Riunioni grigio-blu

La guerra civile ha causato un profondo e ampio abisso di animosità tra i popoli del Nord e del Sud. Anni di ricostruzione ampliarono ulteriormente quel divario mentre le due regioni si riprendevano dalla guerra e gareggiavano per il potere sul futuro degli ex schiavi. Di conseguenza, non sorprende che gli Stati Uniti impiegassero molti anni per riprendersi dalla guerra e la nazione unita iniziò a risorgere dalle ceneri solo tra la metà e la fine degli anni Settanta. Come notato da un veterano della Guerra Civile, tuttavia, la riconciliazione richiese tempo: "Sarebbe davvero impaziente se cercasse progressi più rapidi" ("Camping on Chickamauga", 1870 settembre 16). Ma dagli anni Ottanta dell'Ottocento fino agli anni Novanta dell'Ottocento, quando il governo federale voltò le spalle alle questioni razziali e alle conquiste ottenute negli anni della Ricostruzione, addolcendo il Sud attraverso la segregazione, Nord e Sud diventarono più amichevoli l'uno verso l'altro. La prova di questa riconciliazione può essere vista meglio nelle riunioni Blu-Grigie che hanno riunito i veterani del Nord e del Sud per ricordare e commemorare la loro guerra (Blight 1892).

Nonostante la popolarità della Giornata della Decorazione in entrambe le regioni, si sono svolte poche o nessuna riunione di veterani comuni negli anni della ricostruzione iniziale e centrale. Verso la metà degli anni 1870, tuttavia, c'erano alcune osservanze comuni, ma erano poche e lontane tra loro. Uno dei primi fu a Vicksburg, Mississippi, nel 1874, quando i veterani di entrambe le parti, il New York Times riportato, formò "un'associazione nota come 'The Order of Blues and Greys', il cui scopo dichiarato era l'incoraggiamento di relazioni gentili e franche tra i sopravvissuti di entrambi gli eserciti" ("Articolo editoriale n. 5," 12 settembre 1874). Con la fine ufficiale della Ricostruzione nel 1877, le proverbiali catene di animosità furono rimosse, consentendo alle due parti di iniziare a riconciliarsi. La celebrazione del centenario nazionale del 1876 contribuì a promuovere questo comune sentimento di unità (Piehler 1995, pp. 75–76).

Verso la fine degli anni Settanta dell'Ottocento e certamente negli anni Ottanta dell'Ottocento, le riunioni congiunte erano diventate abbastanza comuni. Molti erano su piccola scala di riunioni locali, ma si è tenuto anche un numero impressionante di riunioni nazionali congiunte. Uno ha avuto luogo ad Atlanta nel 1870; un titolo in Il Washington Post leggi "Giornata di apertura della riunione dei ragazzi in blu e grigio" ("The Atlanta Celebration", 19 ottobre 1880). Un altro fu a Wilson's Creek, Missouri, nel 1883: "Durante la riunione il sentimento più cordiale è esistito tra la vecchia Unione e i soldati confederati", il Il Washington Post riportato, "e sono stati espressi i sentimenti più cortesi e generosi. Non una sola parola spiacevole è stata pronunciata per rovinare l'armonia e l'entusiasmo generale. Gli uomini si sono accampati insieme come se non ci fosse mai stata una differenza tra loro" ("Blended Blue e Gray, "12 agosto 1883). Un evento a Gettysburg, praticamente l'unico parco del campo di battaglia segnalato negli anni 1880, ricevette molta attenzione perché era "l'occasione di una riunione di veterani del nord e del sud" ("The Blue and the Grey", 12 agosto 1883) .

Nel 1890, queste riunioni erano abbastanza comuni. Con l'istituzione dei parchi militari nazionali, si sono tenuti numerosi raduni in relazione ai famosi siti. Una riunione congiunta ebbe luogo nel 1889 per promuovere l'idea di un parco nazionale a Chickamauga, e una riunione congiunta dei soldati di Shiloh si tenne in quel campo di battaglia il 6 e 7 aprile 1894. Un partecipante, George W. McBride, ricordò la riunione di Shiloh e il parco erano "l'offerta di coloro che hanno combattuto, di una fratellanza fraterna al futuro" (McBride [1896] 2003, p. 227). La dedicazione del Parco militare nazionale di Chickamauga e Chattanooga nel 1895 ha portato fino a 75,000 partecipanti, molti dei quali veterani del nord e del sud. Il vicepresidente Adlai Stevenson I (1835-1914) parlò alla folla di Chickamauga del 1895 dei veterani: "Si incontrano, non in un conflitto mortale, ma come fratelli, sotto un'unica bandiera, concittadini di un paese comune" ("Cementing the Union, "20 settembre 1895).

