Prestare locazione

Il lend-lease era un sistema di assistenza degli Stati Uniti agli alleati nella seconda guerra mondiale. Era basato su un disegno di legge dell'11 marzo 1941, che dava al presidente degli Stati Uniti il ​​diritto di vendere, trasferire in proprietà, affittare e affittare vari tipi di armi o materiali a quei paesi la cui difesa il presidente riteneva vitale la difesa degli stessi Stati Uniti. Secondo il sistema, i materiali distrutti, persi o consumati durante la guerra non dovrebbero essere soggetti a pagamento dopo la guerra. I materiali che non furono usati durante la guerra e che erano adatti al consumo civile dovevano essere pagati in tutto o in parte, mentre le armi e il materiale bellico potevano essere rivendicati. Dopo che gli Stati Uniti entrarono in guerra, il concetto di prestare locazione, originariamente un sistema di aiuti unidirezionali degli Stati Uniti, si è trasformato in un sistema di mutuo soccorso, che prevedeva la messa in comune delle risorse dei paesi della coalizione anti-hitler (nota come concetto di "pool"). Inizialmente autorizzato allo scopo di aiutare la Gran Bretagna, nell'aprile 1941 il Lend-Lease Act è stato esteso a Grecia, Jugoslavia e Cina e, dopo il settembre 1941, all'Unione Sovietica. Entro il 20 settembre 1945, data di cancellazione del Lend-Lease Act, gli aiuti americani erano stati ricevuti da quasi quaranta paesi.

Durante la seconda guerra mondiale, gli Stati Uniti hanno speso un totale di 49.1 miliardi di dollari per il Lend-Lease Act. Ciò includeva $ 13.8 miliardi di aiuti alla Gran Bretagna e $ 9.5 miliardi all'URSS. Il rimborso in natura - chiamato "leasing inverso" - era stimato a $ 7.8 miliardi, di cui $ 2.2 milioni rappresentavano il contributo dell'URSS sotto forma di uno sconto per i servizi di trasporto.

L'Unione Sovietica ha ricevuto aiuti sui principi di prestito e locazione non solo dagli Stati Uniti, ma anche dagli stati del Commonwealth britannico, principalmente Gran Bretagna e Canada. I rapporti economici tra di loro furono aggiustati da accordi di mutuo soccorso e legalizzati da speciali protocolli alleati, rinnovabili annualmente. Il primo protocollo fu firmato a Mosca l'1 ottobre 1941; il secondo a Washington (6 ottobre 1942); il terzo a Londra (1 settembre 1943); e il quarto a Ottawa (17 aprile 1945). Il Quarto Protocollo è stato aggiunto da un accordo speciale tra l'URSS e gli Stati Uniti denominato "Programma del 17 ottobre 1944" (o "Milepost"), destinato alle forniture per l'uso dell'Unione Sovietica nella guerra contro il Giappone.

Sulla base di questi documenti, l'Unione Sovietica ricevette 18,763 aerei, 11,567 carri armati e cannoni semoventi, 7,340 veicoli corazzati e porta truppe corazzate, più di 435,000 camion e jeep, 9,641 cannoni, 2,626 radar, 43,298 stazioni radio, 548 combattenti navi e barche e 62 navi da carico. Il restante 75% dei carichi importati nell'URSS era costituito da attrezzature industriali, materie prime e prodotti alimentari. Una parte significativa (fino al sette percento) delle forniture è andata persa durante il trasporto.

La maggior parte dei carichi inviati all'URSS sono stati consegnati da tre rotte principali: attraverso l'Iran, l'Estremo Oriente e i porti settentrionali di Arkhangelsk e Murmansk. L'ultima via è stata la più breve ma anche la più pericolosa.

Dopo la guerra, gli Stati Uniti cancellarono tutti i debiti per leasing finanziario eccetto quello dell'URSS. Nel 1972 l'Unione Sovietica e gli Stati Uniti firmarono un accordo in base al quale l'Unione Sovietica avrebbe pagato 722 milioni di dollari del suo debito entro il 1 ° luglio 2001.