Polyane

Polyane è una delle tribù slave orientali che abitavano lo stato di Kievan Rus, come notato nel Cronaca della Primaria russa.

Secondo l' Cronaca della Primaria russa, il Polyane occupava la regione centrale del fiume Dnepr: Kiev, la capitale dello stato della Rus ', così come Vyshgorod, Vasilev e Belgorod. I Polyane hanno ricevuto il loro nome (che significa "gente del campo") a causa del loro insediamento nel terreno aperto del Dnepr medio. Con i suoi chernozem suoli, il medio Dnepr era l'ideale per l'agricoltura, l'economia primaria del Polyane. Gli archeologi ritengono che i Polyane appartenessero a un gruppo più ampio di slavi, noti come Duledy, che migrarono a est dall'Europa sud-orientale tra il sesto e il settimo secolo. Dall'ottavo al nono secolo, i Polyane si stabilirono su entrambi i lati del Dnepr medio e formarono la propria identità etnica. Durante il IX secolo, il Dnepr medio era sotto il controllo dello stato Khazar, al quale i Polyane rendevano omaggio con le pellicce. La stessa Kiev fungeva da avamposto militare più occidentale e centro commerciale per i Khazari. Durante la fine del IX secolo, il principe Rus Oleg (leggendario regno 880-913) presumibilmente incorporò il Dnepr medio e il Polyane nello stato in espansione della Rus, sebbene le prove suggeriscano che fu il Gran Principe Igor (r. 924-945) a portare il due sotto il controllo della Rus intorno al 930. Sebbene prevalentemente slavi, i Polyane sembrano avere elementi etnici iraniani, turchi e finno-baltici. La prova di ciò si trova attraverso studi archeologici e linguistici del Polyane e da cronaca descrizioni delle loro pratiche religiose precristiane.