Quarantotto

QUARANTOTTO erano un gruppo da quattromila a diecimila tedeschi immigrati negli Stati Uniti come rifugiati politici in seguito alle rivoluzioni fallite e ai movimenti di riforma sociale del 1848. Sebbene il loro numero non fosse elevato, il loro impatto sulla vita organizzativa, culturale e politica dei tedeschi Gli americani e gli americani in generale erano eccezionali. Tendevano ad essere liberali se non radicali, agnostici e intellettuali. Sono stati determinanti nella proliferazione di organizzazioni tedesco-americane, come Turnvereine, o Turners come sono diventate note. I Turner erano club di ginnastica e lo rimasero nel ventunesimo secolo. Inizialmente furono stabiliti in Germania nel 1811 per promuovere il benessere attraverso l'esercizio e per sostenere una sorta di nazionalismo ritenuto necessario per difendere la patria contro Napoleone. Negli Stati Uniti servivano in gran parte come organizzazioni sociali e ricreative che riunivano la popolazione eterogenea di lingua tedesca. I Forty-Eighters hanno anche svolto ruoli di leadership in altre organizzazioni nazionali, come il Nord-Amerikanischer Saengerbund, fondato nel 1849.

I Quarantotto hanno contribuito allo sviluppo della vita culturale tedesco-americana nella stampa, nel teatro e nella musica di lingua tedesca. Ciò era particolarmente evidente nelle città in cui il numero dei tedeschi era maggiore, come Cincinnati, St. Louis, Chicago e Milwaukee. A Milwaukee la circolazione della stampa in lingua tedesca era il doppio di quella della stampa in lingua inglese alla fine del XIX secolo. Nel campo dell'istruzione, hanno fortemente sostenuto l'istruzione bilingue tedesca e l'educazione fisica. Sostenevano sistemi educativi pubblici e secolari e hanno svolto un ruolo nella creazione dei primi asili nido negli Stati Uniti. Margarethe Meyer Shurz ha aperto il primo asilo negli Stati Uniti a Watertown, nel Wisconsin, nel 1856.

In politica i Quarantotto furono determinanti nel consolidare un "voto tedesco" che non poteva essere trascurato nell'arena politica nazionale. Numerosi leader sono emersi dai loro ranghi, ma Carl Shurz, marito di Magarethe Meyer Shurz, si distingue. Shurz è stato descritto da alcuni storici come il più influente cittadino statunitense di nascita tedesca. Shurz fuggì a Watertown, nel Wisconsin, attraverso la Svizzera dopo la fallita rivoluzione. Fu determinante nell'aiutare Abraham Lincoln a ottenere la presidenza e anche nell'aiutare ad abolire la schiavitù. Ha servito come un generale di brigata dell'Unione durante la guerra civile e come il primo senatore degli Stati Uniti di nascita tedesca. In quest'ultimo ruolo ha combattuto l'espansione degli Stati Uniti nei Caraibi, la corruzione nel governo e il trattamento ingiusto dei nativi americani.

Ha continuato a sostenere queste cause come segretario degli interni nel gabinetto del presidente Rutherford B. Hayes. Nel complesso, i Quarantotto hanno svolto un ruolo fondamentale nella creazione di un'identità tedesca tra gli immigrati tedeschi negli Stati Uniti e hanno contribuito alla vita culturale e politica della nazione durante alcuni dei suoi anni più formativi.

Bibliografia

Brancaforte, Charlotte L., ed. I Forty-Eighters tedeschi negli Stati Uniti. New York: Lang, 1989.

Galicich, madre. Gli americani tedeschi. New York: Chelsea House, 1989.

Tolzmann, Don Heinrich, ed. I quarantotto tedeschi-americani: 1848–1998. Indianapolis: Max Kade German-American Center, Indiana University-Purdue University di Indianapolis: Indiana German Heritage Society, 1998.

TimoteoBawden