Rami di combattimento dell’esercito: artiglieria

Rami di combattimento dell'esercito: artiglieria. A partire dal periodo coloniale, l'artiglieria americana ha servito come artiglieria costiera per difendere le coste, artiglieria d'assedio per bombardare fortificazioni, artiglieria di guarnigione per difendere fortificazioni terrestri e artiglieria da campo per supportare fanteria e cavalleria. Sebbene l'artiglieria abbia fatto la sua prima apparizione con l'insediamento inglese iniziale a Jamestown nel 1607, ha svolto un ruolo minore nelle operazioni militari durante il periodo coloniale.

La guerra rivoluzionaria del 1775-83, tuttavia, incoraggiò gli americani ad ampliare l'impiego della loro artiglieria. Durante quella guerra, usarono cannoni leggeri e mobili come artiglieria da campo e pezzi più pesanti come assedio, guarnigione o artiglieria costiera. All'inizio del 1776, l'assedio americano e l'artiglieria da campo bombardarono gli inglesi a Boston e li costrinsero a salpare per Halifax, in Nuova Scozia, sconfitti. Due anni dopo, nel giugno 1778, gli americani ammassarono il fuoco di artiglieria da campo per sconfiggere gli inglesi nella battaglia di Monmouth, nel New Jersey. Nell'ottobre 1781, l'artiglieria da campo e d'assedio americana e francese distrusse le difese britanniche nella battaglia di Yorktown, in Virginia, e indusse gli inglesi alla resa. Henry Knox, che comandava l'artiglieria dell'esercito continentale durante la maggior parte della guerra, in seguito divenne segretario di guerra.

Entro la metà del diciannovesimo secolo, gli americani avevano artiglieria da campo in bronzo e assedio in ghisa, guarnigione e artiglieria costiera, oltre a mortai e razzi. Durante la guerra messicana del 1846-48, l'artiglieria americana, molto più moderna di quella dei messicani, giocò un ruolo fondamentale in molte battaglie. A Palo Alto nel maggio 1846 e nella battaglia di Buena Vista nel febbraio 1847, gli equipaggi dell'esercito americano spinsero coraggiosamente i cannoni da campo entro la portata (300-400 iarde) di forze messicane numericamente superiori e li rastrellarono con devastanti colpi di bombole antiuomo. Nel 1848, le batterie d'assedio degli Stati Uniti, composte da obici, cannoni e mortai, si rivelarono essenziali nella battaglia di Chapultepec e nella cattura di Città del Messico.

L'introduzione del moschetto rigato negli anni '1850 dell'Ottocento con gittate maggiori della bombola alterò il ruolo dell'artiglieria da campo. Gli artiglieri da campo appresero all'inizio della Guerra Civile che non potevano più spingere in sicurezza i loro cannoni da campo entro la portata dei contenitori del nemico. Per proteggere se stessi e le loro armi, dovevano posizionarli fuori dal raggio di tiro delle armi leggere. Sebbene durante la guerra civile questo ruolo trasformò l'artiglieria da campo da offensiva a largamente difensiva, il fuoco ammassato dal campo dell'Unione e l'artiglieria d'assedio a Malvern Hill nel 1862 dimostrò la letalità dell'artiglieria da campo rigata e liscia e da assedio sulla difensiva, mentre assedio e l'artiglieria da campo contribuì alla vittoria dell'Unione nell'assedio di Vicksburg (1862–63).

I sistemi di rinculo, i sistemi di caricamento della culatta, le munizioni a cartuccia e gli esplosivi ad alto potenziale aumentarono notevolmente la letalità dell'artiglieria durante gli ultimi decenni del diciannovesimo secolo. I sistemi di rinculo e le munizioni a cartuccia aumentavano la velocità di fuoco delle armi a retrocarica rispetto a quella degli avancarica, mentre gli esplosivi ad alto potenziale producevano distanze maggiori rispetto all'artiglieria a polvere nera. Gli americani armarono le loro fortificazioni costiere negli Stati Uniti, Cuba, Panama e nelle Isole Filippine con artiglieria costiera rigata per la difesa del porto, mentre l'artiglieria da campo introdusse il suo primo cannone da campo a fuoco rapido durante il primo decennio del ventesimo secolo.

