Riviste da dieci centesimi

Una rivoluzione dei prezzi. Nel giugno 1893, per competere con popolari periodici mensili come Munsey's, che fu fondato come settimanale nel 1889 e divenne mensile nel 1891, e Cosmopolitan, fondata nel 1886, SS McClure ha fondato un nuovo mensile, McClure'se ha fissato il prezzo a dieci centesimi, costringendo i suoi rivali ad abbassare i prezzi per eguagliarli. (Molti settimanali costano trentacinque centesimi.) Nei dieci anni successivi apparvero altre nuove riviste che venivano vendute per dieci o quindici centesimi, e nel 1903 rappresentavano circa l'85% della circolazione totale delle riviste in America. All'inizio del secolo le riviste più redditizie erano McClure's, Munsey's, Argosy e Cosmopolitan. Mentre alcuni hanno provato ad abbassare ulteriormente i prezzi, solo Il Saturday Evening Post, un settimanale ripreso nel 1897 da Cyrus HK Curtis, prosperò a un centesimo.

Una rivoluzione del mercato. Le nuove riviste mensili hanno approfittato delle migliori tecnologie di stampa per pubblicare molte illustrazioni piacevoli. I loro contenuti variavano, ma prestavano particolare attenzione ai problemi sociali contemporanei e ai movimenti di riforma. I figli e le figlie del ceto medio e operaio presero l'abitudine di leggere come mai prima e si creò un mercato nazionale per le riviste a diffusione di massa. Nel 1865 c'erano 700 periodici negli Stati Uniti; nel 1880 erano 2,400; e nel 1885 erano 3,300.

Concorrenza con i giornali. La crescita dell'industria pubblicitaria nazionale ha alimentato l'esplosione dei periodici a diffusione di massa, che hanno gareggiato con i giornali per la pubblicità. In risposta i proprietari di giornali hanno formato la International Circulation Managers Association nel 1898 e la Newspaper Advertising Executives Association nel 1900 per lottare per la loro quota di mercato. Per sopravvivere, riviste come Atlantic, di Scribner e Secolo ha dovuto seguire le nuove pubblicazioni nella loro copertura delle questioni sociali. Sebbene fossero superati in circolazione, questi periodici più anziani e d'élite mantennero il loro prestigio e la loro influenza. Settimanali generali come Harper's e Leslie's Illustrated e settimanali umoristici come Vita, Puck e Il Giudice, doveva anche competere per i lettori e le entrate pubblicitarie.

Il letto di semina del Muckraking. Di solito le riviste da dieci centesimi erano scritte bene. La copertura di Julian Hawthorne sulla guerra ispano-americana nel Cosmopolitan era popolare tra molti lettori. McClure's romanzi pubblicati di Robert Louis Stevenson, Rudyard Kipling, Sir Arthur Conan Doyle, Edward Everett Hale, Joel Chandler Harris, Thomas Hardy, Stephen Crane e O. Henry (William Sydney Porter), la cui prima storia è stata presentata dal Penitenziario Federale di Columbus , Ohio. I profili serializzati di Napoleone di Ida M. Tarbell nel 1894 e Abraham Lincoln nel 1895 hanno raddoppiato la circolazione di McClure's. Nel 1898-1899, dopo la guerra ispano-americana, McClure pubblicò in serie "La guerra sul mare e le sue lezioni" di Alfred Thayer Mahan, che dominò la pianificazione militare americana per decenni. Con il passare del secolo, la formula per la scrittura sociale attivista che ha stimolato le riforme del governo era stata messa in atto e la rivista da dieci centesimi è diventata il motore del periodo riformista più vigoroso nella storia del giornalismo americano, quello dei muckrakers.

L'edicola

Durante la fine del diciannovesimo secolo quasi ogni angolo di strada della città aveva un'edicola. I pedoni potevano trovare non solo i giornali ma una varietà di riviste in questi luoghi. Le riviste, molte delle quali sono ancora pubblicate, si rivolgevano a una varietà di interessi e avevano un prezzo ragionevole. Le seguenti riviste sono state tra le più apprezzate.

  Fondato Costo
Humour    
disco 1877 10 centesimi
Il Giudice 1881 10 centesimi
Vita 1883 10 centesimi
Casa e moda    
Ladies 'Home Journal 1883 6 centesimi
Buona pulizia della casa 1885 10 centesimi
Giovanile    
The Golden Argosy 1882 10 centesimi
Generale    
Rivista Cosmopolitan 1886 10 centesimi
Colliers una volta alla settimana 1888 7 centesimi
Everybody'Magazine 1899 10 centesimi
Il Saturday Evening Post 1821 5 centesimi
Il settimanale di Munsey 1889 10 centesimi
Rivista di McClure 1893 10 centesimi
Scribner's Magazine 1887 25 centesimi
Atlantic Monthly 1857 35 centesimi
Harper's Monthly 1850 25 centesimi
Harper's Weekly 1857 35 centesimi
Century Magazine 1870 35 centesimi

fonti: Frank Luther Mott, Una storia delle riviste americane, 5 volumi (Cambridge, Mass .: Harvard University Press, 1930-1968).