sua attenzione esclusivamente sulla raffineria. Nel 1869 Rockefeller consolidò le numerose partnership con cui gestiva l'attività, formando la Standard Oil Company. A questo punto Rockefeller dominava la raffinazione nella regione di Cleveland; negli anni a venire ha ampliato il suo dominio su scala nazionale e globale e, nel processo, si è fatto una figura famigerata nella mente del pubblico.

Notorietà. Rockefeller ha cercato di mantenere tranquilla la crescita della Standard Oil, ma con la crescita degli affari la sua tattica ha iniziato ad attirare pubblicità negativa. Il primo grave attacco avvenne nel 1879, in un'indagine del legislatore dello stato di New York sui rapporti della Standard Oil con le ferrovie. I risultati dell'indagine sono diventati noti quando sono stati pubblicati in un articolo di Henry Demarest Lloyd sul Atlantic Monthly nel 1881. Successivamente, raffinatori e produttori indipendenti mantennero una pressione costante su Rockefeller. Mentre la sua azienda respingeva gli attacchi più o meno continui da parte di agenzie statali e federali, sia l'uomo che la sua azienda divennero famosi come incarnazioni delle tendenze che trasformavano l'economia americana.

La pensione. Rockefeller si ritirò dalla gestione quotidiana di Standard nel 1896, all'età di cinquantasei anni, con una fortuna personale che salì (mentre la sua azienda continuava a crescere) a una stima di 900 milioni di dollari nel 1913. Anche prima di andare in pensione aveva già iniziato a donare sostanziosi somme per cause caritatevoli; nel 1891 assunse Frederick T. Gates per gestire le sue iniziative filantropiche e nel 1892 aveva donato più di 1 milione di dollari a college (in particolare l'Università di Chicago, fondata sui soldi dei Rockefeller), biblioteche, ospedali e altre istituzioni. Nel 1913 ha fondato la Fondazione Rockefeller. Morì nel 1937.

Fonte

Allan Nevins, Study in Power: John D.Rockefeller, industriale e filantropo, 2 volumi (New York: Scribners, 1953).