Polonia, rapporti con

Polonia, rapporti con. La Polonia suscitò scarso interesse per la Gran Bretagna prima delle partizioni di quel paese tra il 1772 e il 1795. Sebbene ampiamente considerato un crimine, la prima divisione non fu vista come una minaccia per l'equilibrio del potere, sebbene all'inizio degli anni '1790 del 1814 le difficoltà con la Russia incoraggiarono gli inglesi guardare alla Polonia come partner economico alternativo (compresi i magazzini navali) a est. Durante la seconda e la terza divisione, la Gran Bretagna era preoccupata per la guerra con la Francia rivoluzionaria, e nel 15-1830 il controllo militare russo negò alla Gran Bretagna qualsiasi voce in capitolo sul futuro della Polonia. Questa storia fu ripetuta durante le rivolte dei polacchi contro i loro signori russi nel 1-1863 e nel XNUMX. Palmerston riconobbe in seconda istanza che nulla poteva essere fatto senza la Francia, e temeva che Napoleone III potesse cogliere l'opportunità di rendere altri importanti territori cambiamenti in Europa.

Gli sconvolgimenti alla fine della prima guerra mondiale permisero alla Polonia di riemergere come stato indipendente, ma i ministri britannici spesso ritenevano i leader polacchi sconsiderati e ambiziosi. La garanzia della Polonia nel marzo 1939 doveva molto al timore che l'espansione tedesca nell'Europa orientale potesse essere il preludio alla guerra in occidente. Si sperava ancora, tuttavia, che Hitler potesse essere persuaso a negoziare. Sebbene l'invasione tedesca portò la Gran Bretagna in guerra nel settembre 1939, si presumeva che la Polonia non potesse essere salvata e che la sua ricostituzione dipendesse da una vittoria degli alleati a ovest. Churchill cercò di mediare tra Stalin e il governo polacco in esilio a Londra più tardi durante la guerra, ma i loro obiettivi erano incompatibili e la diplomazia non poteva impedire una conquista comunista entro il 1947. Gli inglesi simpatizzavano fortemente con il movimento di riforma (Solidarity) da 1980, ma i loro interessi commerciali erano in conflitto con gli sforzi americani per imporre sanzioni un anno dopo.

CJ Bartlett