Ricreazioni salutari

Walking. Forse i primi abitanti del New England avevano paura della natura selvaggia, ma durante la maggior parte del periodo coloniale i coloni, specialmente nelle aree più antiche e consolidate, si divertivano a uscire all'aria aperta e camminare. Alcuni lo facevano solo perché gli piaceva stare lì, mentre altri consideravano camminare sano. Sono andati a visitare luoghi come Cohoes Falls fuori Albany o Passaic Falls nel New Jersey. Soprattutto nel Settecento si divertivano ad andare sui ruscelli o nei bei boschi e arrampicarsi sulle colline per guardare i panorami. Abigail Franks di New York City scrisse a suo figlio a Londra che "rimarrai sorpreso dal fatto che ho fatto una passeggiata per un giorno due volte questa estate". Il ministro luterano Henry Melchior Muhlenberg “voleva un po 'di esercizio e un po' d'aria fresca, quindi senza amici

abbiamo scalato tre miglia fino alla vetta più alta della grande montagna da cui siamo stati in grado di vedere circa trenta miglia in tutte le direzioni ". William Byrd della Virginia vagava per i terreni della sua piantagione quasi tutti i giorni, spesso con sua moglie e altre compagnie. Durante il diciottesimo secolo le élite del nord e del sud allestirono giardini che percorrevano loro stessi e invitarono altre persone, a volte perfette estranee, a godere.

Equitazione. Anche andare a cavallo, in carrozza e in slitta erano considerati modi piacevoli e salutari per trascorrere del tempo discrezionale. Sia gli uomini che le donne andavano a cavallo, ma mentre le donne cavalcavano in carrozza e slitta, non sembra che abbiano imparato a guidarle. Quando la congregazione di Muhlenberg volle mostrare il loro apprezzamento per i suoi sforzi facendogli un regalo, gli diedero dei soldi per comprare un cavallo in modo che potesse cavalcare per il suo svago. Anche i viaggi in carrozza erano un modo per allontanarsi dalla città, o da casa, e rinfrescarsi. Muhlenberg, ministero presso la congregazione a New York City e quindi lontano dai suoi più soliti ritrovi rurali, ha osservato: "Nel pomeriggio, il capitano Hartel, un uomo retto e un costante confessore della nostra religione, mi ha portato fuori città con la sua carrozza in una tenuta dove vive suo cognato, la cui moglie è membro della nostra congregazione, per preservare la mia salute. Improvvisamente ero stato portato via dal vigoroso esercizio a cui ero stato abituato per anni e lontano dalla fresca aria di campagna della Provvidenza ". In inverno le slitte sostituivano le sdraio. La neve, forse stranamente, rendeva i viaggi più facili. Madame Sarah Kemble Knight, a New York per lavoro nell'inverno del 1704, ricordava con affetto di essere stata portata in una fattoria su una slitta. Il Rev. John Sharpe, cappellano del forte a guardia del porto di New York, amava tutti i tipi di attività ricreative all'aperto, comprese la pesca e la caccia. Il 6 marzo 1710 registrò nel suo diario: "Mi sono sbarazzato nel mio Slae con ecc., La giornata è stata trascorsa in modo non redditizio. Signore perdonami, dammi la grazia di riscattare il mio tempo!" Ma non si è sbarazzato della slitta. Tutte le età ed entrambi i sessi hanno apprezzato l'euforia di uscire in una giornata fredda. I poveri, incapaci né di possedere l'attrezzatura né di noleggiarla, non avrebbero avuto a disposizione questo sport invernale.

Nuoto. I maschi europei e africani ed entrambi i sessi tra i nativi americani amavano nuotare. Gli indiani erano ottimi nuotatori e anche gli africani, molti dei quali provenivano dai fiumi e dalle coste dell'Africa occidentale, erano anche buoni nuotatori. In Carolina gli schiavi nuotavano e si tuffavano e mostravano anche le loro abilità in acqua cacciando squali armati solo di coltello. Gli europei nuotavano sia come svago che come mezzo per fare il bagno in un'epoca prima delle vasche da bagno e delle docce. Gli uomini nuotavano in stagni, ruscelli e fiumi in tutte le colonie. William Byrd II notò una calda sera di giugno del 1711 che "fece una passeggiata per la piantagione e poi nuotò nel fiume per lavarmi e rinfrescarmi".

UNA CORSA INVERNALE

Madame Sarah Kemble Knight, acuta osservatrice della società, si recò a New York nell'inverno del 1704 per affari. Era insolita in quanto le donne spesso non conducevano i propri affari e raramente viaggiavano se non per vedere la famiglia. Ha tenuto un diario in cui ha registrato:

I loro diversivi in ​​inverno sono i Riding Sleys a circa tre o quattro miglia dalla città, dove hanno Case di intrattenimento in un luogo chiamato Bowery, [olandese per fattoria] e alcuni vanno da Case di amici che li trattano profumatamente. Il signor Burroughs ha portato la moglie, la figlia e me stesso da una certa Madame Dowes, una gentildonna che viveva in una fattoria, che ci ha regalato un bel intrattenimento ... Credo che quel giorno abbiamo messo 50 o 60 uccisioni - volano con grande rapidità e alcuni sono così furiosi che non si allontanano dal sentiero per nessuno tranne un Carro Carico.

Fonte: Madame Sarah Kemble Knight, Il diario di Madame Knight (Boston: anni, 1972).