La prima guerra mondiale ha fornito agli americani l'opportunità di impiegare la loro nuova artiglieria rigata in battaglia. Richiedendo più potenza di fuoco per distruggere le sofisticate fortificazioni tedesche lungo il fronte occidentale, gli americani montarono anche cannoni di artiglieria costiera sui vagoni ferroviari. Durante la battaglia di St. Mihiel e l'offensiva Mosa-Argonne nel 1918, gli equipaggi americani impiegarono artiglieria da campo, d'assedio e costiera per distruggere le complesse difese tedesche e contribuirono alle vittorie alleate.

Cercando di evitare la ripetizione della guerra di trincea, gli americani migliorarono la mobilità della loro artiglieria durante i due decenni successivi alla prima guerra mondiale. Negli anni '1940, avevano adottato l'artiglieria da campo trainata e semovente, l'artiglieria antiaerea e l'anticarro trainato e semovente artiglieria. A causa della necessità di enormi quantità di potenza di fuoco durante la seconda guerra mondiale, gli americani spesso impiegavano artiglieria antiaerea, artiglieria anticarro e artiglieria costiera in un ruolo di artiglieria da campo. Durante l'assedio di Metz nel 1944, durante la liberazione della Francia, ad esempio, pezzi di artiglieria costiera pesante e cannoni da campo bombardarono le fortezze lì. Più tardi, nella guerra di Corea, l'artiglieria d'epoca della seconda guerra mondiale vide l'azione di supporto alla fanteria e alle armature.

Dopo la seconda guerra mondiale, gli americani hanno apportato cambiamenti significativi alla loro artiglieria. Poiché bombe aeree e cannoni navali ad alta velocità potevano facilmente distruggere le fortificazioni costiere in cemento, l'artiglieria costiera fu abolita come ramo di artiglieria; consolidò la sua missione antiaerea con l'artiglieria da campo nel 1950. Durante gli anni '1950, nella loro corsa verso una maggiore potenza di fuoco, gli americani adottarono cannoni, razzi e artiglieria missilistica guidata che trasportava testate nucleari e convenzionali per completare la loro artiglieria convenzionale per una possibile battaglia in Europa in la guerra fredda.

Tuttavia, la nuova artiglieria con munizioni convenzionali ha visto il suo primo combattimento nel sud-est asiatico all'inizio degli anni '1960. Durante la guerra del Vietnam, l'artiglieria da campo americana, situata in basi di fuoco, fornì un efficace supporto ravvicinato alla fanteria, mentre l'artiglieria della difesa aerea, composta da cannoni e missili terra-aria, giocò un ruolo minore perché al nemico mancavano aerei per attaccare gli americani forze.

Negli anni '1970 e '1980, gli americani hanno introdotto nuovi sistemi di artiglieria. Il fuoco di artiglieria da campo e di difesa aerea ha adottato computer per calcolare la direzione del fuoco e le munizioni a guida di precisione. La prima opportunità di impiegare la nuova tecnologia arrivò durante la Guerra del Golfo Persico del 1991. In quella guerra, munizioni guidate di precisione dall'artiglieria da campo americana distrussero bunker iracheni e centri di comando e controllo, mentre i missili di difesa aerea Patriot abbatterono molti missili Scud iracheni lanciati contro Obiettivi israeliani e sauditi-arabi.
[Vedi anche Army, US; Armi, esercito.]

Bibliografia

Albert Manucy, Artillery Through the Ages: A Short Illustrated History of Cannon, Enfatizzazione dei tipi usati in America, 1949.
Fairfax Downey, Sound of the Guns: The Story of the American Artillery, 1955.
Harold L. Peterson, Round Shot and Rammers, 1969.
Ian Hogg, Artiglieria 2000, 1990.
Boyd L. Dastrup, King of Battle: A Branch History of the US Army's Field Artillery, 1992.

Boyd L. Dastrup