Popolazioni della Gran Bretagna e dell’America

Popolazioni della Gran Bretagna e dell'America. Nel 1775 gli inglesi avevano una stima di 8,000,000 di persone; 2,350,000 di questi potrebbero essere considerati la forza lavoro militare della nazione. Tuttavia, il calcolo standard per il diciottesimo secolo è che un decimo della popolazione totale costituiva la potenziale popolazione portatrice di armi. Realisticamente, quindi, la Gran Bretagna aveva circa 800,000 giovani che erano idonei per il servizio militare. Lamentandosi delle sue difficoltà nel mobilitare un esercito per la guerra rivoluzionaria, Lord Shelburne ha commentato che mentre 300,000 inglesi sono entrati negli eserciti nella Guerra dei sette anni, solo 30,000 uomini, comprese le truppe tedesche, potrebbero essere sollevati per sedare la ribellione americana.

Popolazione degli Stati Uniti
Regione / Stato 1775 1790
Bianco Nero (Est.)
Totale
Bianco Nero Totale
* Parte del Massachusetts fino al 1821.
FONTI: Bureau of the Census, Statistiche storiche degli Stati Uniti: Colonial Times fino al 1970 (CD-ROM; New York: Cambridge University Press, 1997) 2: 1168-71; Ufficio censimento degli Stati Uniti, Restituzione dell'intero numero di persone nei vari distretti degli Stati Uniti (Philadelphia: Childs and Swaine, 1791); RC Simmons, Le colonie americane: dall'insediamento all'indipendenza (New York, 1976), 175-77; Michael A. Bellesiles, Fuorilegge rivoluzionari: Ethan Allen e la lotta per l'indipendenza sulla prima frontiera americana (Charlottesville: University Press of Virginia, 1993) 280-83.
Conneticutt 198,076 5,279 203,355 232,374 5,572 237,946
Delaware 39,550 2,157 41,707 46,310 12,786 59,096
Georgia 14,981 12,484 27,465 52,886 29.662 82,548
Kentucky 61,133 12,544 73,677
Maine* 45,625 471 46,096 96.002 538 96,540
Maryland 134,844 65,856 200,700 208,649 111,079 319,728
Massachusetts 276,125 4,595 280,720 373,324 5,463 378,787
new Hampshire 80,644 656 81,300 141,097 788 141,885
New Jersey 125,781 9,032 134,813 169,954 14,185 184,139
New York 163,560 22,656 186,216 314,142 25,978 340,120
Carolina del Nord 149,930 81,780 231,710 288,204 105,547 393,751
Pennsylvani 275,397 6,769 282,166 424,099 10,274 434,373
RI 56,366 3,796 60,162 64,470 4,355 68,825
Carolina del Sud 57,652 88,334 145,986 140,178 108,895 249,073
Tennessee 940 235 1,175 31,913 3,778 35,691
Vermont 17,331 53 17,384 85,154 271 85,425
Virginia 304,807 220,435 525,242 391,524 300,213 691,737
TOTALE 1,941,609 524,588 2,466,197 3,172,006 757,208 3,929,214

Poiché il primo censimento non è stato fino al 1790, è difficile essere certi sulla popolazione delle colonie americane. La stima corrente standard è che circa 2,500,000 persone vivevano nelle tredici colonie nel 1775 (esclusi gli indiani), di cui 460,000 erano schiavi. (Le stime per il 1775 si basano sui censimenti effettuati in alcune delle colonie durante il periodo rivoluzionario e le proiezioni derivate dal grado di crescita della popolazione rilevabile in questi anni, circa il 3.5% all'anno tra il 1760 e il 1790). Esclusi gli schiavi, che inizialmente il Congresso non ha permesso di servire nell'esercito continentale, le colonie potevano aspettarsi di attingere circa 200,000 uomini.

È impossibile sapere quale percentuale della popolazione sosteneva l'indipendenza o quanti rimasero fedeli alla corona. Le alleanze politiche potrebbero cambiare nel tempo per qualsiasi numero di ragioni, come ad esempio agli schiavi viene offerta la loro libertà per unirsi agli inglesi. C'erano anche livelli drammaticamente diversi di impegno per la politica. Sembra molto probabile che la maggioranza degli americani sia rimasta neutrale durante la Rivoluzione. Date le dimensioni delle forze militari in lotta, sembra ovvio che la maggior parte degli americani abbia prestato servizio solo a parole da una parte o dall'altra. È persino difficile determinare il numero di lealisti che andarono in esilio dopo la guerra, con stime che vanno da 85,000 a 200,000.

Le popolazioni approssimative delle principali città americane nel 1776 erano: Filadelfia, 38,000; New York City, 25,000; Boston, 16,000; Charleston, 12,000; e Newport, 11,000. Sebbene la popolazione di Londra di 750,000 abitanti superasse quella di Filadelfia, Quaker City superò Bristol e Dublino come la terza città più grande dell'impero britannico: Edimburgo era la seconda, con circa 40,000 persone.

La popolazione nativa americana rimane soggetta a speculazioni. Le stime del numero di abitanti a est del fiume Mississippi sono comprese tra venticinquemila e centomila.

Bibliografia

Greene, Evarts B. e Virginia D. Harrington. Popolazione americana prima del censimento federale del 1790. 1932. Ristampa, Baltimora: Genealogical Publishing, 1993.

Simmons, Richard C. Le colonie americane: dall'insediamento all'indipendenza. New York: D. McKay, 1976.

US Bureau of the Census. Statistiche storiche degli Stati Uniti: Colonial Times fino al 1970. New York: Cambridge University Press, 1997. CD-ROM.

                             rivisto da Michael Bellesiles