Penot lombart, louis-pierre

PENOT LOMBART, LOUIS-PIERRE. Chevalier de La Neuville (1744-1800). Volontario francese. Il 25 febbraio 1750 La Neuville divenne tenente della milizia parigina e nel 1759 fu promosso capitano della stessa unità. Nel 1759 fu nominato capitano e nel 1766 divenne aiutante maggiore nel reggimento delle reclute delle colonie. Nel 1774 fu nominato maggiore del reggimento provinciale di Laon. Gli fu conferito il titolo di cavaliere nell'Ordine di Saint Louis nel 1776. Il 5 marzo 1777 la corte gli concesse un congedo per il presunto scopo di occuparsi degli affari a Saint Domingue ma in realtà per consentire a lui (e suo fratello) di combattere gli inglesi in Nord America. Scrisse a Franklin il 16 marzo 1777 che era pronto ad andare in America sia come colonnello che come volontario.

Arrivando in America con brillanti lettere di raccomandazione e accompagnato dal fratello minore, René Hippolyte, La Neuville fu nominato colonnello con grado dal 21 marzo 1777. Il 14 maggio fu nominato ispettore generale dell'esercito del Nord (sotto Gates) con la promessa che sarebbe stato promosso al termine di tre mesi secondo il suo merito. Un anno dopo stava ancora aspettando l'avanzamento. Nel maggio 1778 fu raccomandato al Congresso per la promozione a generale di brigata, e il 28 giugno il generale Parsons firmò una raccomandazione elogiativa riguardo al suo servizio, ma il Congresso rimandò l'azione il 29 luglio. Infine il Congresso lo brevettò generale di brigata il 14 ottobre 1778, con data di rango 14 agosto, e il 4 dicembre accettò la sua richiesta di ritiro. L'11 gennaio 1779 salpò con Lafayette per la Francia, portando un brillante encomio da Gates. Il 24 giugno 1780 ricevette una commissione nell'esercito francese come tenente colonnello. Due anni dopo ha chiesto il permesso di tornare in America, ma Ségur ha rifiutato l'autorità necessaria. All'inizio del 1783 fu posto al comando di un battaglione di ausiliari coloniali a Cadice che si preparava ad accompagnare la proposta spedizione nelle Indie Occidentali, ma la pace intervenne. Lafayette sembra aver scritto una raccomandazione nel suo fascicolo nel 1787 affermando che "M. de La Neuville ha sempre mostrato molta intelligenza e zelo. Si è comportato perfettamente in America" ​​(Lasseray, Il francese, vol. 2, p. 356). Era a New York nel 1790 per affari quando suo zio, il tenente generale Merlet, cercò per suo conto il grado di aiutante generale. Quell'anno è tornato in Francia. La Neuville andò in pensione il 20 marzo 1791 e morì durante l'era napoleonica.

Bibliografia

Bodinier, André. Dizionario degli ufficiali dell'esercito reale che combatterono negli Stati Uniti nella guerra d'indipendenza, 1776–1783. Vincennes, Francia: servizio storico dell'esercito, 1982.

Contenson, Ludovic de. La Società dei Cincinnati di Francia e la guerra americana. Parigi: Edizioni Auguste Picard, 1934.

Ford, Worthington C. et al., Eds. Riviste del Congresso continentale, 1774–1789. 34 voll. Washington, DC: ufficio stampa del governo degli Stati Uniti, 1904-1937.

Franklin, Benjamin. Documenti di Benjamin Franklin. A cura di Leonard W. Labaree et al. 37 voll. ad oggi. New Haven, Connecticut: Yale University Press, 1959–.

Lafayette, Gilbert du Motier da. Lafayette nell'età della rivoluzione americana: lettere e documenti selezionati, 1776-1790. A cura di Stanley J. Idzerda et al. 5 voll. ad oggi. Ithaca, NY: Cornell University Press, 1977–.

Lasseray, André. I francesi sotto le tredici stelle (1775-1783). 2 voli. Mâcon, Francia: Imprimerie Protat Frères, 1935.

                              rivisto da Robert Rhodes Crout