Passamaquoddy / penobscot

PASSAMAQUODDY / PENOBSCOT. I Passamaquoddies e Penobscots, residenti rispettivamente del Maine orientale e centrale, furono tra i primi nativi americani contattati dagli europei. Entrambi i gruppi avevano organizzazioni sociali fluide, parlavano lingue algonchine affini e vivevano in piccoli villaggi o in campi di banda familiare stagionali mentre contavano sulla caccia, la pesca e la raccolta per la sussistenza. Non furono mai organizzati come tribù, ma furono percepiti come tali dai coloniali inglesi e successivamente da funzionari statali e federali. Nel 2002, la maggior parte dei Penobscots risiedeva sull'isola indiana nel fiume Penobscot, mentre i Passamaquoddies erano divisi tra Pleasant Point sulla baia di Passamaquoddy e Indian Township vicino al fiume St. Croix.

I Passamaquoddies e Penobscots evitarono il dominio europeo per la maggior parte del periodo coloniale a causa della loro posizione strategica e della loro lontananza

dagli insediamenti inglesi. La conversione cattolica e i matrimoni misti francesi hanno favorito relazioni amichevoli, ma l'influenza francese è stata spesso esagerata. Le sei guerre che si verificarono tra il 1677 e il 1760 furono ciascuna causata localmente da una combinazione di insistenza inglese sulla sovranità, controversie riguardanti la sussistenza o la terra e ritorsioni reciproche indiscriminate. Questi conflitti hanno provocato il declino e la migrazione delle popolazioni native e la fusione dei rifugiati nei villaggi di Penobscot e Passamaquoddy.

Dopo aver sostenuto la rivoluzione americana, questi indiani furono amministrati dal Massachusetts (Maine dopo il 1820), contrariamente alla legge federale. Le autorità statali li costrinsero a fare grandi cessioni di terre nel 1794, 1796, 1818 e 1833. Significativamente, ogni gruppo ha avuto un rappresentante senza diritto di voto per la legislatura statale dall'inizio del 1800. Il Maine è stato l'ultimo stato a concedere il diritto di voto agli indiani di riserva (1954), ma ha creato il primo Dipartimento statale degli affari indiani (1965). Alla fine degli anni '1960, i Passamaquoddies e i Penobscots iniziarono i Maine Indian Land Claims, sostenendo che i trattati statali violavano l'Indian Nonintercourse Act del 1790. Diverse sentenze favorevoli dei tribunali indussero un accordo di $ 81.5 milioni nel 1980 e fornirono la base per altre cause da parte delle tribù orientali.

Bibliografia

Brodeur, Paul. Restituzione: le rivendicazioni della terra degli indiani Mashpee, Passamaquoddy e Penobscot del New England. Boston: Northeastern University Press, 1985.

Ghere, David. "Abenaki faziosità, emigrazione e continuità sociale nel New England settentrionale, 1725-1765". Ph.D. diss., Università del Maine, 1988.

Morrison, Kenneth M. The Embattled Northeast: The Elusive Ideal of Alliance in Abenaki-Euramerican Relations. Berkeley: University of California Press, 1984.

DavidGhere