Passi, montagna

Passi, montagna. Due catene montuose attraversano l'America da nord a sud, gli Appalachi e le Montagne Rocciose, ed entrambe hanno formato barriere al movimento verso ovest. I primi cacciatori in cerca di pelli e pionieri che ambivano alle terre occidentali incontrarono la difficoltà trovando sbocchi naturali attraverso le montagne. I primi sentieri erano, quando possibile, percorsi d'acqua, quindi i fiumi Mohawk e Ohio erano i percorsi chiave per i Grandi Laghi e la Valle del Mississippi. Gli irochesi e i francesi sbarrarono la via dei Mohawk a nord, mentre i Cherokee e altre tribù confederate bloccarono le rotte attraverso le pianure a sud degli Appalachi. Di conseguenza, la confluenza dei fiumi Allegheny e Monongahela a Pittsburgh e le interruzioni nelle creste montuose nell'angolo tra Virginia e North Carolina che portavano nel Kentucky erano i punti di passaggio più facili. Tali divari negli Appalachi erano spesso il risultato di depressioni tagliate attraverso i pendii delle montagne da fiumi che cercavano uno sbocco nell'Ohio o nell'Oceano Atlantico. La fascia costiera della Virginia è bassa, ma le prime mappe mostrano solo tre passaggi nella Shenandoah Valley: Williams, Ashby e Vestal Gaps, tutti nella contea di Fairfax.

Il passaggio più importante nell'approccio del Kentucky era il Cumberland Gap, che attraversava i fiumi Holston e Clinch nel Tennessee orientale oltre e attraverso le montagne e poi lungo il fiume Kentucky e i suoi affluenti fino alle cascate dell'Ohio. Questo era noto come Boone's Wilderness Road. I primi viaggiatori notarono anche Flower Gap, dall'acqua delle maree alle sorgenti del Little River; Blue Ridge Gap, un altro passaggio dalla marea alla valle di Shenandoah; e Moccasin Gap, tra la forcella nord dei fiumi Holston e Clinch.

Quelli diretti a ovest incontrarono Chester's Gap nelle Blue Ridge Mountains sulla Virginia Road da Braddock's Road a Pittsburgh. Attraversarono Miller's Run Gap sulla Forbes Road, andando a ovest da Filadelfia a Pittsburgh, a nord-ovest dell'attuale sito di Ligonier, nella contea di Westmoreland, Pennsylvania.

Le Montagne Rocciose, a causa della loro lunghezza ininterrotta e della loro grande altezza, rappresentavano un problema più serio. Per la maggior parte, i primi missionari spagnoli al sud e commercianti di pellicce, emigranti ed esploratori dell'esercito al nord e al centro hanno svelato i loro segreti. Gli spagnoli fecero i primi approcci nel sud quando spingevano in California dal New Mexico. Dopo la rivolta del Messico e l'inizio del commercio americano con Santa Fe, i cacciatori di pellicce si spinsero verso ovest da Taos e Santa Fe a San Diego e Los Angeles. Le valli fluviali che aprivano la rotta meridionale verso ovest erano il Gila e il Colorado. Il sentiero del Colorado, noto come Sentiero spagnolo, andava a nord di Taos, attraversava le montagne Wasatch e il deserto del Mojave ed entrava in California dal Passo del Cajon. Il percorso Gila era il sentiero più breve da Santa Fe, andando a ovest attraverso le montagne e, passando per il Warner's Pass, alla fine raggiunge San Diego.

Seguendo il fiume Arkansas a ovest fino a Pueblo, Colo., E attraversando le montagne scegliendo tra tre o quattro diversi passi, il Williams o Sandy Hill, il Roubideau o Mosca e il Sangre de Cristo o Music Passes, i viaggiatori potevano raggiungere Taos girando a sud o in California girando a nordovest su un percorso tracciato da John C. Frémont. Questo percorso ha attraversato il Great Basin dello Utah e del Nevada e ha superato i passi della Sierra Nevada in California. I più importanti di questi passi erano il Walker, il Carson, il Virginia, il Frémont, il Sonora, il Donner e il Truckee. Dopo che i viaggiatori avevano scalato la scarpata orientale, nella Sierra Nevada rimanevano ancora le pieghe delle montagne che impedivano il progresso verso la costa. Il Tehachapi Pass nella San Joaquin Valley ha attraversato una di queste pieghe.

L'approccio centrale alle Montagne Rocciose era attraverso il fiume Platte, che manda le dita in alto sulle montagne. Il passo più importante dell'intera catena delle Montagne Rocciose, South Pass, era su questo percorso. Ha gradi facili e molti viaggiatori diretti in California lo usavano girando a sud a Fort Hall, Idaho.

Di tutti gli approcci fluviali, il Missouri è stato il più efficace ed è stato il percorso utilizzato da Meriwether Lewis e William Clark. Hanno attraversato le Montagne Rocciose da Lemhi, Clark e Gibbon Passes. Altri passaggi utili del nord-ovest erano il Nez Perce e Lo Lo attraverso le montagne Bitterroot al confine tra Montana e Idaho. Il Bozeman Pass offriva l'accesso dalla valle del fiume Gallatin a quella del fiume Yellowstone. Per viaggiare a sud dall'Oregon alla California, il passo Siskiyou si è rivelato utile.

I passi importanti nella regione mediocontinentale erano l'Unione, che attraversava le Wind River Mountains nel Wyoming sudoccidentale; Cochetope Pass sulle montagne di San Juan nel Colorado sud-occidentale, utilizzato da Frémont e altri nel passaggio dal Colorado allo Utah; e Muddy Pass, due gradi a sud del South Pass, utile per attraversare le divisioni dell'Atlantico e del Pacifico dalle sorgenti di Platte. Il Bridger's Pass, scoperto nei primi giorni del commercio di pellicce, ha attraversato lo spartiacque a sud del South Pass e ha risparmiato distanza sulla rotta della California; per questo motivo è stato utilizzato dal Pony Express.

Bibliografia

Carnes, Mark C. e John A. Garraty et al. Mapping America's Past: A Historical Atlas. New York: Henry Holt, 1996.

Earle, Carville. Indagine geografica e problemi storici americani. Stanford, California: Stanford University Press, 1992.

Meinig, DW The Shaping of America: una prospettiva geografica su 500 anni di storia. New Haven, Connecticut: Yale University Press, 1986.

Nevins, Allan. Frémont: Pathmarker dell'Ovest. Lincoln: Pressa dell'Università del Nebraska, 1992.

Carl L.Cannone/a. e.