Penn, john

Penn, john. (1740-1788). Firmatario. Virginia e North Carolina. Nato a Caroline County, Virginia, il 6 maggio 1740, John Penn studiò giurisprudenza con il suo parente Edmund Pendleton, superando l'incarico nel 1761. Si trasferì a Williamsboro, nella Carolina del Nord, nel 1774, dove divenne un leader politico locale. Fu eletto al Congresso continentale nel 1775, servendo fino al 1780, diventando famoso per aver parlato raramente in pubblico ma avendo una vita sociale attiva. Inizialmente favorevole alla riconciliazione, Penn divenne un sostenitore nel 1776 sia dell'indipendenza che delle alleanze straniere e firmò la Dichiarazione di indipendenza. Durante la controversia sugli affari esteri che coinvolge Silas Deane e Richard Henry Lee, Penn divenne un difensore così violento di Robert Morris contro le accuse di Henry Laurens (un sostenitore di Deane) che, nel gennaio 1779, Laurens sfidò Penn a duello. Mentre assisteva il suo anziano avversario dall'altra parte della strada rispetto alla pensione che condividevano, Penn si rese conto dell'assurdità della situazione e suggerì di annullarla. Laurens era d'accordo.

Ritornato nel suo stato, Penn divenne membro del consiglio di guerra della Carolina del Nord nel 1780. Il generale Charles Cornwallis si stava spostando a nord, le autorità statali si stavano scontrando con gli ufficiali continentali che venivano inviati a difendere il sud e Penn intraprese una battaglia amministrativa contro tutti e tre. Il suo incarico fu abolito quando Thomas Burke divenne governatore della Carolina del Nord nel 1781. In luglio tornò allo studio legale privato. Morì il 14 settembre 1788.