Pinckney, thomas

Pinckney, thomas. (1750-1828). Ufficiale continentale, governatore della Carolina del Sud, diplomatico. Carolina del Sud. Nato a Charleston, nella Carolina del Sud, il 23 ottobre 1750, Pinckney ha condiviso un'istruzione europea con suo fratello maggiore, Charles Cotesworth Pinckney, laureandosi a Oxford nel 1768 prima di studiare legge al Middle Temple ed essere ammesso al bar nel 1774. Tornò a Charleston nello stesso anno e ha avviato il suo studio legale. All'inizio dell'anno successivo divenne luogotenente dei ranger e, come suo fratello, capitano del First South Carolina Regiment (17 giugno 1775). Ha svolto un servizio di grande successo come ufficiale di reclutamento e addestramento prima di assumere le funzioni di ingegnere militare a Fort Johnson nel porto di Charleston. Dopo aver avuto un posto in orchestra mentre suo fratello e il colonnello Moultrie difendevano Fort Sullivan, Thomas fu assegnato a difendere quel posto nell'agosto 1776. Fatta eccezione per l'assenza di pochi mesi di reclutamento in Maryland, Virginia e North Carolina, rimase due anni in quella che era ora chiamato Fort Moultrie. Il 17 maggio 1778 fu promosso maggiore, aiutò nuovamente a organizzare e addestrare nuove truppe, e poi prese parte alla spedizione infruttuosa contro la Florida. Come aiutante di campo di Lincoln era a Stono Ferry e come aiutante di campo a d'Estaing partecipò all'attacco a Savannah il 9 ottobre 1779.

Pinckney prestò servizio nella legislatura del 1778 e mantenne la sua pratica legale mentre prestava servizio nell'esercito. Nel maggio 1779 gli inglesi bruciarono la sua piantagione e liberarono i suoi schiavi. Nel 1780 prese parte alla difesa di Charleston, ma fu inviato dalla città prima delle fasi finali dell'assedio a sbrigare i rinforzi e sfuggire alla cattura. Dopo essersi recato al quartier generale di Washington, tornò nel sud, divenne aiutante di campo a Gates il 3 agosto 1780, fu gravemente ferito a Camden il 16 agosto e fu fatto prigioniero. Paroled a Filadelfia con suo fratello, Charles Cotesworth Pinckney, che era stato catturato a Charleston, Thomas Pinckney fu scambiato nel dicembre 1780. Nel settembre 1781 stava reclutando in Virginia, dove incontrò Lafayette e prestò servizio sotto il comando di quest'ultimo durante l'assedio di Yorktown ; sono diventati buoni amici. Pinckney era anche un partigiano di Gates, e al suo ritorno nella Carolina del Sud alla fine della guerra pubblicò una sua difesa.

Pinckney divenne un avvocato di successo di Charleston dopo la guerra e servì come governatore dal 1787 al 1789. Nel 1791 Washington lo nominò ministro in Gran Bretagna. Sebbene non avesse molto successo come ambasciatore in quella nazione e offeso dalla nomina di John Jay a negoziare un trattato con la Gran Bretagna, Pinckney godette di un trionfo nei suoi negoziati con la Spagna. Con una combinazione di audace tenacia (che non aveva funzionato a Londra) e immancabile tatto, i suoi sforzi portarono al Trattato di Pinckney del 27 ottobre 1795. Tornato a Londra, Thomas lavorò senza successo per ottenere il rilascio di Lafayette da una prigione austriaca. Pinckney tornò nella Carolina del Sud nel settembre 1796, essendo stato nominato dai Federalisti per il vice presidente. Ma la connivenza di Hamilton per averlo eletto presidente per sconfiggere John Adams ha portato Pinckney a non ottenere nessuno dei due posti. (Suo fratello Charles Cotesworth perse in modo simile nelle elezioni del 1800, mentre il loro cugino Charles stava costruendo la sua carriera politica nel campo di Jeffersonian.) Servì al Congresso dal 1797 al 1801, quando si ritirò dalla politica. Fu nominato maggiore generale il 27 marzo 1812, ma come comandante della regione dalla Carolina del Nord al Mississippi non vide alcun servizio attivo durante la guerra del 1812. Succedette ad Andrew Jackson dopo la guerra del Creek e negoziò il trattato di pace. Morì a Charleston il 2 novembre 1828.