Regno del sussex

Sussex, regno di. Il Sussex era governato dai suoi stessi re sin dai tempi di Ælle (c.477), che si dice che Beda sia stato il primo signore supremo (bretwalda) dell'inglese meridionale, fino alla fine dell'VIII sec., Ma per la maggior parte di quel periodo i re (a volte indicati non sotto un titolo reale ma come duces o ealdormen) erano subordinati ad altri governanti. Nonostante le sue dimensioni relativamente piccole e la sua posizione geografica compatta dalla costa meridionale al mondo, il Sussex era un'unità politica complessa. Le sue prime carte mostrano che a volte era diviso tra un numero di re con una marcata divisione tra East Sussex, probabilmente centrato a Lewes, e West Sussex con un centro nell'area di Chichester. Hastings e i suoi immediati dintorni hanno sempre conservato caratteristiche individuali, più vicino al Kent e anche fino al 771 indicato specificamente come la terra del Gara di Hastings. Socialmente il Sussex si è sviluppato in un certo isolamento. Fu l'ultimo regno sostanziale a ricevere il cristianesimo, a causa della sua conversione a San Wilfrid durante il suo esilio dalla Northumbria all'inizio degli anni 680. A Wilfrid fu concessa una vasta tenuta a Selsey da Æthelwalh, che era egli stesso un cristiano, e dal 709 Selsey divenne il centro di un vescovato, trasferito infine a Chichester nel 1075. Nell'VIII sec. Il Sussex era tributario dei re merciani, ma dopo l'8 la dinastia della Sassonia occidentale sotto Egberto e i suoi successori presero il controllo, trattandola, insieme a Surrey e Kent, come un sottomarino adatto per i principi della Sassonia occidentale. Alfred stabilì un importante burh a Chichester, e il Sussex fu facilmente assorbito nel sistema shire della successiva Inghilterra anglosassone.

Henry Loyn