Robert edler di musil

Il romanziere, drammaturgo e saggista austriaco Robert Edler von Musil (1880-1942) ha guadagnato una fama in gran parte postuma per il suo romanzo monumentale e incompiuto "L'uomo senza qualità".

Robert Musil è nato il 6 novembre 1880 a Klagenfurt, in Carinzia, in Austria. Figlio di un professore di ingegneria, Musil ha ricevuto la sua istruzione elementare presso scuole militari dal 1892 al 1897. Dopo aver prestato servizio per un periodo come ufficiale nell'esercito austriaco, iniziò gli studi di ingegneria, passando successivamente alla filosofia, alla logica e alla psicologia sperimentale. Nel 1908 ottenne un dottorato per il suo lavoro su Ernst Mach presso l'Università di Berlino. Tra il 1911 e il 1914 Musil prestò servizio come bibliotecario presso la Technische Hochschule di Vienna. Durante questo periodo è stato anche brevemente direttore di Il nuovo Rundschau, una recensione. Durante la prima guerra mondiale Musil era un ufficiale dell'esercito austriaco e nel dopoguerra fu impiegato nell'Ufficio della Guerra e in vari altri ministeri del governo.

Tra il 1922 e il 1938 Musil visse a Berlino e Vienna, sostenendosi come scrittore e grazie ai contributi sistematici di amici interessati. Dopo l'Anschluss, Musil andò volontariamente in esilio, vivendo in Svizzera fino alla sua morte. Morì a Ginevra il 15 aprile 1942, in povertà e quasi completamente sconosciuto.

Storie e drammi

Musil ha pubblicato il suo primo romanzo, Le confusioni dell'allievo Törless (Giovane Törless), nel 1906. È una storia di adolescenza travagliata ambientata in una scuola militare sul modello di quella frequentata sia da Musil che da Rainer Maria Rilke. Il problema principale di Musil nel libro era raggiungere un equilibrio emotivo sia all'interno dei suoi personaggi che nelle loro relazioni con i loro simili. Il libro ebbe immediatamente successo e Musil fu pubblicato successivamente Associazioni, due racconti, nel 1911. In entrambi ... La perfezione dell'amore con La tentazione della silenziosa Veronica- la realtà insopportabile viene trasformata dall'eccessiva immaginazione. Il conseguente aumento delle emozioni determina un'unione spirituale e non fisica con la persona amata.

Entrambi i drammi di Musil, Gli appassionati (1921) e Vincent e l'amico di uomini importanti (1924), rappresentano i trampolini di lancio verso il raggiungimento di un equilibrio più tangibile. In tempi di grande intensità emotiva, dice Musil, i limiti svaniscono e l'uomo può raggiungere l'identificazione e l'unione con il proprio prossimo. I tre racconti di Tre donne (1921-1924) pone e risolve i problemi causati da uomini logici, razionali ed emotivamente limitati in relazione a donne emotivamente più complicate.

Risultato monumentale

In un certo senso, tutti i primi lavori di Musil erano una preparazione per il suo grande romanzo e capolavoro, L'uomo senza proprietà (L'uomo senza qualità), che iniziò nei primi anni '1920. Il primo volume fu pubblicato in tedesco nel 1930, il secondo nel 1933 e il terzo nel 1942. Stava lavorando al quarto al momento della sua morte. Circa 365 pagine di questo romanzo furono pubblicate in traduzione inglese nel 1953. Rappresentano circa la metà del volume 1. I volumi 2 e 3 furono pubblicati anche in traduzione inglese.

Musil's magnum opus è un romanzo sulla vita e la storia dell'Austria prima della prima guerra mondiale. Ulrich, l'eroe del romanzo, è l'uomo senza qualità, vale a dire un uomo con un potenziale inalterato. Come il suo creatore, è stato ufficiale, ingegnere e matematico. È il segretario di una celebrazione, la cui pianificazione inizia nel 1913, per l'anniversario del 1918 dell'Impero austro-ungarico. L'implicazione ironica è che l'impero sarà crollato prima che si tenga la celebrazione.

Ulrich si prende un anno di congedo dai suoi doveri per cercare di scoprire il senso della vita. La sua formazione scientifica gli consente di guardare alla vita come a un laboratorio e considera l'intensità emotiva come l'unica morale significativa. Raggiunge l'equilibrio e l'equilibrio dopo aver incontrato sua sorella Agathe. Mentre analizzano le loro vite emotive, sperimentano uno stato di intensità mistica basato su un'interpretazione razionale, il più alto grado di sentimento.

Ulteriori letture

Lo studio più prezioso di Musil in inglese è Burton Pike, Robert Musil: un'introduzione al suo lavoro (1961), la cui prefazione include informazioni biografiche. Una discussione su Giovane Törless appare in Frank Kermode, Puzzle ed epifanie: saggi e recensioni, 1958-1961 (1962). Le figure di Musil in indagini generali sulla letteratura tedesca moderna, come Harry T. Moore, Letteratura tedesca del ventesimo secolo (1967); August Closs, Letteratura tedesca del XX secolo (1969); e Henry Hatfield, Crisi e continuità nella narrativa tedesca moderna (1969).

Fonti aggiuntive

Hickman, Hannah, Robert Musil e la cultura di Vienna. La Salle, Illinois: Open Court Pub. Co., 1984. □