Resistenza

Non tutte le forme di sforzo atletico implicano lo sviluppo di qualità di resistenza fisica, ma ogni atleta di successo sarà tenuto a sopportare o superare una varietà di difficoltà fisiche e mentali nel perseguimento dei propri obiettivi. Come sostantivo, la resistenza è lo stato dell'essere che richiede perseveranza; è una parola che trasmette tenacia, capacità di concludere un evento o un programma di fronte alle sfide. È anche un termine descrittivo, come nell'esercizio di "resistenza".

La resistenza ha una serie di dimensioni. La presenza o il potenziamento della resistenza atletica avverrà di concerto con lo sviluppo di sei diversi aspetti dell'allenamento sportivo, ciascuno dei quali è una componente indipendente della prestazione atletica. Questi aspetti includono la velocità (definita come distanza ÷ tempo); potenza (definita come forza × distanza ÷ tempo); forza (rappresentata come un peso spostato su una distanza, forza × distanza); resistenza muscolare (che è lo sviluppo dei muscoli o di specifici gruppi di muscoli per fornire forza muscolare nel tempo); resistenza cardiovascolare (che è la resistenza per mantenere la frequenza cardiaca, il volume sanguigno e l'efficienza circolatoria nel tempo); e la resistenza mentale (che è un sottoinsieme dello studio più ampio sulla psicologia dello sport, la forza mentale ed emotiva o la forza di volontà per completare un compito atletico prestabilito).

Lo sviluppo dell'endurance in ognuna di queste aree è diverso da altri tipi di allenamento sportivo, in quanto gli strumenti tipici dello sviluppo delle abilità atletiche non sono essenziali. A differenza dell'affinamento delle tecniche necessarie per avere successo in uno sport, come la costruzione di un servizio di tennis efficace o la flessione di un calcio di punizione attorno a un muro difensivo, non sono richiesti agilità, coordinazione occhio-mano, riflessi e visione periferica. L'atteggiamento e il desiderio di diventare più forte e più duraturo come atleta sono le caratteristiche più importanti di una migliore resistenza, che sarà sviluppata utilizzando i sistemi del corpo più grandi in contrasto con le capacità motorie fini.

Anche la genetica e l'ambiente giocano un ruolo nella capacità di particolari atleti di eccellere negli sport in cui la resistenza è una caratteristica particolare. I corridori africani provenienti da paesi come il Kenya, che si trova nella Rift Valley, hanno dimostrato di essere i corridori e i maratoneti di media distanza di maggior successo al mondo. Questi atleti vengono allevati ad altitudini di circa 6,500 piedi (2,000 m) sul livello del mare; generalmente possiedono corpi magri, relativamente corti e magri in un ambiente in cui il sistema cardiovascolare sarà stimolato a produrre un numero maggiore di globuli rossi per compensare la minore quantità di ossigeno nell'aria. Questi fattori, insieme a programmi di allenamento intensi, contribuiscono tutti al dominio del Kenya come atleti di resistenza superiori.

Ci sono prove considerevoli che quando un atleta si allena ad un livello molto alto in una particolare disciplina, anche la composizione dei muscoli può cambiare. I muscoli umani comprendono due tipi di fibre: fibre a contrazione rapida, così chiamate per la loro utilità nelle funzioni di sprint e potenza, e fibre a contrazione lenta, che sono predominanti negli eventi di resistenza. Atleti d'élite come il ciclista Lance Armstrong sono stati testati nel corso della loro carriera agonistica per quanto riguarda la composizione delle fibre nelle gambe. L'esame ha rivelato che Armstrong ha aumentato la composizione a contrazione lenta dei muscoli delle gambe, rendendolo più efficiente nelle corse ciclistiche a lunga distanza, un processo che si è verificato dopo anni di intenso allenamento.

Il tipo di sport determinerà quando ciascuno dei tre sistemi energetici del corpo sarà impegnato e in che misura. Negli sport dove l'energia è richiesta in brevi intervalli inferiori a circa 90 secondi, verranno utilizzati i sistemi anaerobico alattico o anaerobico lattico. Questi sistemi non sono essi stessi sistemi per sport di resistenza. Negli sport come il ciclismo su lunga distanza, la corsa o lo sci di fondo, il sistema aerobico viene utilizzato per produrre energia. Questo sistema energetico è il processo tipicamente associato alle capacità di resistenza fisica. Tutti i sistemi energetici, indipendentemente dallo sport, richiedono lo sviluppo della resistenza come meccanismo di recupero; la capacità di mantenere fisicamente un particolare livello di attività aiuterà l'atleta che gareggia a brevi intervalli intensi a tornare più rapidamente al livello più alto e più intenso.

Come per tutti gli altri attributi fisici, la resistenza è una qualità che può deteriorarsi con la stessa rapidità con cui è stata sviluppata. La resistenza è un tipo di forma fisica e se i componenti necessari per sostenere la resistenza non vengono messi in gioco, l'aspetto della resistenza dell'atleta diminuirà. Se un giocatore di basket che si allena per uno sport in cui il sistema lattico anaerobico fornisce la maggior parte dell'energia necessaria, completa un programma di 3 km (5 miglia) quattro volte a settimana in preseason, quell'atleta avrà sviluppato una misura della capacità di resistenza lui o lei non possedeva in precedenza. Anche se gioca o pratica il basket ogni giorno all'inizio della stagione, se l'atleta non continua con il suo programma di fitness aerobico, l'aspetto di resistenza del suo condizionamento diminuirà. Altrettanto prontamente, un ritorno alle attività aerobiche ricostruirà la resistenza.

Non importa quanto sia intenso lo sforzo atletico per sviluppare la resistenza fisica, la capacità mentale di perseverare è una qualità più effimera. La forza mentale e l'ostinazione di approccio non sono una costante in nessun atleta; tutti gli atleti sperimenteranno punti alti e depressioni nella loro fiducia personale e nella percezione di sé sul fatto di poter veramente completare un incarico di allenamento o una competizione. La componente di resistenza mentale, pur radicata nei concetti di resistenza e determinazione, varia da sport a sport. Un sollevatore di pesi, che deve concentrarsi su ogni sollevamento della durata di pochi secondi come un evento discreto in competizione, cercherà di sviluppare una resistenza mentale per accompagnarlo attraverso competizioni che possono durare per ore.