Raves

I rave, feste da ballo notturne spesso tenute in luoghi segreti, sono diventate identificate con i giovani degli anni '1990 e 2000 più o meno allo stesso modo in cui gli amori di hippies (vedi voce sotto 1960 - The Way We Lived nel volume 4) sono stati identificati con i giovani della fine degli anni '1960 e dei primi anni '1970. Sebbene la polizia, i genitori ei media tendano a concentrarsi sulle droghe e sul sesso che sono spesso disponibili gratuitamente nei rave, i rave difendono le loro riunioni come spazi sicuri e amorevoli dove possono essere accettati per quello che sono mentre sono immersi nel ritmo di guida dell'elettronica musica.

La scena rave è iniziata in Gran Bretagna alla fine degli anni '1980. Le feste da ballo si diffusero presto tra i giovani di tutto il mondo, arrivando negli Stati Uniti nel 1990. I primi rave erano tradizionalmente eventi unici in garage e magazzini, organizzati liberamente senza permessi ufficiali o pubblicità sui media. La notizia di un rave è stata diffusa con il passaparola e con volantini fatti a mano. Questo status clandestino ha attirato molti giovani ribelli sulla scena dei rave. Nel 2000, tuttavia, i rave erano diventati più legittimi, poiché i nightclub come Twylo a New York iniziarono a creare un'atmosfera rave. Quelli troppo giovani per entrare nei locali notturni, tuttavia, hanno continuato a trovare nei rave indipendenti il ​​posto migliore per festeggiare.

Gli elementi principali della cultura rave sono il sesso, la droga e la musica. Farmaci, dall'LSD allucinogeno e Estasi (vedi voce sotto 1990s - The Way We Lived nel volume 5), a marijuana (vedi la voce sotto 1960 - The Way We Lived nel volume 4), sono spesso disponibili per la vendita ai rave. L'uso diffuso di droghe ai rave ha portato alcuni a soprannominare i raver "techno-hippy". I rave difendono i rave come luoghi sicuri per la sperimentazione, ma ci sono state morti e overdose ai rave, alimentando l'opposizione dei genitori alle parti. Anche la sessualità aperta ai rave ha attirato l'attenzione dei media. Nell'oscurità illuminata da luci stroboscopiche dei rave, la sperimentazione sessuale di tutti i tipi è comune. L'open e

L'atteggiamento di accettazione dei raver ha attirato molti giovani gay e lesbiche sulla scena dei rave.

Sebbene i raver possano apprezzare l'atmosfera illegale delle loro feste, la maggior parte afferma che l'attrazione principale dei rave è la musica e che le vere star dei rave sono i deejay, o disc jockey (vedi voce sotto gli anni '1950 — Musica nel volume 3). I rave sono quasi sempre caratterizzati dal ritmo forte e intenso della musica elettronica. I molti diversi tipi di musica rave - con nomi come "house", "jungle", "garage" e "trance" - sono generalmente raggruppati sotto il nome di "electronica". La musica rave è suonata da musicisti come Chemical Brothers, Prodigy e Moby (1965–).

Nel 1999 e nel 2000, sono stati pubblicati diversi film che documentavano la cultura rave, tra cui scanalatura (2000) Vita migliore attraverso i circuiti (2000) Traffico umano (1999), e Aumento (1999).

—Tina Gianoulis

Per maggiori informazioni

Denizet-Lewis, Benoit. "Cavalcando la scena del rave." L'avvocato (18 gennaio 2000): pp. 60–63.

Eliscu, Jenny. "La guerra ai rave". Rolling Stone (24 maggio 2001): pagg. 21–23.

Farley, Christopher John. "Rave New World". Tempo (5 giugno 2000): pp. 70–73.

Hoeckel, Summer Forest, Joel T. Jordan e Jason Jordan. Alla ricerca del ritmo perfetto. New York: Watson-Guptill, 1999.

Iperreale.http://www.hyperreal.org (accesso a 1 di aprile, 2002).

Reynolds, Simon. Generation Ecstasy: Into the World of Techno and Rave Culture. Boston: Little, Brown, 1998.