Richard john seddon

Richard John Seddon (1845-1906) è stato un leader politico della Nuova Zelanda e primo ministro liberale che ha istituito riforme liberali e sostenuto la solidarietà e l'espansione imperiali.

Richard John Seddon nacque a St. Helens, nel Lancashire, in Inghilterra, il 22 giugno 1845, figlio di un maestro di scuola. Lasciò la scuola all'età di 12 anni ea 18 emigrò in Australia, dove lavorò nei giacimenti auriferi di Victoria. Si trasferì in Nuova Zelanda nel 1866 e si affermò come albergatore. Entrò nella politica locale nel 1869 e 10 anni dopo fu trasferito alla Camera dei Rappresentanti come liberale.

Ben presto Seddon si dimostrò un astuto manager di partito, un gran lavoratore e un oratore rumoroso, energico e prolisso che aveva poco tempo per gli esperti e possedeva una forte fede nelle virtù dell'uomo comune. Nel 1891 divenne ministro dei lavori pubblici, della difesa e delle miniere nel governo liberale e nel 1892, quando John Ballance, il primo ministro, si ammalò, Seddon agì come leader della Camera. Quando Ballance morì nel 1893, Seddon fu invitato a formare un governo.

Seddon è stato primo ministro per 13 anni e la sua amministrazione ha perseguito un energico programma sociale. Furono introdotte imposte graduate sulla terra e sul reddito, le grandi aziende furono smantellate mediante tasse sulle proprietà non migliorate e sui possedimenti con proprietari assenti, e si tentò di incoraggiare i piccoli agricoltori. Nel 1894 furono istituiti collegi di conciliazione industriale e arbitrato per quello che fu il primo sistema obbligatorio di arbitrato di Stato al mondo. Una giornata lavorativa di 8 ore fu stabilita per legge nel 1897, le pensioni di vecchiaia furono introdotte nel 1898, il sistema del posto gratuito nelle scuole secondarie fu istituito nel 1903 e, un po 'per caso, fu adottato il suffragio femminile nel 1893.

Negli affari esteri Seddon era il più importante sostenitore coloniale della preferenza imperiale. Favorì una politica di solidarietà ed espansione imperiale: le Isole Cook furono annesse alla Nuova Zelanda nel 1900 e un contingente di truppe neozelandesi fu inviato a sostenere l'Impero britannico nella guerra boera.

Le riforme sociali non erano necessariamente opera di Seddon, ovviamente, ma il suo sostegno è sempre stato un fattore essenziale per far approvare la legislazione. Personalmente, era volgare, volgare, prepotente e probabilmente disonesto, ma era benvoluto e aveva una presa salda sull'affetto del grande pubblico. Centralizzava troppo l'amministrazione e deteneva egli stesso troppi portafogli ministeriali, ma il suo stile personale divenne il modello per i leader successivi della politica neozelandese. Morì in carica il 10 giugno 1906.

Ulteriori letture

La migliore biografia è Randal M. Burdon, King Dick: una biografia di Richard John Seddon (1955). Un lavoro precedente ma ancora utile è James Drummond, La vita e l'opera di Richard John Seddon (1907). □