Paoli, Pennsylvania

Paoli, pennsylvania. 21 settembre 1777. Quando Washington si ritirò attraverso Parker's Ford il 19 settembre, lasciò la divisione Pennsylvania del generale di brigata Anthony Wayne (forse millecinquecento uomini e quattro cannoni) sul lato ovest dello Schuylkill per osservare Howe e colpire le sue spalle se avesse forzare un passaggio attraverso il fiume. Ma Wayne è stato rigorosamente ordinato di evitare di essere catturato dal corpo principale britannico. Il 20, Wayne si accampò lungo una cresta boscosa a 1.75 miglia a sud-ovest della taverna General Paoli ea circa 4.5 miglia dalla posizione di Howe nelle South Valley Hills.

Howe decise di colpire questa forza mentre era isolata e inviò il maggiore generale Charles "No Flint" Gray con quasi duemila uomini per un attacco notturno. Gray ha marciato alle 10:20 del XNUMX con il secondo battaglione di fanteria leggera, supportato dal quarantaduesimo ("Black Watch") e dal quarantaquattresimo piede. Fu seguito un'ora dopo dal Quarantesimo e dal Cinquantacinquesimo piede al comando del tenente colonnello Thomas Musgrave. Poiché gli scarichi accidentali di moschetti erano il modo più comune per tradire gli attacchi notturni, Gray ordinò ai regolari britannici di rimuovere le selci dalle loro armi e fare affidamento interamente sulla baionetta, guadagnandosi così il suo soprannome. La colonna di Musgrave non figurava direttamente nella battaglia risultante, poiché il suo compito era tagliare la Lancaster Road e impedire a Wayne di ritirarsi.

Il corpo principale di Grey, con una dozzina di dragoni attaccati, ammontava probabilmente da milleduecento a millecinquecento uomini. La fanteria leggera era in testa, seguita dalla Quarantaquattresima e dagli Highlanders alla fine della colonna. Sapientemente guidato da diversi lealisti locali, Gray ha adottato un approccio rapido e abile. Vidette montate e sentinelle americane hanno rilevato il movimento e hanno sparato sporadicamente, mentre le guide britanniche si sono confuse appena hanno raggiunto la periferia del bivacco di Wayne. Non appena entrarono in contatto, la compagnia leggera del Fifty-second Foot guidò l'avanzata britannica. L'attacco ha colpito circa l'una del mattino, colpendo il Settimo Reggimento Pennsylvania, che ha sopportato il colpo più forte. La sua resistenza, con il supporto, fece guadagnare tempo al resto della divisione per disimpegnarsi e per mettere in salvo tutta l'artiglieria. L'inseguimento britannico continuò per diverse miglia.

Numeri e perdite

Le stime delle perdite di Wayne arrivavano a 500 (affermazione di Howe), ma le indagini moderne hanno identificato 163 individui per nome e concludono che il probabile conteggio totale era di almeno 53 uccisi e altri 200 feriti o catturati. Gli inglesi persero non più di 20 morti e 40 feriti, sebbene Howe ne riportò meno. I resoconti civili dei "morti straziati" hanno dato luogo alla percezione di un "massacro di Paoli".

Significato

Questo impegno ha avuto un impatto minimo sulla campagna di Filadelfia, sebbene i propagandisti americani siano riusciti a suscitare il sentimento anti-britannico con accuse esagerate che gli uomini di Grey avevano rifiutato di accantonare e massacrato patrioti indifesi che cercavano di arrendersi. Wayne è stato assolto da una corte marziale "con i più alti onori" dalle accuse di non aver tenuto conto "tempestivamente" dell'attacco.