Regione petrolifera del Midcontinente

Regione petrolifera del Midcontinent, una vasta regione produttrice di combustibili minerali situata nel cuore della nazione, che si estende dal Nebraska al Texas meridionale e fiancheggiata dal fiume Mississippi e dalle Montagne Rocciose. All'inizio della storia documentata, le persone notarono un segno di petrolio sotto forma di una chiazza di petrolio verde su sorgenti e torrenti in luoghi ampiamente sparsi. Nell'era precedente alle lampade a cherosene e ai motori a combustione interna, la marea nera era usata come lubrificante e medicinale. I teamsters che attraversavano le pianure dagli insediamenti del Missouri alle città del Rio Grande ungevano i loro assi dei carri con macchie di petrolio. Prima della guerra civile, le sorgenti di petrolio nella nazione Chickasaw nell'Oklahoma centro-meridionale e nel Texas settentrionale servivano da terme. Si credeva che l'olio avesse proprietà terapeutiche, in particolare nel trattamento di reumatismi, idropisia e altre malattie croniche. Il gas naturale è un associato onnipresente del petrolio nella regione del medio continente. Gli indiani della regione hanno illuminato i terreni del loro comune con perdite superficiali di gas naturale, utilizzando canne di fucili spinte nelle fessure di infiltrazione del gas come tubi per controllare il flusso di gas e servire da bruciatori.

Le prime scoperte di petrolio nel sottosuolo nella regione del continente centrale furono involontarie, in gran parte il risultato dello scavo di pozzi per l'acqua e la soluzione salina utilizzata nella produzione di sale. Una delle prime scoperte avvenne nel 1859 quando Lewis Ross, un indiano che gestiva una salina nella nazione Cherokee sul Grand River nella contea di Mayes, nell'Oklahoma nord-orientale, scavò un pozzo per aumentare il flusso dalle sue sorgenti saline. Colpì il petrolio, che scorreva al ritmo di dieci barili al giorno fino a quando la pressione del gas che produceva il flusso libero si dissipò. Un anno dopo a Paola, nel Kansas, fu trovato olio in un pozzo a una profondità di circa 300 piedi. Da allora in poi, dal Kansas al Texas, le scoperte petrolifere attraverso lo scavo di pozzi d'acqua divennero un evento normale.

La ricerca di petrolio nella regione del continente centrale iniziò negli anni ottanta dell'Ottocento. Nel 1880, HW Faucett dei giacimenti petroliferi della Pennsylvania ricevette una concessione dal governo tribale di Choctaw per i diritti di perforazione nella nazione Choctaw, nel sud-est dell'Oklahoma. Su Boggy Creek vicino ad Atoka, ha prodotto una pioggia di petrolio e gas alta 1882 piedi. Scoperte successive in Kansas, Territorio indiano e Texas hanno aperto giacimenti di petrolio e gas. La produzione è stata utilizzata come lubrificante, illuminante (cherosene, olio di carbone e olio di roccia) e medicina. I giacimenti di gas naturale del Kansas meridionale sono diventati un'importante fonte di combustibile per le fonderie che raffinano i minerali di piombo e zinco dal vicino distretto di Tri-State, per la produzione di ceramica, in particolare mattoni, e per altri scopi industriali. Inoltre, il gas naturale era ampiamente utilizzato come combustibile domestico e illuminante per l'illuminazione delle strade e delle case cittadine.

Il principale pozzo petrolifero della regione del medio continente era Spindletop, un drammatico gusher portato da Anthony F. Lucas vicino a Beaumont, in Texas, il 10 gennaio 1901, che produceva 75,000-100,000 barili al giorno. L'avvento del motore a combustione interna con il concomitante aumento della domanda di prodotti petroliferi ha portato a una raffica sostenuta di esplorazione mediante perforazione, chiamata wildcatting, in tutta la regione del continente centrale, aprendo nuovi campi in ogni stato della regione dal Nebraska alla Louisiana.

Gli sforzi sporadici per controllare la produzione dalla fine degli anni '1920 ai primi anni '1930 incontrarono la resistenza degli operatori e nel 1931, l'eccessiva produzione nel Texas orientale portò i prezzi a meno di 10 centesimi al barile. Ai sensi del National Recovery Act del 1933, i rappresentanti dell'industria petrolifera autorizzarono il governo federale a rilasciare permessi di perforazione e fissare quote di produzione. Nel 1935, tuttavia, la Corte Suprema ha ritenuto incostituzionale il National Recovery Act. In risposta, gli stati produttori di petrolio si sono formati e si sono uniti all'Interstate Oil Compact per monitorare e controllare la produzione e la spedizione.

Intorno al 1945, la produzione di petrolio nel medio continente raggiunse il picco e iniziò a stabilizzarsi. Tuttavia, la scoperta di nuovi e vasti giacimenti nel New Mexico orientale, nel bacino del Permiano in Texas e nel Wilburton Field in Oklahoma tra la fine degli anni Quaranta e l'inizio degli anni Sessanta ha continuato ad aumentare notevolmente le risorse di petrolio e gas della regione. Inoltre, perforazioni più profonde, cambiamenti ambientali e progressi nella tecnologia petrolifera hanno consentito di riprendere la produzione in pozzi precedentemente abbandonati, aumentare la scoperta di piscine e aumentare la produzione di pozzi.

L'industria petrolifera della regione del medio continente ha fornito un'eredità di ricchezza e prosperità e di città in espansione che ricordano la corsa all'oro della California nel 1848-49. L'industria petrolifera della regione ha avuto una grande influenza nello sviluppo economico statale e regionale, nell'evoluzione urbana e suburbana e nella politica.

Bibliografia

Connelly, William L. Il business del petrolio come l'ho visto: mezzo secolo con Sinclair. Norman: University of Oklahoma Press, 1954.

Olien, Diana Davids. Petrolio in Texas: The Gusher Age, 1895-1945. Austin: University of Texas Press, 2002.

Olien, Roger. Petrolio e ideologia: la creazione culturale dell'industria petrolifera americana. Chapel Hill: University of North Carolina Press, 2000.

Rister, Carl Coke. Olio! Titano del sud-ovest. Norman: University of Oklahoma Press, 1949.

Williamson, Harold Francis, et al. L'industria petrolifera americana. Evanston, Illinois: Northwestern University Press, 1959.

Contro Arrell M.Gibson/fb