Parco nazionale delle Everglades

Il parco nazionale delle Everglades rappresenta l'unica riserva naturale subtropicale del Nord America. La riserva nel sud della Florida comprende 2, 354 miglia quadrate (1, 506, 499 acri) di paludi di mangrovie, pinelands, foreste di meli e cipressi e praterie di erba segata. Supporta specie rare come la pantera della Florida e il lamantino ed è l'unico posto al mondo in cui convivono alligatori e coccodrilli.

L'ecosistema unico che caratterizza le Everglades è emerso 5 anni fa, quando la diminuzione del livello del mare e le condizioni climatiche alterate hanno permesso alle piante di colonizzare la regione. Quando i conquistadores spagnoli arrivarono nel 000, incontrarono una fiorente cultura dei nativi americani basata sulla caccia, la pesca e il commercio. La guerra e le malattie segnarono la scomparsa della popolazione indigena nel 1500. All'inizio del 1763, tuttavia, Creeks e Seminoles si trasferirono nelle Everglades per evitare la rimozione dalla Florida. I primi visitatori euroamericani, come il naturalista John James Audubon, si meravigliavano della fauna selvatica della palude. Nel 1800, il colonnello William Harvey notò, "nessun paese che io abbia mai visto gli somiglia; sembra un vasto mare pieno di erba e alberi verdi". L'interesse per la Florida meridionale fiorì alla fine del 1840, motivato dai tentativi di prosciugare la terra per scopi agricoli. Anche i cacciatori si riversarono nelle Everglades, cercando di trarre profitto dal mercato dei cappelli piumati.

Una campagna per preservare le Everglades è germogliata negli anni '1920. Preoccupato per la perdita di habitat e il declino della fauna selvatica, l'architetto paesaggista del Connecticut Ernest F. Coe fondò la Tropic Everglades National Park Association nel 1928. Lo stesso anno, il senatore Duncan Fletcher della Florida introdusse un disegno di legge per istituire il Parco nazionale delle Everglades. Nel 1930, un'influente commissione presieduta dal direttore del National Park Service Horace Albright

protezione consigliata. Il 30 maggio 1934, il Congresso approvò l'Everglades Bill e il 6 dicembre 1947, a seguito di un lungo processo di acquisizione della terra, il parco fu formalmente istituito. Nel preservare un'area per i suoi attributi biologici piuttosto che geologici, la dedica del Parco nazionale delle Everglades ha stabilito un precedente nella legislazione del parco nazionale.

Il Parco nazionale delle Everglades rimane l'unico parco nell'emisfero occidentale ad essere designato come riserva della biosfera internazionale (1976) e sito del patrimonio mondiale (1979). Essendo una delle principali destinazioni turistiche della Florida, il parco attira circa un milione di visitatori ogni anno. Nel 1993, il parco è stato inserito nella lista del patrimonio mondiale in pericolo. Lo sviluppo esterno, l'inquinamento e i vasti sistemi di irrigazione e controllo delle inondazioni della Florida minacciavano l'integrità biotica del parco. Il National Park Service, insieme alle autorità statali, ha risposto con una serie di misure volte a ripristinare l'ecosistema delle Everglades. Sotto gli auspici dell'Everglades National Park Protection and Expansion Act (1989) e dell'Everglades Forever Act (1994), i gestori delle risorse hanno inaugurato programmi a lungo termine per migliorare la qualità dell'acqua, aumentare il flusso di acqua dolce attraverso il parco, ripristinare l'habitat delle zone umide e stabilizzare le popolazioni di fauna autoctona.

Bibliografia

Douglas, Marjory Stoneman. Everglades: River of Grass. Ristampare. Sarasota, Florida: Pineapple Press, 1997.

Runte, Alfred. Parchi nazionali: The American Experience. 2d rev. ed. Lincoln: University of Nebraska Press, 1987.

KarenJones