Percy, hugh

Percy, hugh. (1742-1817). Ufficiale e politico dell'esercito britannico. Hugh Percy nacque a Londra il 14 agosto 1742. Era il figlio maggiore di Sir Hugh Smithson, che nel 1750 cambiò il suo nome in Percy quando ereditò il ducato di Northumberland da suo suocero. Fu istruito a Eton (1753–1758) prima di essere pubblicato come guardiamarina nel ventiquattresimo piede il 1 ° maggio 1759. È possibile che abbia combattuto a Minden, in Germania, durante la guerra dei sette anni, si è scambiato con gli Ottanta -Quinto reggimento di fanteria come capitano poche settimane dopo il suo diciassettesimo compleanno. Percy era al St. John's College di Cambridge nel 1760, ma i suoi studi universitari interruppero a malapena la sua accelerata carriera militare. Nel 1762 divenne tenente colonnello sia nell'Undicesimo piede che nei Grenadier Guards. Nel 1763 fu eletto al Parlamento, dove sostenne la legislazione di Grenville, che includeva lo Stamp Act. Nel 1764 sposò la terza figlia e nel 1766 votò contro l'abrogazione dello Stamp Act. Sostenitore del ministero di William Pitt (il maggiore), conte di Chjatham, fu nominato colonnello del quinto reggimento nel 1768 e dal 1770 si oppose a Lord North, rivale di Pitt e successore alla carica di primo ministro. Nel 1774 Percy partì con il suo reggimento per l'America.

Il 19 aprile 1775 Percy portò 1,400 fanti e due cannoni da sei libbre fuori da Boston per salvare le forze del colonnello Francis Smith mentre marciava di ritorno da Concord sotto il fuoco. A Lexington dispiegò freddamente le sue truppe per coprire gli uomini di Smith mentre si riformavano, e poi fece una ritirata combattiva a Boston. Ora un eroe locale, Percy ricevette una promozione locale a maggiore generale (efficace solo in America) a luglio, e il grado fu ufficialmente riconosciuto in tutto l'esercito nel settembre di quell'anno. Divenne generale a pieno titolo in America il 26 marzo 1776. Ha guidato una divisione a Long Island (Brooklyn) il 27 agosto e all'assalto di Fort Washington il 16 novembre. A dicembre andò con la spedizione di Sir Henry Clinton per catturare Newport, Rhode Island, dove rimase dopo la partenza di Clinton nel gennaio 1777 e lì divenne sorprendentemente popolare. Tuttavia, ha litigato con William Howe, che ha ripetutamente interferito con il comando di Percy e ha criticato le sue decisioni. Percy potrebbe, come ci si potrebbe aspettare da un giovane a causa della sua rapida ascesa come famiglia potente, aver pensato che Howe non fosse sufficientemente deferente al suo rango sociale. Salpò per casa il 5 maggio 1777, ufficialmente per ereditare la baronia della madre, ma di fatto per sfuggire a ulteriori disaccordi con il suo comandante in capo. Sebbene promosso tenente generale in agosto e generale nel 1793, non vide più alcun servizio attivo.

Nel 1779 Percy divorziò dalla moglie e si risposò. Ha ereditato il titolo, le proprietà e l'influenza parlamentare di suo padre nel 1786 e per un breve periodo ha sostenuto le politiche del primo ministro di William Pitt, il giovane. A parte Howe, la maggior parte delle persone trovava Percy modesto e cortese. La sua generosità eguagliava la sua eccezionale ricchezza - pagava tariffe di ritorno a casa e mance alle vedove dei suoi uomini che furono uccisi in America - ed era famoso come proprietario premuroso. Morì a Londra il 10 luglio 1817.