Peter wallace rodino jr

Peter Wallace Rodino, Jr. (nato nel 1909) è stato un membro democratico della Camera dei rappresentanti, eletto per la prima volta dal 10 ° distretto congressuale del New Jersey nel 1948 e infine in pensione nel 1988. È stato presidente del Comitato giudiziario della Camera dei rappresentanti durante due storici eventi: quando ha tenuto le udienze sulla conferma di Gerald Ford come vice presidente nel 1973 e quando ha approvato tre articoli di impeachment contro il presidente Richard M. Nixon nel 1974.

Peter Wallace Rodino, Jr. è nato il 7 giugno 1909 a Newark, nel New Jersey, una città che è stata la sua base per tutta la vita. I suoi genitori erano Peter e Margaret (Gerard) Rodino. Un prodotto delle scuole locali, si è laureato alla New Jersey School of Law (che in seguito divenne la Rutgers University), guadagnandosi il LL.B. laurea nel 1937. Poco dopo fu ammesso all'Ordine degli Avvocati del New Jersey e esercitò la professione di avvocato a Newark.

Rodino si offrì volontario per il servizio militare durante la seconda guerra mondiale nel 1941. Servì con la prima divisione corazzata in Nord Africa e in Italia. Rodino è stato uno dei primi uomini arruolati ad essere incaricato come ufficiale all'estero. Fu congedato come capitano nel 1946. Rodino ricevette la Stella di Bronzo e altre decorazioni, comprese alcune della Repubblica Italiana.

Ha iniziato la carriera congressuale

La lunga carriera legislativa di Rodino iniziò nel 1948, quando vinse le elezioni alla Camera dei Rappresentanti dal 10 ° distretto congressuale del New Jersey, che comprendeva la maggior parte di Newark e parti delle contee circostanti. Aveva cercato quella carica per la prima volta nel 1946, momento in cui fu sconfitto per un pelo. È stato rieletto più di 20 volte ed è diventato il decano della delegazione del Congresso del New Jersey.

Al Congresso Rodino era attivo nella sponsorizzazione e nel lavoro per molte leggi importanti. Era in prima linea nella legislazione sui diritti civili (in particolare alloggi aperti e diritti di voto), questioni relative all'immigrazione e festività nazionali per il compleanno di Columbus Day e Martin Luther King. In generale, Rodino aveva un record di voto liberale, ma ha votato per misure di legge e ordine e contro gli aiuti del governo per gli aborti. Si è opposto agli emendamenti costituzionali per vietare l'aborto e gli autobus e per ripristinare la preghiera scolastica. È stato assistente della frusta di maggioranza della Camera tra il 1965 e il 1972.

Il membro del Congresso è stato nominato alla commissione per la magistratura della Camera dei rappresentanti, dopo aver prestato servizio nella commissione per gli affari dei veterani. Rodino è diventato presidente del comitato nel gennaio 1973. Ha guidato le audizioni del comitato sulla conferma del leader della minoranza repubblicana Gerald Ford a essere vice presidente alla fine del 1973 (in sostituzione del dimesso Spiro Agnew). Questa è stata la prima occasione in cui si è riempito un posto vacante in quell'ufficio ai sensi del 25 ° emendamento alla Costituzione. L'emendamento, ratificato nel 1967, prevedeva che un presidente nominasse un vicepresidente con la conferma del voto a maggioranza di entrambe le Camere del Congresso. Quando Ford divenne presidente in seguito alle dimissioni di Nixon, nominò Nelson Rockefeller suo successore. Rodino ha dovuto presiedere ancora una volta il comitato per tenere le udienze di conferma per il nuovo vicepresidente nel 1974.

Condotta un'inchiesta sull'impeachment di Nixon

Quando la copertura dell'affare Watergate si è avvicinata alla Casa Bianca nel 1973, i membri del Congresso hanno iniziato a chiedere l'impeachment del presidente Nixon. L'impeachment è il processo di rimozione di un presidente dalla carica con un voto a maggioranza della Camera, seguito da un voto di due terzi del Senato d'accordo. Il compito di un'indagine di impeachment è stato assegnato alla commissione giudiziaria alla fine di ottobre 1973.

Durante la prima metà del 1974 il comitato si mosse lentamente e con cautela quando si cercarono prove. Sono stati spesi sforzi per cercare di ottenere copie di registrazioni rilevanti di conversazioni scoperte segretamente registrate negli uffici presidenziali. Questi sono stati cercati per mostrare se Nixon fosse coinvolto o meno in qualsiasi occultamento o ostacolo alle attività giudiziarie legate all'irruzione del Watergate.

Ottenere i nastri non è stato un compito facile. Essendo stata rifiutata la sua richiesta di nastri specifici dalla Casa Bianca, il comitato ha intrapreso un'azione senza precedenti per emettere un mandato di comparizione al presidente l'11 aprile. Il gruppo di nastri è stato rilasciato entro poche settimane. I nastri e le trascrizioni di accompagnamento sono stati respinti dal comitato in quanto contenenti cancellazioni e imprecisioni. Materiale aggiuntivo è stato citato in giudizio altre tre volte dal comitato, ma il presidente ha rifiutato di conformarsi. La Casa Bianca ha affermato che si trattava di una crescente invasione nella riservatezza della conversazione presidenziale che avrebbe compromesso l'istituzione della presidenza.

Il comitato ha tenuto riunioni chiuse durante la tarda primavera e l'inizio dell'estate per esaminare le prove. A partire dal 24 luglio 1974, le riunioni furono aperte e trasmesse in televisione. Il 27 luglio la commissione ha votato per il primo di tre articoli di impeachment contro Nixon: ostruzione alla giustizia. Il 29 luglio è stato approvato il secondo articolo: abuso di potere. E il 30 luglio è stato votato il terzo: il disprezzo del Congresso sfidando le sue citazioni. La Camera al completo avrebbe dovuto avviare la procedura di impeachment a metà agosto. Nixon, di fronte a una certa impeachment e rimozione dall'incarico, si dimise il 9 agosto 1974.

Rodino è stato anche presidente del comitato intergovernativo per le migrazioni europee, presidente del comitato scientifico e tecnico dell'Assemblea del Nord Atlantico e presidente del sottocomitato immigrazione e nazionalità del comitato giudiziario della Camera.

Riconoscimenti ricevuti

Rodino ha ricevuto numerosi premi in riconoscimento del suo dovere civico da organizzazioni per i diritti civili, religiose ed etniche e molte onorificenze da vari governi. Gli furono conferite diciassette lauree honoris causa. È stato nominato per la carica di vicepresidente alla Convenzione nazionale democratica del 1972 ed è stato preso in considerazione per quella posizione di nuovo nel 1976. Nel 1988 ha annunciato che non si sarebbe candidato alla rielezione. Nel 1992 la Seton Hall University Law School (Newark, NJ) ha intitolato la sua biblioteca giuridica a Rodino. La Peter W. Rodino, Jr. Law Library contiene una raccolta di documenti personali e pubblici di Rodino, inclusi materiali relativi alle indagini del Watergate, corrispondenza personale e discorsi.

Rodino sposò Marianna Stango, il 27 dicembre 1941. Avevano una figlia e un figlio.

Ulteriori letture

Non esiste una biografia della lunghezza del libro pubblicata di Rodino. Per un'analisi incisiva di Rodino e del periodo storico durante il quale prestò servizio, leggi Theodore H. White, Violazione della fede (1975). Un resoconto descrittivo, che mostra il ruolo di Rodino, è in Bob Woodward e Carl Bernstein, Gli ultimi giorni (1976). □