Rimsky-korsakov, nikolai

RIMSKY-KORSAKOV, NIKOLAI (1844–1908), compositore russo e pedagogo del conservatorio.

Nikolai Andreyevich Rimsky-Korsakov iniziò la sua carriera negli anni '1860 dell'Ottocento come uno dei compositori dei "Mighty Handful", un gruppo che cercava di stabilire uno stile nazionale russo nella musica. (Gli altri membri erano Modest Mussorgsky, Alexander Borodin, César Cui e il leader Mily Balakirev.) Fuori dalla Russia, le opere più celebri di Rimsky-Korsakov sono la suite sinfonica Scheherazade, i Festival di Pasqua russo overture e il pezzo forte dell'orchestra Capriccio spagnolo, ma ha anche prodotto quindici opere, quasi novanta canzoni, una ventina di altre opere orchestrali (comprese tre sinfonie), quindici opere da camera e altro ancora. Ha completato diverse opere incompiute dei suoi colleghi in "Manciata" e, in modo più controverso, ha rivisto l'opera finita di Mussorgsky Boris Godunov. Pedagogo profondamente influente, scrisse libri di testo sull'armonia e l'orchestrazione e insegnò al Conservatorio di San Pietroburgo dal 1871 fino alla sua morte nel 1908, con una breve pausa nel 1905.

Nato il 18 marzo (6 marzo, vecchio stile) 1844 a Tikhvin, vicino a Novgorod, in Russia, Rimsky-Korsakov dimostrò un interesse per la musica da bambino, ma fu educato per una carriera come ufficiale di marina all'Accademia navale di San Pietroburgo. Nel 1861, quando era ancora studente, incontrò Balakirev e iniziò con lui lezioni di composizione. Balakirev era lui stesso un autodidatta e non apprezzava l'istruzione sistematica del conservatorio. Invece ha insegnato ai suoi alunni suonando ottima musica con loro al pianoforte, spiegando, esaminando e criticando ogni opera frammentariamente. Quindi ha messo i suoi studenti al lavoro scrivendo i propri pezzi, sezionato la loro musica allo stesso modo e li ha inviati ad attuare i cambiamenti necessari. In tal modo Rimsky-Korsakov ha completato quattro importanti opere orchestrali, diverse canzoni e l'opera La cameriera di Pskov in soli dieci anni.

Sulla base di questo catalogo, a Rimsky-Korsakov fu offerto un posto come professore di composizione al Conservatorio di San Pietroburgo nel 1871, che accettò. Profondamente imbarazzato per le lacune nella propria formazione, iniziò quindi un intenso programma di autoeducazione. Negli anni successivi acquisì una tecnica disciplinata, che utilizzò immediatamente in diverse nuove opere orchestrali, revisioni di vecchie opere e due nuove opere, Maggio notte con La fanciulla di neve. Prodotto per la prima volta nel 1882, La fanciulla di neve è ancora considerato un lavoro fondamentale nello sviluppo di Rimsky-Korsakov.

Dopo la morte di Mussorgsky nel 1881, Rimsky-Korsakov si offrì volontario per preparare l'eredità del suo amico per la pubblicazione, a cominciare dall'opera incompiuta Khovanshchina. In tutte le sue edizioni di Mussorgsky, Rimsky-Korsakov ha corretto passaggi che riteneva fossero tecnicamente imperfetti, una procedura per la quale le generazioni successive lo hanno severamente criticato. Dopo la morte di Borodin nel 1887, lui e Alexander Glazunov completarono l'opera di quel compositore Principe Igor. Poi nel 1887 e nel 1888 scrisse le opere sinfoniche orchestrate dai colori che lo resero famoso in Europa -Capriccio spagnolo, Scheherazade, e la Festival di Pasqua russo overture. Il fantastico balletto d'opera Giovane, scritto sotto l'incantesimo di Richard Wagner Anello del Nibelungo, fu completato nel 1890 e eseguito per la prima volta nel 1892. Segnò l'inizio di uno stile di orchestrazione ancora più sofisticato.

I primi anni del 1890 furono un periodo incolto nel lavoro creativo di Rimsky-Korsakov, che si concluse solo con la composizione dell'opera Vigilia di Natale (1894–1895). Ha poi lavorato energicamente fino alla sua morte a Lyubensk il 21 giugno (8 giugno, vecchio stile) 1908, completando altre dieci opere, molte belle canzoni, alcune opere orchestrali minori, una serie di memorie e un libro di testo di orchestrazione. Le prime tra le ultime opere sono Sadko, la sposa dello zar (un'opera lirica e la sua opera più popolare in Russia), Il racconto dello zar Saltan (da cui è estratto "Il volo del calabrone"), e La leggenda della città invisibile di Kitezh e della fanciulla Fevronia. La sua ultima opera, Il gallo d'oro (Il galletto d'oro), è una satira della burocrazia zarista e l'unica delle sue opere che non ha vissuto per ascoltare - il censore ha ritardato la sua produzione. È anche la sua unica opera ad avere almeno un modesto punto d'appoggio nel repertorio occidentale, principalmente a causa della sontuosa produzione donatale da Sergei Diaghilev a Parigi nel 1914.

La musica di Rimsky-Korsakov è nota per la sua brillante orchestrazione e per la sua esplorazione sistematica delle risorse armoniche di due scale sintetiche, una composta da interi passi consecutivi, l'altra da interi passi e mezzi passi alternati. Le sue opere illustrano due categorie che ricorrono spesso nell'opera russa del diciannovesimo secolo: opere basate su soggetti della storia russa (La cameriera di Pskov, la sposa dello zar) e opere basate sul folklore russo e sulle fiabe (La fanciulla di neve, Mlada, Sadko, Tsar Saltan, Kitezh, Le coq d'or). La suite sinfonica Scheherazade estende l'idioma russo "orientale" che si trova in Balakirev (Tamara) e molti altri. Il popolare Festival di Pasqua russo overture usa melodie liturgiche in una scintillante evocazione del servizio pasquale ortodosso russo. L'influenza di Rimsky-Korsakov come insegnante si estende per tutta la musica russa del XX secolo perché molte figure importanti - tra cui Igor Stravinsky, Sergei Prokofiev e Dmitri Shostakovich - sono state insegnate da lui o da uno dei suoi allievi.