Piani urbanistici e promozione

Le popolazioni di città e città crebbero anche più rapidamente delle popolazioni rurali nella nuova nazione americana, in particolare nelle aree insediate a ovest dei Monti Appalachi dopo la fine della Guerra d'Indipendenza nel 1783. Le nuove città in questa regione erano spesso il prodotto di un marketing entusiasta campagne progettate per vendere lotti edificabili e per attrarre imprese e residenti. Queste attività promozionali, spesso chiamate boosterismo, hanno contribuito a definire la migrazione verso ovest dell'America.

La promozione della città doveva molto anche agli speculatori e ai costruttori che sfruttano le terre acquisite per trattato e conquista dagli indiani d'America. Sir William Johnson stabilì questo modello nella parte occidentale di New York alla fine del colonialismo; promotori successivi come William Cooper seguirono il suo esempio. Gli enormi guadagni di terra dopo la guerra del 1812 incoraggiarono iniziative commerciali ancora più aggressive, spesso pubblicizzate da mappe e viste fantasiose splendidamente disegnate.

Una città di successo aveva bisogno di una solida base economica. In un'epoca in cui la maggior parte delle merci alla rinfusa veniva spostata via acqua, che fosse fiume, lago o canale, i booster pianificavano le loro città di conseguenza intorno ai loro litorali e facevano pressioni costanti per i sussidi governativi per attirare i battelli a vapore o per costruire argini, moli e banchine. Seguirono corsi d'acqua artificiali. Il Canale Erie, costruito da Albany a Buffalo, New York, dopo la guerra del 1812, fu un miglioramento interno particolarmente riuscito, contribuendo alla crescita delle città lungo il suo percorso.

Le città di successo venivano spesso identificate con il prodotto che spedivano. Cincinnati divenne nota come "porkopolis" per la lavorazione dei maiali. Pittsburgh divenne un centro di ferro, Memphis un centro di cotone, Louisville un porto di tabacco e Galena, Illinois, il centro di una regione mineraria di piombo. Le città preesistenti francesi e spagnole parteciparono alla crescita dopo l'acquisto della Louisiana del 1803. St. Louis divenne il centro del commercio di pellicce occidentali; New Orleans divenne la città più grande del sud poiché la maggior parte del commercio delle valli del fiume Mississippi e Ohio passò sulla strada per il Golfo del Messico. In pochi anni le ferrovie avrebbero aiutato altre città, come Chicago, a crescere e prosperare.

Per quanto i leader delle città non volessero che le loro imprese fallissero, non volevano che le loro comunità rimanessero semplici puntini sulla mappa di un ufficio postale. Lo sviluppo economico si è spesso basato sul denaro preso in prestito e il desiderio di credito ha stimolato il settore bancario occidentale. Pratiche bancarie prudenti spesso cedevano alle pressioni per iniziative "selvagge" più rischiose. In tempi di rapida espansione i prestiti potrebbero essere rimborsati; ma in tempi di contrazione commerciale, come il panico del 1819, molte banche e aziende fallirono, portando con sé le loro città, e molti piani grandiosi non furono quindi mai realizzati.

Questa minaccia di fallimento è stata uno stimolo per un'attività promozionale ancora più intensa. Il boosterismo era evidente nel piano stradale della città attentamente esaminato, o plat, che permetteva di vendere lotti con un chiaro titolo legale. I pianificatori potevano scegliere tra diversi design popolari. Quelli con radici nel New England spesso creavano i loro siti intorno ai comuni cittadini, con edifici importanti come le chiese che si affacciavano su una piazza erbosa centrale. Molti esempi di tali città si possono ancora trovare lungo le rive dei laghi Erie, Huron e Michigan. I pianificatori che provenivano dagli stati centrali spesso preferivano copiare Filadelfia, con la sua griglia rettangolare centrata su una strada del mercato. Esempi di queste città si trovano su o vicino alla National Road nell'Ohio centrale, nell'Indiana e nell'Illinois. Gli sviluppatori degli stati del sud hanno mostrato una preferenza per le città costruite intorno alle piazze del tribunale centrale. Questi sono comuni nella valle dell'Ohio e in tutto il sud-ovest. Alcuni sviluppatori hanno emulato il più complesso piano 1791 di Pierre L'Enfant di Washington, DC, con i suoi viali diagonali e gli spettacolari parchi pubblici. Indianapolis è un buon esempio.

Ovunque, i sostenitori della città cercavano di abbellire le loro città con edifici imponenti. Gli architetti hanno lavorato in nuovi stili elevati, progettando copie di antiche strutture greche e romane. False facciate su edifici commerciali, alti campanili su chiese e decorazioni in legno riccamente intagliate o tornite erano tutte progettate per attirare l'attenzione e trasmettere un senso di importanza. I dirigenti della città prestavano particolare attenzione all'incoraggiamento di alberghi eleganti, grandi tribunali e scuole di contea e belle case private; accolsero i college non solo per la distinzione educativa che potevano conferire, ma anche per i loro imponenti edifici. I cimiteri cittadini, con monumenti e lapidi riccamente scolpiti, spesso fungevano anche da eleganti parchi pubblici. I sostenitori hanno descritto le loro comunità non per come erano ma per come potrebbero essere, esagerando le possibilità di trasmettere speranza e fiducia. Nel loro fervore anticipatore e nei loro piani ambiziosi, il presente e il futuro della nuova Repubblica si unirono.