Partito dell’unità

Il secondo e ultimo mandato di Boris Eltsin come presidente sarebbe scaduto nel giugno 2000, e lui ha cercato con ansia un successore valido. Nell'estate del 1999 una seria sfida è emersa da due potenti leader regionali, il sindaco di Mosca Yuri Luzhkov e il presidente del Tatarstan Mintimer Shaimiev. Hanno unito i due movimenti che hanno guidato, Father-Land e All Russia, in un'alleanza guidata da Yevgeny Primakov, il primo ministro che Eltsin aveva licenziato a marzo. La vittoria per la Patria / Tutta la Russia alle elezioni della Duma di Stato nel dicembre 1999 darebbe a Luzhkov o Primakov una buona possibilità di sconfiggere il candidato alla presidenza del Cremlino nel giugno 2000.

In risposta, lo staff presidenziale creò frettolosamente un nuovo partito lealista, Yedinstvo (Unity), noto anche come Medved o Orso (dal suo nome ufficiale, Movimento Interregionale "Unity", le cui prime lettere scrivono MeDvEd). Unity è stato lanciato nel settembre 1999, appena tre mesi prima delle elezioni. L'unità ha mobilitato le risorse amministrative dei ministeri del governo e dei governatori regionali, trentadue dei quali hanno sostenuto la nuova alleanza elettorale. La filosofia di Unity era semplice: sostegno al primo ministro Putin, che guidava la lotta contro i banditi ceceni. Putin ha rifiutato di guidare Unity; il suo capo ufficiale era l'ambizioso giovane ministro per le situazioni di emergenza, Sergei Shoigu. Nel 1999 Unity è stato aiutato dall'oligarca Boris Berezovsky, la cui stazione televisiva ORT ha lanciato incessanti attacchi personali contro i rivali di Unity, Luzhkov e Primakov. Ironia della sorte, un anno dopo Berezovsky ha litigato con il Cremlino ed è stato costretto all'esilio.

A parte il Partito Comunista della Federazione Russa di Gennady Zyuganov, i partiti politici russi erano eccezionalmente deboli e instabili. I precedenti tentativi di creare un partito filogovernativo, come Russia's Choice (1993) o Our Home is Russia (1995), erano falliti. La gente era disposta a votare per un presidente forte, ma ha espresso il proprio malcontento votando per i partiti di opposizione alle elezioni parlamentari. Circa il 20-30% degli elettori ha sostenuto i comunisti e un numero simile ha sostenuto i vari partiti democratici. Unity sperava di ottenere sostegno da tutto lo spettro, specialmente dagli elettori che erano scettici su tutte le ideologie e preferivano leader pragmatici.

Con grande sorpresa di tutti, Unity ha fatto bene alle elezioni del dicembre 1999, vincendo il 23% nella lista dei partiti nazionali, vicino al 24% dei comunisti e davanti a Patria / Tutta la Russia con il 13%. Questo ha aperto la strada al successo di Putin per la presidenza. Unity ha poi forgiato un'alleanza tattica con i comunisti in parlamento e nel 2000 e nel 2001 la Duma ha approvato quasi tutte le proposte legislative di Putin, dalla ratifica di START II alla riforma agraria.

I sondaggi hanno suggerito che Unity stava mantenendo il suo sostegno elettorale e guadagnando una certa influenza nelle elezioni regionali. Nel luglio 2001 il partito Patria di Luzhkov, riconoscendo il potere amministrativo di Unity e temendo la sconfitta nelle elezioni successive, si è fuso con riluttanza con Unity. La All-Russia di Shaimiev ha seguito l'esempio. I tre partiti hanno tenuto un congresso di fondazione per formare un nuovo partito, chiamato Russia Unita, il 1 dicembre. Il partito ha affermato di avere 200,000 membri, ma il suo sostegno sembrava derivare interamente dalla popolarità di Putin.

Nel novembre 2002 il legislatore Alexander Bespalov è stato sostituito come capo della Russia Unita dal ministro dell'Interno Boris Gryzlov, segnalando il desiderio del Cremlino di mantenere uno stretto controllo sul partito mentre si preparava per il suo test principale: le elezioni della Duma di Stato del dicembre 2003. Una nuova legge del luglio 2002 ha introdotto le elezioni della lista dei partiti per metà dei seggi nelle legislature regionali, dando alla Russia unificata la possibilità di stabilire una presenza a livello regionale in tutta la Russia.