Personale del tempio

STAFF . In considerazione delle varie attività che si svolgevano quotidianamente in un tempio egizio, non dovrebbe sorprendere che un grande staff di sacerdoti, sacerdotesse e altro personale di supporto fosse necessario per il funzionamento efficiente del tempio. Ad esempio, il tempio di Amon-Ra a Karnak impiegava 81,322 uomini, mentre il tempio di Heliopolis ne impiegava 12,963 e il tempio di Menfi a 3,079 irrisori. Tecnicamente, solo il re poteva officiare nel culto davanti agli dei. Era considerato il sommo sacerdote di tutti gli dei e le dee d'Egitto. In pratica il re delegò questa responsabilità ai sacerdozi dei vari dei in tutto l'Egitto. Molte nomine sacerdotali venivano direttamente dal re. Alcune nomine sacerdotali potrebbero essere effettuate da amministratori locali. Spesso gli uffici sacerdotali potevano essere ereditati.

Funzioni sacerdotali . C'erano due classi principali di sacerdoti. La classe superiore del sacerdote era il hem-netjer, "Servo di dio." Questi sacerdoti hanno funzionato nel culto davanti alla statua del dio. I greci tradussero hem-netjer come "profeta", un'equazione che derivava dal ruolo dei sacerdoti nell'interpretazione degli oracoli. La classe inferiore dei sacerdoti era la wabu, o "puri". Servivano come portatori della corteccia del dio, come versatori d'acqua per le varie libagioni richieste durante il servizio del tempio, come sorveglianti di artigiani, artigiani o scribi, o come artigiani stessi, realizzando oggetti sacri come i sandali del dio. Oltre a questi due titoli, ce n'era un terzo, il it-netjer, o "padre di dio". È stato suggerito che il titolo "padre di dio" sia stato dato a senior wab sacerdoti che avevano raggiunto il livello di profeta ma non erano ancora stati formalmente ammessi a quell'ufficio. Una delle sue funzioni sembra fosse quella di camminare davanti all'immagine del dio quando era in processione e spruzzare acqua per purificare il sentiero.

Purezza . Inerente in una delle parole egiziane per "sacerdote" è il concetto di purezza. Ai sacerdoti era richiesto di mantenere uno stato di purezza rituale mentre servivano nel loro ufficio. Tale purezza è stata raggiunta e mantenuta in diversi modi. Durante il periodo Ramesside, i sacerdoti dovevano fare il bagno nel lago sacro di un tempio tre volte al giorno; Erodoto dice che ai suoi tempi i sacerdoti facevano il bagno due volte al giorno e due durante la notte. I sacerdoti dovevano pulirsi la bocca con natron sciolto in acqua, rimuovere tutti i peli

dai loro corpi (Erodoto dice che si rasavano tutto il corpo ogni tre giorni) e si facevano circoncidere. Prima di entrare nel loro servizio come sacerdoti, dovevano astenersi dall'attività sessuale per diversi giorni e durante il periodo del loro servizio. Mentre servivano nel tempio, non potevano indossare la lana e dovevano indossare sandali bianchi. I sacerdoti dovevano osservare alcuni tabù alimentari, che differivano da nome a nome. Ad esempio, nel Terzo nome dell'Alto Egitto era proibito mangiare pesce, e nel Sesto nome dell'Egitto superiore non si poteva mangiare il miele.

Gangs of the Service . I sacerdoti erano divisi in quattro gruppi, chiamati "bande di servizio", a cui i greci davano il nome phyles. Ogni phyle ha servito un mese lunare a rotazione, in modo che durante l'anno ogni banda abbia prestato servizio per un totale di tre mesi, con tre mesi di pausa tra ogni mese di servizio. Questo tempo libero permetteva alle persone di detenere il sacerdozio in diversi templi. I capi sacerdoti di un tempio erano designati da numeri ordinali, e il sommo sacerdote del tempio era chiamato il primo profeta, il successivo sacerdote più anziano era il secondo profeta, seguito dal terzo e quarto profeti. I sommi sacerdoti di alcune divinità avevano titoli speciali. Il sommo sacerdote di Ptah era chiamato "colui che è grande nel dirigere i mestieri", il sommo sacerdote di Re era "colui che è grande nel vedere", il sommo sacerdote di Thoth era chiamato "l'arbitro tra i due", e il il sommo sacerdote di Khnum era chiamato il "modellatore di arti". Questi titoli derivano dalle varie sfere di influenza o ruoli mitologici che questi dei hanno svolto.

Specializzati . Oltre a queste classi di sacerdoti, c'erano anche specialisti sacerdotali. Il hery-got (colui che porta il rotolo del festival) era responsabile della lettura degli inni e degli incantesimi che accompagnavano molti dei rituali nel tempio. Lo "scriba della casa della vita" era responsabile della copia dei papiri usati nel tempio e nel rito funerario. Anche le donne hanno avuto un ruolo nel sacerdozio del tempio. Durante l'Antico Regno (circa 2675-2130 a.C.) le donne di alto rango sociale potevano ricoprire l'ufficio di sacerdotessa (hemet-netjer) di Hathor, o di Neith. Le donne servivano solo raramente come sacerdotesse nel culto di un dio. Prima del Nuovo Regno (circa 1539-1075 aC) il sacerdozio non era visto come un'occupazione a tempo pieno, ma con l'introduzione di una classe professionale di sacerdoti, le donne non erano più in grado di detenere titoli sacerdotali. Hanno poi servito principalmente come musicisti, cantanti e ballerini nel tempio.