Negli anni successivi, i campi di battaglia servirono anche come luoghi di ritrovo per il numero in diminuzione di veterani della Guerra Civile. Gli anniversari erano momenti speciali di commemorazione congiunta, come il cinquantesimo anniversario di Gettysburg e Chickamauga nel 1913. Entrambi quei campi di battaglia osservavano cerimonie speciali a cui partecipavano entrambe le parti, con il presidente Woodrow Wilson che parlava ai veterani di Gettysburg, dicendo: "Ci siamo ritrovati di nuovo come fratelli e compagni, in armi, non più nemici, piuttosto amici generosi, le nostre battaglie passate, la lite dimenticata - tranne che non dimenticheremo lo splendido valore, la virile devozione degli uomini allora schierati l'uno contro l'altro, che ora si stringono le mani e sorridendo gli uni negli occhi "(Pennsylvania at Gettysburg 1914, vol. 3, p. 174). Una riunione congiunta simile ebbe luogo a Vicksburg nel 1917. Anche negli anni '1930, i veterani stavano ancora tornando nei loro campi di conflitto per commemorare le loro gesta. Al settantacinquesimo anniversario della battaglia di Gettysburg nel 1938, alcuni dei pochi veterani rimasti di entrambe le parti rievocarono la Carica di Pickett e strinsero la mano attraverso il famoso muro di pietra.

Con la scomparsa della generazione dei veterani, così passarono anche le riunioni congiunte, ma per pochi decenni i veterani si erano riuniti e ricordavano i loro vecchi tempi. Certamente, i veterani stessi hanno tratto molte soddisfazioni da queste riunioni, ma anche il servizio che hanno fornito alla loro nazione unita nel favorire la riconciliazione e promuovere la riunione tra le sezioni è stato estremamente importante. Sebbene non tutti i vecchi soldati siano stati riconciliati, è giusto che una riconciliazione significativa sia iniziata con i veterani, poiché era la loro generazione che era al timone quando la nazione si è divisa.

Bibliografia

"The Atlanta Celebration". Il Washington Post, Ottobre 19, 1880.

"Blended Blue and Grey."Il Washington Post, Agosto 12, 1883.

Blight, David. Race and Reunion: The Civil War in Memory and Reunion. Cambridge, MA: Harvard University Press, 2001.

"Il blu e il grigio." New York Times, Luglio 2, 1888.

"Campeggio a Chickamauga." Il Washington Post, Settembre 16, 1892.

"Cementare l'Unione." Il Washington Post, Settembre 20, 1895.

"Articolo editoriale n. 5." New York Times, Settembre 12, 1874.

McBride, George W. "Shiloh, dopo trentadue anni". Under Both Flags: un panorama della Grande Guerra Civile rappresentata in Storia, Aneddoto, Avventurae Romance of Reality [1896]. New York: Lyons Press, 2003.

Neff, John R. Onorare i morti della guerra civile: commemorazione e problema della riconciliazione. Lawrence: University Press of Kansas, 2005.

Pennsylvania a Gettysburg: cerimonie alla dedicazione dei monumenti eretti dal Commonwealth della Pennsylvania al maggiore generale George G. Meade, al maggiore generale Winfield S. Hancock, al maggiore generale John F. Reynolds e per contrassegnare le posizioni dei comandi della Pennsylvania impegnati nella battaglia. 3 voll. Harrisburg, PA: WS Ray, 1914.

Piehler, G. Kurt. Ricordando la guerra alla maniera americana. Washington, DC: Smithsonian Institution Press, 1995.

Smith, Timothy B. L'età dell'oro della conservazione del campo di battaglia: il decennio del 1890 e l'istituzione dei primi cinque parchi militari americani. Knoxville: University of Tennessee Press, 2008.

Timothy B. Smith